Giorno: 23 Novembre 2017

Acqua pubblica multicolore

Un centinaio di persone hanno risposto all’appello del Comitato per l’acqua pubblica e hanno partecipato alla manifestazione in piazza San Fedele a Como la sera del 23 novembre. Molti i sindaci; molti gli esponenti del Pd, la maggior parte dei presenti. Tra gli altri Sinistra italiana, La prossima Como, l’Arci e Legambiente.  Negli interventi dei sindaci e del Comitato comasco per l’acqua pubblica l’impegno a continuare la mobilitazione e ottenere che l’acqua, bene primario «senza colore» sia pubblica. Già on line sul canale di ecoinformazioni tutti gli interventi dell’iniziativa.

Guarda sul canale di ecoinformazioni tutti gli altri interventi dell’iniziativa.

Che rabbia: dopo tutto quello che abbiamo fatto per loro, litigano!

Che rabbia: non solo li abbiamo ospitati fornendo loro ogni opportunità per arrivare in Italia senza rischi. Che rabbia: non solo appena giunti ci siamo fatti in quattro per accoglierli e dare loro ogni opportunità per realizzare aspettative davvero esagerate (persino dormire tutte le notti e mangiare anche più di una volta al giorno). Che rabbia: non solo a quelli arrivati a Como abbiamo dato il meglio della nostra accoglienza, informandoli dei loro diritti, dando adeguato sostegno a chi subisce il terribile trauma di sfuggire a guerra, violenza e povertà. Che rabbia: non solo abbiamo chiuso un occhio quando si sono presi un pezzo del nostro autosilo più bello  (quello che ci è costato una fortuna e per non sciuparlo lo teniamo vuoto, libero anche dalle macchine). Che rabbia: nonostante per evitare che debbano urinare troppo, per il loro bene visto che non hanno servizi igienici, gli abbiamo tolto l’acqua e per evitare che si intristiscano anche panchine e alberi (troppa ombra nuoce soprattutto agli africani). E loro cosa fanno? Litigano, si comportano come tanti di noi e deve persino intervenire la polizia. Che rabbia. [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]

Diritti umani in Val Mulini/ Prc contro le minacce di Landriscina

Rifondazione comunista contesta le dichiarazioni del sindaco di Como Landriscina che commentando la presenza di tende per rendere meno drammatiche le notti dei migranti all’autosilo  ha dichiarato che con l’avvio del consueto intervento “emergenza freddo” la situazione di Val Mulini non verrà più tollerata. Leggi  nel seguito il comunicato del Prc.

(altro…)

Terzo colpo alla mafia: il ruolo delle istituzioni

La sala Brenna a Mariano Comense ha accolto nella serata di mercoledì 22 novembre il terzo incontro della rassegna Cinque colpi alla ‘Ndrangheta. Ospiti dell’incontro, moderato da Christian Galimberti de La Provincia, Davide Gentili, presidente della Commissione antimafia milanese e membro di Avviso Pubblico e Giorgio Garofalo, presidente del consiglio comunale di Seveso e membro di Brianza siCura. Il tema dell’incontro è stato il ruolo delle istituzioni, in particolare dei comuni, nella lotta alla criminalità organizzata. Anche in questa occasione è stata esposta la mostra Vittime di mafia.

(altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: