Renzo Pigni

16 maggio/ Arciwebtv/ Resistere oggi

Dalle 17/ 25 aprile tutto l’anno: dagli archivi ecoinformazioni l’intervento di Renzo Pigni alla manifestazione Costituzione resistente del 2 giugno 2014. Per far vivere i valori della Costituzione e della Resistenza nell’attualità, aggiornando ciò che c’è da aggiornare, ma senza cancellare alcun riferimento ideale. Leggi l’articolo di Fabio Cani su ecoinformazioni.

Gli altri programmi del 16 maggio.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

Video / Ricordo di Renzo Pigni

Sabato 25 gennaio il salone Lissi di Rebbio ha ospitato un ricordo di Renzo Pigni, ad un anno dalla scomparsa. Renzo fu Sindaco di Como per una breve stagione, ma seppe lasciare il segno. Non solo, Renzo ha rappresentato un punto di riferimento per l’intera sinistra comasca, nelle sue molteplici forme. Oggi che la sinistra politica è silente e disorganizzata, il suo ricordo è affidato a quelle Associazioni, come Anpi e Italia – Cuba, nelle quali si è impegnato con la generosità che gli era propria.

(altro…)

L’antifascismo in marcia

Una cinquantina di persone hanno partecipato al presidio dell’Anpi avanti al liceo Volta di Como nel pomeriggio di sabato 28 ottobre. Tra i partecipanti Renzo Pigni, l’Arci, la Cgil, Csf, le organizzazioni politiche della sinistra (Prc, Si, Mdp, L’altra Europa, La prossima Como, Giovani comunisti).   (altro…)

23 Aprile/ Con l’Anpi, Maccio e Albate celebrano i caduti per la libertà

Si sono svolte nella mattinata di domenica 23 aprile le prime celebrazioni a cura della sezione di Como dell’Anpi in occasione del settantaduesimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo e del settantesimo dall’approvazione della Carta costituzionale.

A Maccio di Villaguardia alle 9.30 si è tenuto il ricordo di Guseppe Frangi “Lino” e Giovanni Negrini, alla presenza di una quindicina di cittadine e cittadini. Presente anche una rappresentanza del circolo Olgiatese del Prc. Assente invece quest’anno l’amministrazione comunale.

Ad Albate alle ore 11, un folto gruppo di persone si è ritrovato sotto la lapide di Perugino Perugini, partigiano, per anni colonna portante dell’Anpi a cui la sezione di Como è dedicata. Dopo i saluti del presidente Nicola Tirapelle, la sezione ha ha tenuto un breve discorso per voce di Elonora Figini (leggi qui il discorso). La parola è poi passata a Renzo Pigni e per ultimo all’assessore Marcello Iantorno a nome dell’amministrazione comunale. Presenti oltre alla figlia di Perugino, Laura, il partigiano combattente Elio Marzorati, i consiglieri comunali Luigi Nessi e Celeste Grossi e rappresentanze dell’Associazione di amicizia Italia Cuba, Arci, Associazione Lissi, Partito Socialista e Sinistra Italiana.

Prima di salutarsi, i partecipanti hanno portato un saluto ed un omaggio floreale simbolico anche a tutti gli altri partigiani e staffette che riposano ad Albate, di cui erano presenti alla celebrazione alcuni famigliari: Luigi Ballerini, Libero Fumagalli, Annibale Arnaboldi, Marco Bossi, Ezio Montorfano, Angelo Molteni, Clara Peduzzi  e Luigi Bianchi .

Gli appuntamenti promossi dalla sezione dell’Anpi in occasione del 25 Aprile proseguono martedì 25 e mercoledì 26. Qui tutto il programma.
[jl, ecoinformazioni]

Già on line sul canale di ecoinformazioni i video degli interventi ad Albate.

La lapide di Giuseppe Frangi “Lino” e Giovanni Negrini a Maccio

La celebrazione a Maccio di Villaguardia

Elelonora Figini, Nicola Tirapelle e Elio Marzorati a Albate

La deposizione degli omaggi floreali ai Partigiani a Albate

 

Già on line sul canale di ecoinformazioni tutti gli altri video degli interventi ad Albate.

26 gennaio/ Sala Stemmi comune di Como/ Una giornata per non dimenticare

memoriafioreI delegati della Rsu del comune di Como, promuovono giovedì 26 gennaio alle 14 alla sala Stemmi del comune di Como Una giornata per non dimenticare.

Di seguito il programma:

Presentazione a cura di Matteo Mandressi , segretario generale della Cgil- Funzione Pubblica di Como
Ore 14 –  Presentazione del libro Tanto tu torni sempre. Ines Figini la vita oltre il Lager [2012, ed. Melampo, 150p., 15 euro] a cura di Vincenzo Guarracino.  Testimonianza di Ines Figini, operaia della ex-tintoria Comense, ex deportata nel campo di sterminio di Auschwitz.
Ore 14.30 – Saluto del sindaco di Como Mario Lucini. Proiezione di un documentario sul campo di sterminio di Buchenwald presentato da Gabriele Fontana, ricercatore storico dell’Istituto Perretta di Como.
Ore 16 – Intervento  Renzo Pigni in rappresentanza dell’Anpi provinciale di Como. A seguire intervento di Giacomo Licata segretario generale della camera del lavoro di Como.
Ore 16.20 – Concerto di Musica Spiccia – Baule dei Suoni
Ore 17 – Rinfresco a cura degli allievi della scuola Cfp di Monte Olimpino
Nel cortile di Palazzo Cernezzi, a partire dalle 8.30 sarà allestita la mostra Scioperi sindacali del 1944 a Como a cura dell’Istituto Perretta.

L’iniziativa è aperta ai dipendenti comunali ed alla cittadinanza tutta.

 

24 settembre/ A cena con Italia-Cuba

italia-cuba-comoL’Associazione nazionale di amicizia Italia Cuba circolo di Como Vilma Espin, promuove sabato 24 settembre alle 20 alla sede dell’Associazione A. Lissi di via Ennodio 10 a Como-Rebbio, una cena conviviale di autofinanziamento. La serata sarà anche l’occasione per festeggiare i novantuno anni di Renzo Pigni. Il menù prevede: aperitivo, antipasto, lasagne, stinco con patate, dolce, acqua vino e caffè (è prevista l’alternativa vegetariana). La quota di partecipazione è di 25 euro. Info e prenotazioni 3284216071 / 3356056769.

25 aprile/ Renzo Pigni per la Costituzione contro l’Italicum

pigniitalicumvertRenzo Pigni ha sottoscritto  con convinzione le richieste di referendum contro l’Italicum al banchetto allestito dal Coordinamento democrazia costituzionale il 25 aprile al Monumento alla resitenza europea. Per l’ex sindaco di Como è infatti pessima la nuova legge elettorale detta “Italicum”. Anche l’intervento dal palco per l’Anpi di Pino Gallo ha in due passi (vedi video) evidenziato perché essere per la  Resistenza oggi è essere contro l’Italicum e contro la riforma costituzionale Renzi-Boschi.

 

L’Anpi ricorda Perugino Perugini

Perugino2016-02A pochi giorni dalla ricorrenza esatta del settimo annivarsario dalla sua scomparsa, avvenuta il 15 febbraio 2009, la sezione Anpi di Como ricorda la figura di Perugino Perugini (a cui la sezione è dedicata) con una commemorazione laica al cimitero di Como-Albate, dove il Partigiano giace con la moglie Giordana che ci ha lasciato qualche Perugino2016-01mese fa. Alla presenza di una trentina di partecipanti, tra cui l’assessore Marcello Iantorno, il vicepresidente del Consiglio comunale e presidente del Coordinamento comasco per la Pace Mario Forlano, i consiglieri Luigi Nessi e Patrizia Lissi, oltre a rappresentanze di partiti e associazioni, il presidente della sezione Nicola Tirapelle ha aperto il ricordo con un breve intervento che riportava alla luce l’attivismo e la dedizione nei valori dell’antifascimo e della democrazia che hanno riempito la vita di Perugino e di sua moglie Giordana (leggi qui l’intervento). A seguire, l’on. Renzo Pigni, fraterno amico dei Perugini ha omaggiato la coppia con un’orazione a ricordo del loro importante impegno sociale e politico per la città di Como. Marcello Iantorno ha portato i saluti dell’amministrazione comunale, ricordando quanto la salvaguardia dei diritti e della Costituzione debbano essere una priorità, lasciando poi concludere Laura Perugini, la quale ha ringraziato affettuosamente tutti gli intervenuti e la sezione Anpi di Como, che come già detto, porta il nome di suo padre. [jl, ecoinformazioni – foto Fabio Cani]

Renzo Pigni: i suoi primi novant’anni

Pigni-90-blog01

Festa in Comune per i 90 anni di Renzo Pigni, storico – si può ben dire – rappresentante politico della città: parlamentare e sindaco, tra le altre cose.

A fare gli onori di casa, il sindaco attuale, Mario Lucini, che ha ricordato il ruolo fondamentale svolto per molti decenni da Renzo Pigni nella vita politica e sociale di Como. In effetti – come ha ricordato lo stesso Pigni – la sua presenza sugli scranni di Palazzo Cernezzi è durata per ben 42 anni, dal 1951 quando giovane socialista ventiseienne si sedette per la prima volta sui seggi di consigliere comunale, fino al dicembre 1993 quando discese le scale come sindaco dimissionario, dopo un paio d’anni alla guida della città.

Nel suo discorso di ringraziamento (breve per i suoi standard… qualcuno ricordava oggi che i suoi interventi in consiglio duravano spesso più di un’ora) ha tenuto a sottolineare quanto sia cambiata la città, e quanto – forse – sia ancora più difficile governarla oggi rispetto a ieri, ma ha anche ribadito che ci sono alcuni valori imprescindibili, che non cambiano: tra gli altri, la necessità di “avere le mani pulite”, e quella di tenere viva la lotta antifascista e quegli ideali per cui settant’anni fa fu intrapresa la lotta di liberazione, ricordata proprio a Como dal Monumento alla Resistenza Europea, a cui Renzo Pigni è particolarmente legato.

Numerosi gli aneddoti, i ricordi, le battute, sui tanti anni spesi per il “superiore bene” della città, a dimostrazione che, nonostante i tanti anni sulle spalle, non sono venute meno né la lucidità di giudizio né il gusto del discorso.

Il brindisi poi è stato particolarmente caloroso e divertito. Con l’augurio di ritrovare Renzo a raccontare altri pezzi di vita ancora tra molti anni. [Fabio Cani, ecoinformazioni]

Pigni-90-blog05

Renzo Pigni con il sindaco Mario Lucini.

Pigni-90-blog03

Renzo Pigni durante il suo discorso di ringraziamento.

Pigni-90-blog04

I fotografi alle prese con la foto di gruppo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: