Fabio Cani

Presidio Csf/ Milioni di euro in cambio di morte e torture

Nella giornata di giovedì 15 luglio Como Senza Frontiere ha indetto un presidio in piazza Grimoldi a Como per dire basta agli accordi con la Libia, nella giornata in cui il Parlamento italiano ha votato il rifinanziamento alla guardia costiera libica, da tempo fuori controllo e protagonista di molteplici violazioni dei diritti umani e del diritto internazionale in generale.

(altro…)

Michele c’è sempre

Una vita straordinaria quella che Michele Marciano racconta nella sua autobiografia, con una scrittura pulita, piacevole e ricchissima di particolari. Il libro, Maranese, storia di una vita, edito da NODOlibri è stato presentato mercoledì 9 giugno n una videoconferenza molto partecipata, organizzata da Auser Como e Auser Lombardia. Ascolta l’audio della registrazione della presentazione.

(altro…)

Video/ Il virus, la guerra, il mondo

Si è svolto il 24 febbraio l’incontro di presentazione dell’Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo, con la presenza del curatore Luciano Scalettari, giornalista di Famiglia Cristiana. Una presentazione che anche grazie alle osservazioni di Fabio Cani e alle domande di Annamaria e Abramo Francescato ha appurato come la pandemia non ha fatto che alimentare le braci delle guerre: come scritto nel volume questa condizioni non ci ha spinti alla cooperazione, ma all’esasperazione dell’individualismo e del conflitto, in questa come il altre parti del mondo. Presto online l’articolo di Mara Cacciatori.

Storie e persone/ Tutti i video del 27 gennaio

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è memoria-con-trinagolo.jpg
Per seguire i video della Giornata su Acwtv clicca sull’immagine.

Il rischio che ricorrenze come quella della Giornata della Memoria si trasformi in un appuntamento rituale è, purtroppo, molto alto. Soprattutto se non ci si applica consapevolmente a far uso di quel processo che è appunto la memoria.

(altro…)

Una marcia immobile per i nuovi desaparecidos

Sabato 3 ottobre alle 15,30 si è svolta la trentaduesima marcia “Sono persone non numeri”, dedicata a don Roberto Malgesini, organizzata da Como senza frontiere con la partecipazione di Giovanni Motta, avvocato specializzato in diritti migranti, facente parte della Rete No Cpr e rappresentante dell’associazione AccoglierSI.

(altro…)

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ XXCO. Secondo volume

Dalle 13/ Il secondo volume di XXCO. L’architettura del XX secolo in provincia di Como è dedicato alle architetture costruite dal 1945 al 2000. Un repertorio assai ampio (e anche diseguale) di cui in questo frammento della presentazione all’Ordine degli Architetti di Como, insieme a Stefano Larotonda e Niccolò Nessi, Fabio Cani propone alcune regole di scelta.

(altro…)

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ XXCO.

Dalle 12/ L’indagine sull’architettura del Novecento è poi stata estesa a tutto l’arco del secolo in una serie di schede diffuse sul web (dal magazine jsc15.it e dal blog xxcoecoinformazioni.wordpress.com/ ) e poi trasformate – aggiornate e arricchite di altri testi – in due volumi intitolati XXCO. L’architettura del XX secolo in provincia di Como. Vi proponiamo un momento della presentazione del primo volume, limitato agli anni 1900-1945, nel dialogo tra l’arch. Lorenza Ceruti e l’autore Fabio Cani.

(altro…)

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Architettura tra le due guerre

Dalle 11/ Ovviamente i “campioni” dell’architettura del Novecento a Como sono i razionalisti. Dietro di loro si stende però un contesto raramente indagato: difficile quindi leggere i capolavori di quegli anni in chiave storica. In questa lunga lezione, ripresa dall’amico Paolo Ferrario, Fabio Cani propone una ricostruzione storica del periodo tra le due guerre, nello sforzo di andare oltre le solite cose ripetute. https://coatesa.com/2015/01/22/fabio-cani-como-tra-due-guerre-la-storia-e-la-ragione-24-settembre-2014/

(altro…)

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Federico Frigerio

Dalle 10/  Per capire qual è il ruolo della modernità nel Novecento architettonico comasco, conviene partire da un personaggio, l’architetto Federico Frigerio, per molti decenni escluso dal novero degli architetti contemporanei perché “innamorato” della tradizione. Ma era una falsa interpretazione. Di seguito potete vedere l’intervento di Michele Pierpaoli alla presentazione del libro che è stato dedicato all’architetto Federico Frigerio; se poi volete sentire anche gli altri interventi (di Sergio Lazzarini e di Fabio Cani, autore del volume) potete ripartire dall’articolo di ecoinformazioni. Qui il video di Pierpaoli.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: