Legambiente Como “Angelo Vassallo”

27 settembre/ Con Legambiente per pulire Como Borghi

Grazie al progetto Como futuribile, quest’anno il circolo Angelo Vassallo di Legambiente Como ha moltiplicato gli eventi in programma per la campagna “Puliamo il mondo”. Si parte domenica 27 settembre con un intervento particolarmente significativo nel quartiere di Como Borghi, su un’area molto degradata.

(altro…)

22 settembre/ Tavernerio/ II Festa dell’acqua di sorgente

41946018_2143210539031384_6302920573383081984_o.jpg

Fondazione Rosa dei Venti onlus, in collaborazione con Radio Bussola, web radio della Fondazione e con il supporto dell’Associazione “L’Isola che C’è” e del Circolo Legambiente Como “Angelo Vassallo “ e con il contributo di Cantaluppi Tavernerio Spa, de Il Ristorante Il Cantuccio e lo chef Mauro Elli, Fondazione Progetto Arca, Performing Arts Village, The Flame, Pro Loco Tavernerio, Qi Bio Erba e Verdesfuso Como, in occasione della rinnovata sorgente di acqua minerale naturale Plinia del Tisone, dà a tutti appuntamento per una piacevole e sostenibile giornata nel ricco parco di Villa Plinia il 22 settembre prossimo, dalle 10 alle 16.30 nella sede di Villa Plinia in via Papa Giovanni XXIII 5, frazione di Solzago, Tavernerio, occasione di condivisione di arte, musica, benessere, natura ed educazione.

23 giugno/ #Sosvialevarese: raccolta firme in piazza Boldoni


legambientecomo

Mercoledì 30 maggio, il circolo Legambiente “Angelo Vassallo” di Como, Fiab Como Biciamo, Iubilantes, Città possibile, Wwf Oa Insubria, Lipu Como, Chiave di Volta, Italia Nostra Como, l’Arci provinciale di Como, associazioni contrarie all’ampliamento del parcheggio in viale Varese, hanno firmato l’appello pubblicamente rivolto al Sindaco e sostenuto la raccolta firme promossa da alcune/i residenti nel viale. Già on line su ecoinformazioni il comunicato, comprensivo dell’appello e del link e della raccolta firme. (altro…)

Ambientalismo e promozione sociale insieme per salvare Viale Varese

legambiente

La lettera aperta rivolta dal circolo Legambiente “Angelo Vassallo” di Como  all’amministrazione comunale, sottoscritta con altre otto associazioni operanti sul territorio, tra loro anche l’Arci.  Si chiede un incontro urgente al sindaco di Como per esprimere la netta contrarietà ai progetti di ampliamento del parcheggio in viale Varese, posizione che viene ampiamente argomentata, e l’apertura alla partecipazione attiva della cittadinanza su questo tema. Le stesse associazioni  appoggiano la raccolta firme in corso contro i progetti di parcheggio nella zona e invitano  ad aderire scrivendo a sosvialevarese@gmail.com

 

(altro…)

Legambiente: lento miglioramento delle acque del Lario, alcuni impianti non ancora a norma. Appello al buonsenso civile

Logo_goletta_laghi.0000000109

Venerdì 7 luglio in mattinata al comune di Como, Legambiente ha presentato il rapporto sul monitoraggio scientifico delle acque del Lario in provincia di Como, effettuate anche per quest’anno dalla Goletta dei Laghi, in collaborazione con Conou e Novamont. Rappresentavano l’associazione in sede: Gisella Introzzi del direttivo del presidio comasco di Legambiente Angelo Vassallo, Barbara Meggetto, presidente di Legambiente Lombardia, Enzo Tiso, responsabile scientifico per Legambiente Como, Lucia Coscia, biologa coinvolta nella raccolta e nell’analisi condotta dalla Goletta. (altro…)

24 marzo/ Contro il degrado della frontiera

Chi visita oggi la ex Yugoslavia si stupisce e piange la follia del potere che ha determinato orrori, morte, pulizia etnica, razzismo violento, distruzione, disastri ambientali e infinito dolore in luoghi di frontiera che oggi vengono invece attraversati senza neppure un controllo dei passaporti. La civiltà, con la conseguente abolizione di steccati violenti e anacronistici, talora avanza e vengono recuperati spazi e luoghi sottratti all’umanità e al territorio. Ci piace pensare che l’abbellimento della frontiera che Legambiente di Como organizza venerdì 24 marzo dalle 10 all’ingresso della Dogana di Ponte Chiasso sia un’avvisaglia, anche nel nostro territorio, della prospettiva che vedrà anche la nostra frontiera aperta a tutte e tutti. Solo allora potrà essere bella. Allora sarà certamente importante conservare la memoria delle violenze che essa ha determinato, mortificando la dignità e i progetti di vita dei migranti e lasciando invece libertà al passaggio di merci di un commercio internazionale e di un potere finanziario assassino spesso causa della fuga, criminalmente ostacolata dall’Europa, di interi popoli dalla loro terra.  D’altra parte, se uno degli obbiettivi di Legambiente, a Como come altrove, è trasformare il degrado in bellezza, certamente il luogo da cui partire a Como è la frontiera, simbolo del degrado politico e umano di un’Europa che stenta a darsi una politica che riconosca i diritti delle persone e intanto uccide folgorando le vittime a cui si è negato il diritto di passaggio. (altro…)

Aria tossica/ Blocco auto 28, 29, 30 dicembre

legambienteAnche se nella giornata di Natale le centraline hanno rilevato dati leggermente meno preoccupanti, l’emergenza tossicità dell’aria è a Como gravissima e richiede interventi straordinari e non rituali o solo simbolici. Non è più possibile assecondare chi crede che il valore supremo delle feste siano i consumi e per renderli più vivaci sogna che si possa circolare anche a danno della salute dei cittadini. A Como non vivono solo commercianti, ma anche altre persone che attendono dal governo della città provvedimenti tempestivi. (altro…)

Parcheggio sotterraneo preoccupante

legambientePrecoccupazione e perplessità per l’idea di un parcheggio sotterraneo in Viale Varese a Como. Michele Marciano, presidente del circolo comasco Angelo Vassallo di Legambiente, pur non dichiarandosi ideologicamente contrario a interventi di tale tipo, ritiene che l’idea non centri l’obbiettivo prioritario che è la riduzione dell’inquinamento: «Il vero problema della città è limitare la pressione del traffico privato sul centro storico che avvelena l’aria e rende impossibile ogni forma di mobilità dolce  per l’ assenza di piste ciclabili (Como è in fondo alla classifica delle città europee con i suoi sei centimetri di pista ciclabile per abitante)». Leggi nel seguito l’intervento di Legambiente.

«Leggiamo con preoccupazione l’annuncio di una proposta per la costruzione di un parcheggio sotterraneo in Viale Varese lungo le mura della città medievale.

Non siamo pregiudizialmente né ideologicamente contrari a un’opera del genere, ciò che domandiamo è se quest’opera è necessaria ed opportuna ai fini di un progetto di mobilità e sosta  per la città di Como, non solo per l’esistenza dell’ampio parcheggio “Ticosa” a soli 250 metri dalle mura, ma anche per l’area archeologica specifica del sito e per la natura del terreno con rischio di smottamento delle mura e del costruito circostante  che riprodurrebbe un nuovo pasticcio  “paratie” con tutte le conseguenze che ben conosciamo.

Il problema vero perciò è capire qual è il progetto per la mobilità e la sosta  in questa città. Negli ultimi 10/15 anni a Comosono stati realizzati parcheggi per oltre 2.500 nuovi posti auto (ex Zoo, Valduce, ex Ticosa, Val Mulini, area FS….) tutti parcheggi dentro o limitrofi al centro storico, ma puntualmente si è riprodotta l’equazione: più parcheggi = più traffico.

Como è una piccola città  di circa 86.000 abitanti, con una notevole rete di trasporto pubblico: due linee ferroviarie, che attraversano la città, con 8 stazioni urbane, una rete capillare di traporto pubblico su gomma e un potenziale trasporto lacuale. Il vero problema della città è limitare la pressione del traffico privato sul centro storico che avvelena l’aria e rende impossibile ogni forma di mobilità dolce  per l’ assenza di piste ciclabili (Como è in fondo alla classifica delle città europee con i suoi sei centimetri di pista ciclabile per abitante).

Un vero progetto di mobilità a Como è contenuto nelle proposte  di “Agenda 21” che la precedente Amministrazione promosse nel 2005 ma che seppellì immediatamente in qualche cassetto degli uffici comunali. Proposte che andrebbero adeguate alla luce delle novità edelle esperienze intervenute in questi ultimi tempi, in particolare con l’esempio dell’ “Area C” di Milano. Non a caso il Consigliere Regionale del PD Giuseppe Villani, in un suo recente intervento sulla mobilità e l’inquinamento in Lombardia ha proposto di estendere ad altre città lombarde l’esperienza milanese che  come tutti ricorderanno, sollevò tante proteste all’annuncio ma rispetto alla quale oggi nessuno si sognerebbe di tornare indietro.

Pensiamo che proposte disarticolate da un progetto organico della mobilità cittadina rischino di aggravare anziché risolvere i problemi del traffico e dell’inquinamento. Ci auguriamo che questa Amministrazione voglia aprire al più presto un tavolo di confronto con le Rappresentanze culturali, sociali e produttive, come già avvenne per “Agenda 21”, e costruire con esse un percorso che faccia finalmente di Como una città europea». [Michele Marciano, presidente del Circolo Legambiente di Como Angelo Vassallo]

Legambiente Como ricorda il sindaco di Pollica Angelo Vassallo

legambienteGiovedì 5 settembre, in occasione del terzo anniversario dell’assassinio di Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica al quale il circolo comasco dell’associazione è dedicato, Legambiente lo ricorderà a Porta Torre dove sarà presente dalle 10 alle 13 con volantini e gazebo. (altro…)

Legambiente Como: a proposito di lago inquinato

legambienteIl circolo comasco Angelo Vassallo di Legambiente, dopo i recenti risultati delle acque del lago di Como effettuate dalla Goletta dei laghi, esprime la propria posizione riguardo il tema dell’inquinamento delle acque e delle soluzioni possibili. (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: