Paolo Sinigaglia

Province sì, marmellata unica no

taglioprovincePaolo Sinigaglia, esponente civatiano del Pd comasco e dell’associazione Como Possibile, interviene contestando fortemente la riforma delle province che giudica del tutto pasticciata e altro tassello dell’attacco complessivo alla rappresentanza democratica colpita dalla riforma del Senato: «Mentre la riforma del Senato cerca di eliminare un pezzetto di rappresentanza, un’altra riforma ci ha già pensato a eliminarne un altro, di pezzetto. Si tratta della riforma delle province, una riforma che più pasticciata di così non si può.
(altro…)

Pensare un’Europa positiva/ Paolo Sinigaglia candidato Pd

Sinigaglia

Conferenza stampa  di Paolo Sinigaglia, candidato comasco nelle liste del Pd, per presentare i punti forti del suo impegno tra locale e globale.

Perché una conferenza stampa? si domanda Sinigaglia. E si risponde che in fondo, in questo peregrinare per le strade di Lombardia e anche d’Europa, mancava ancora una presentazione nella città da cui è partito. Quindi: una rapida sintesi dei temi centrali della campagna elettorale del candidato che fa riferimento all’area “civatiana” del Partito democratico, temi che sono: ambiente, innovazione e diritti sociali, e poi, più in generale, una riconsiderazione del ruolo dell’Europa che può (e deve) assumere un ruolo positivo. Ecco perché in queste settimane di tour elettorale, un’attenzione particolare è stata portata ad alcuni esempi di città (12, in tutta Europa) che possono costituire un modello di azione positiva, di “buone pratiche” come si usa dire.

L’Europa non deve quindi essere vista solo come “matrigna”, come l’autorità capace solo di imporre austerità e sacrifici, ma anche come la “maestra” che suggerisce e promuove miglioramenti: che chiede di raggiungere una quota del 3% del Pil per la ricerca scientifica, che offre strumenti per ridurre gli sprechi energetici, che pone uno stop al consumo di suolo.

L’Europa può e deve anche costituire un terreno privilegiato per la tutela di diritti universali, a partire dalla creazione di una reale “cittadinanza europea” in grado di garantire più elevati standard di democrazia, un obiettivo essenziale che la passata legislatura ha sostanzialmente mancato, mostrando “poco coraggio”, secondo il giudizio di molti osservatori politici.

Secondo Sinigaglia, questo nuovo slancio dell’impegno europeo è possibile oggi, dopo una fase di stanca, che qualcuno ha definito “crisi di successo”, avendo l’Unione Europea raggiunto una prima serie di risultati, ma faticando poi a passare a una più concreta attuazione degli ideali federalistici. La condizione, sempre secondo Sinigaglia, è che nel nuovo parlamento europeo guadagni rilevanza il centro-sinistra, in modo da poter promuovere nuove politiche e nuove idealità, senza subire i condizionamenti della destra.

Se questo si verificherà, si creeranno le condizioni per modificare molte politiche anche a livello locale.

La strada non è facile, ma l’ottimismo non manca. Domenica il responso delle urne. [Fabio Cani, ecoinformazioni]

16 maggio/ Il gigante incatenato alla Feltrinelli

il gigante incatenatoVenerdì 16 maggio alle 18, Paolo Sinigaglia presenta il libro Il gigante incatenato di Martin Schulz [2014, ed. Lain, 300 p, 18 euro] alla Feltrinelli di Como in via Cesare Cantù. Introduce la serata Federica Beretta di Qui Como.

Europee/ Sinigaglia in Lussemburgo

sinigagliapdSi è concluso il 9 maggio il tour europeo di Paolo Sinigalia, candidato civatiano del Pd alle europee del 25 maggio. Abbiamo chiesto al nostro storico redattore Stefano Vaccaro, oggi segretario del circolo di Lussemburgo del Pd, di raccontarci l’ultima tappa dell’iniziativa.

Il 9 maggio è l’anniversario della dichiarazione di  Robert Schumann, il ministro degli esteri francese, nato in Lussemburgo, che pose le basi dell’attuale Unione Europea a partire dall’intuizione che «La pace mondiale non potrà essere salvaguardata se non con sforzi creativi, proporzionali ai pericoli che la minacciano».

Proprio nella patria di Schumann e proprio il 9 maggio, si è conclusa l’ultima tappa di Paolo Sinigaglia, candidato Pd nella circoscrizione Nord-Ovest, impegnato in quattro giorni di campagna elettorale in cui ha scelto di incontrare gli italiani residenti in alcune città europee.

La puntata lussemburghese di Sinigaglia è cominciata la sera precedente, con un incontro organizzato dal Circolo PdLussemburgo nel locali del Circolo Culturale e Ricreativo Eugenio Curiel, luogo storico della sinistra italiana nel Granducato lussemburghese, cui sono intervenuti ed hanno discusso con Sinigaglia, Mady Delvaux-Stehres, Marc Angel, Cathy Fayot, Cátia Gonçalves, Tom Jungen, Elisabeth May, ovvero tutti i sei candidati Lussemburghesi alle elezioni europee per il partito Lsap (in lussemburghese Lëtzebuerger Sozialistesch Aarbechterpartei, Partito Socialista Operaio Lussemburghese), membro come il Pd del Partito socialista europeo.

Prima della parte conviviale della serata, ad opera della cucina della Festa europea dell’Unità che si svolge in Lussemburgo, la discussione si è snodata tra le tematiche tradizionali del socialismo europeo, i temi del lavoro e della lotta alla disoccupazione, accanto alle tematiche specifiche care al candidato comasco, quali lo sviluppo sostenibile e innovativo ed i diritti civili. Proprio a proposito di questi ultimi temi,è emersa una significativa concordanza di vedute tra la capolista lussemburghese Mady Delvaux-Stehres e Sinigaglia sul potenziale di un’integrazione europea su basi diverse da quelle fondate solo sui parametri finanziari.

Nella giornata di venerdì 9 Sinigaglia, che è presidente lombardo dell’associazione ambientalista Italia Nostra ed è un sostenitore della “Cura del ferro” nei trasporti, ha visitato, usufruendo del  collegamento in treno direttamente dalla capitale (a 30 kilometri), l’area di riqualificazione dell’acciaieria di Esch-Belval (dove accanto alle vestigia degli altiforni sta nascendo la nuova università lussemburghese, dentro un quartiere commerciale e abitativo che comprende una struttura per la musica rock da 7 mila posti da cui passano già artisti del calibro di Stevie Wonder, Bob Dylan e Deep Purple) ed il quartiere del Kirchberg dove hanno sede le istituzioni europee a Lussemburgo (Corte di Giustizia, Corte dei Conti, Segretariato generale del Parlamento, Commissione Europea). [Stefano Vaccaro,  ecoinformazioni]

Europee/ Paolo Sinigaglia a Friburgo con Elly Schlein e Nathan Never

sinigagliafriburgo2ecoinformazioni ha seguito a Friburgo in Germania la prima tappa del tour europeo del candidato civatiano comasco del Pd alle elezioni del 25 maggio. Nel Centro di Formazione politica del Baden-Württenberg di Friburgo in Brisgovia, il cui motto è “Politik lernen, Demokratie leben” [imparare la politica, vivere la democrazia], si è svolto il 6 maggio sera l’incontro con Paolo Sinigaglia, candidato alle Europee (Circoscrizione Nord-Ovest), organizzato dal circolo Pd Freiburg, costituitosi circa un anno fa e presieduto da Andrea Burzacchini. In collegamento audio via skype anche la candidata ed Elly Schlein (Circoscrizione Nord-Est).

Il tour europeo (Freiburg, Londra, Parigi, Lussemburgo), iniziato con l’incontro del 6 maggio, vuole essere per paolo Sinigaglia un gesto significativo per andare a toccare proprio in Europa i temi importanti della sua campagna: ambiente, innovazione tecnologica, cultura. L’iniziativa ha raccolto una ventina di persone, tra loro alcuni candidati alle elezioni comunali di Freiburg, alcuni membri del circolo Pd della città e studenti Erasmus.

Sinigaglia sostiene con il Pd la candidaturadi Schulz a presidente dell’Unione Europea per creare possibili maggioranze di centrosinistra nella prospettiva che si venga a creare un governo europeo federalee ritiene importante risollevare il tasso di europeismo che è sceso drasticamente dopo la crisi del 2008.

Per Sinigaglia rivalutare la funzione dell’Unione Europea significa comprendere l’importanza dei vincoli di buona amministrazione che l’Europa ha imposto. Questi vincoli hanno posto obbiettivi per migliorare la qualità della vita, come il piano 20 – 20 – 20 oppure l’obiettivo di investire nella ricerca il 3 per cento del PiL entro il 2020

Come Nathan Never, personaggio dei fumetti che ammira, anche Sinigallia dice di interessarsi del bene dei cittadini, dei beni comuni e propone i suoi nuovi obiettivi: introdurre una legislazione europea per ridurre o fermare il consumo di suolo, allargare i diritti civili (matrimoni omosessuali), fornire all’ Unione Europea strumenti finanziari (tobin tax, carbon tax)) propri per fare investimenti in modo da portare posti di lavoro in Europa e invita a firmare la campagna New Deals for Europe.

Per il candidato civatiano comasco è importante ricostituire la fiducia nell’Unione Europea, renderla conosciuta e amata al pubblico come istituzione di pace e forza economica; c’è necessità di  formare persone che siano in grado di approfittare e usufruire di investimenti e progetti europei per aiutare le comunità locali.

Il collegamento con Elly Schlein verso fine serata lascia spazio alla sua euforia per un’Europa che deve tornare ad essere un Europa dei diritti sociali. Nel Pd, la candidata per la circoscrizione Nord-Est ha dichiarato di aver trovato uno spazio politico vivo, che da possibilità espressiva e di militanza politica, partecipazione attiva. Gli slogan che porterà al Parlamento europeo sono: cambiamento climatico, diritti donne, migranti, cultura, combattere la criminalità economica e lotta alla corruzione.

L’incontro si conclude con alcune reazioni del pubblico più giovane. Oltre a domande tecniche sulle politiche volte a ridurre il consumo di suolo, colpisce la domanda sulla bellezza di un sentimento europeo, che una giovane ragazza, venuta a studiare in Germania e ancora molto legata al suo territorio, non sa trovare.  Sarà così finché si parlerà ancora di confini e non di ponti. [Serena Rosso per ecoinformazioni]

Europee/ Paolo Sinigaglia tour

sinigagliapdPaolo Sinigaglia, il civatiano comasco candidato alle Europee, ha iniziato il suo tour elettorale per inocontrare gli italiani in Europa. Sono previste tappe e incontri a Frigurgo, Londra, Parigi e Lussemburgo. Leggi nel seguito il comunicato con tutte le informazioni.

«Tra qualche giorno inizierà il tour europeo di Paolo Sinigaglia, uno dei candidati del PD alle Elezioni Europee nella circoscrizione Nord Ovest. Paolo Sinigaglia, da convinto ambientalista e da Presidente di Italia Nostra – Lombardia, si definisce “uomo del ferro”. La sua campagna è perciò cominciata e proseguirà sui binari ferroviari, anche oltre i confini italiani, “alla ricerca delle buone pratiche che i nostri concittadini europei mettono in atto e che anche “noi, europei” abbiamo il diritto di poter immaginare e costruire”. E’ questa l’Europa che vuole, un’Europa delle opportunità, che sfruttando le proprie potenzialità nel campo della cultura, della ricerca e dell’innovazione si ponga l’obiettivo di diventare leader mondiale della sostenibilità ambientale ed energetica.

Al centro del suo programma insieme ad ambiente e diritti, vi sono temi fondamentali come la cultura e la formazione e la necessità di prevedere una forma di difesa europea, da affiancare alla via diplomatica. A queste importantissime proposte ha affiancato 12 best practices provenienti da diverse città europee, per dimostrare che l’UE in realtà fornisce molte opportunità: chi è riuscito a coglierle è cresciuto, anche in Italia. Questa è l’Europa che vuole costruire, la prossima Europa che ci attende.

Il giro Europeo, denominato Europaolo Interrail, toccherà quattro città europee: Friburgo, Londra, Parigi e Lussemburgo. Qui parteciperà a degli incontri organizzati dai circoli del PD locali per incontrare non solo gli italiani, ma anche altri candidati sia del Partito Democratico che di altri partiti della famiglia socialista.

Questi i dettagli del tour:

06/05 Friburgo (Germania) – ore 20 presso Landeszentrale für politische Bildung (Bertoldstr. 55, Freiburg) – CAMBIARE L’ITALIA DALL’EUROPA! – Ambiente, lavoro, diritti e beni comuni. Ne parliamo con i candidati al Parlamento Europeo Paolo Sinigaglia ed Elly Schlein. Qui l’evento Facebook.

07/05 Londra (UK) – ore 19 presso l’aula Stanza S-1.01 del King’s College (Strand Campus, Strand, London) – “Se Roma potesse fare la politica economica di Bruxelles..” con Filippo Taddei, membro della segreteria Nazionale. Interverrano: Paolo Sinigaglia candidato PD nella circoscrizione Nord-Ovest, Alessia Mosca (via skype) Capolista PD nella circoscrizione Nord-Ovest e Andrea Biondi, candidato del Labour Party. Qui l’evento Facebook.

08/05 Parigi (Francia) – ore 15 presso ACLI France – Italiens de la France (28 rue Claude Tillier, 75012 Paris) – Incontro con Paolo Sinigaglia, ricercatore del Politecnico di Milano, presidente di italia Nostra Lombardia e candidato alle prossime elezioni europee nelle liste PD per la circoscrizione Nord Ovest sul tema ”La normalità come rivoluzione. Energia, rifiuti e riconversioni ecologiche per l’Europa e per l’Italia”. Qui l’evento Facebook.

08/05 Lussemburgo (Lussemburgo) – ore 21 presso il circolo Circolo Eugenio Curiel (Route d’Esch, 107 Luxembourg) – “Noi, Europei Nous, Européens: Incontro con i candidati alle elezioni Europee: Paolo Sinigaglia e i Candidati del LSAP”. Qui l’evento Facebook». [Ufficio stampa, Paolo Sinigaglia]

2 maggio/ Sinistra e destra in Europa

sinistra & destra in europaConfronto politico tra i candidati alle elezioni europee Paolo Sinigaglia, Partito democratico, e Fabio Bulgheroni, Fratelli d’Italia, modera Davide Cantoni, venerdì 2 maggio alle 21 al Centro Civico Como Borghi, ex Circoscrizione 6, in via Grandi a Como.

Pd/ Paolo Sinigaglia candidato alle europee

sinigagliapdPaolo Sinigaglia candidato del Pd alle Europee del 25 maggio. Nella lista del Nord Ovest del Partito democratico c‘è anche il civatiano comasco Paolo Sinigaglia, storico esponente di Paco, oggi in Paco-Sel, vicepresidente di Univercomo e presidente di Italia Nostra Lombardia. Leggi tutti i nomi delle liste del Pd decisi dalla direzione del partito.

Paolo Sinigaglia eletto presidente di Italia nostra Lombardia

logoitalianostraIl Comitato regionale lombardo di Italia nostra ha eletto sabato 14 dicembre i sui due vicepresidente e la giunta formata da sette persone. Nella riunione l’esponente comasco di Italia Nostra Paolo Sinigaglia è stato eletto presidente regionale dell’associazione da sempre impegnata per la valorizzazione, lo sviluppo e la conservazione del patrimonio di arte, cultura e ambiente del paese. Con l’elezione di Sinigaglia si conferma, dopo la nomina di Chiara Braga a responsabile ambiente della segreteria Renzi, il momento favorevole per il riconoscimento dell’importanza dell’ambientalismo lariano.

Ex Trevitex: Italia Nostra per la conservazione della palazzina liberty

palazzina fisacCon una lettera alla Soprintendenza per i beni architettonici e il paesaggio l’associazione richiede l’avvio del procedimento di dichiarazione di interesse  culturale. La proposta, se accolta, rimetterebbe in discussione la soluzione proposta nel Pgt per l’intera area oggetto da anni di una polemica politica infinita.
(altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: