Canturina Bis

Fridays for future/ Mobilità sostenibile contro l’asfalto

L’asfalto (quello della futura Canturina bis), non è per forza l’unica soluzione plausibile e possibile per risolvere problemi di congestione del traffico; Fridays for future propone diverse soluzioni alternative ad esso.

(altro…)

Comitato Parco della brughiera/ L’asfalto non è la soluzione

Nuove colate d’asfalto non sono la soluzione al problema viabilità (e vivibilità): il comitato del Parco della brughiera spiega nel comunicato che segue perchè, scagliandosi contro l’ennesimo tentativo di risolvere i disagi creati dal traffico di Cantù non con un piano regolatore ragionato ma riportando sul tavolo di lavoro il progetto (insensato) di una Canturina bis.

(altro…)

La Canturina bis: una cattiva notizia

ll Circolo ambiente Ilaria Alpi interviene sul finanziamento regionale per la nuova strada di collegamento nel Canturino e si dichiara del tutto contrario all’intervento che non risolve i problemi di mobilità del territorio, devasta aree verdi e in atetesi alle prospettive necessarie di mobilità sostenibile e integrata.

(altro…)

Fff contro destre e Pd/ La risposta di Orsenigo

Ha senso in uno dei luoghi del pianeta più inquinati e con maggiore densità di strade investire ancora sulla mobilità individuale su gomma devastante per l’ambiente? Frifays for future Como dice no e contesta le scelte delle destre in Regione, ma anche il Pd che le considera in parte utili e non le contrasta efficacemente. La risposta di Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd è la proposta di un confronto pubblico.

(altro…)

No alla tangenziale di Fecchio e alla Canturina Bis!

piazza garibaldi cantùCosì gli ambientalisti del Circolo Ilraia Alpi prendono posizione contro le due nuove arterie stradali: «Comprometterebbero le ultime zone verdi di Cantù».

 

Il Circolo ambientalista, che festeggia i 25 anni di attività, prende posizione contro: «I progetti delle nuove strade – previste dal PUT (Piano urbano del traffico) del Comune di Cantù – poiché avrebbero un pesante impatto ambientale».

«La tangenziale di Fecchio e la Tangenziale sud, detta Canturina Bis, se realizzate, cementificherebbero alcune tra le ultime aree verdi di Cantù, città già oggi pesantemente urbanizzata – dichiara Roberto Fumagalli, presidente del Circolo ambiente –. Infatti le nuove strade andrebbero a compromettere alcuni ettari di aree agricole che oggi garantiscono la connessione ecologica con il costituendo Parco regionale della Brughiera Briantea».

Recisamente: «Il Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” chiede all’Amministrazione comunale di Cantù di cancellare definitivamente le nuove strade previste dal Put, in particolare la tangenziale di Fecchio e la Canturina Bis, andando invece a preservare tutte le aree verdi rimaste». [md, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: