Giorno: 9 Dicembre 2017

Cento per Centesimi

Una giornata particolare per noi di ecoinformazioni quella del 9 dicembre. Al mattino in manifestazione per dire no al fascismo e al razzismo e documentare la piazza con tutti i colori della democrazia. Alle 17,30 il nostro incontro  Centesimi, uno spettacolo complesso al quale tanti di noi e tanti nostri amici hanno lavorato per mesi. È piaciuto, abbiamo incontrato  cento compagni di strada, cento amici dell’informazione con le spine. Tutti contenti. Cento buoni motivi per continuare nel nostro impegno di giornalismo partecipato. Anche domani: Giornata internazionale dei Diritti umani che al Gloria abbiamo cominciato a celebrare con un giorno di anticipo. Già on line sul canale di ecoinformazioni tutti  i video di Centesimi.

Guarda sul canale di ecoinformazioni tutti  gli altri video di Centesimi.

Guarda le foto di Gianpaolo Rosso di Centesimi.

 

E questo è il fiore/ in migliaia a Como contro il fascismo di ieri e di oggi

DSCN8273.JPGLa manifestazione E questo è il fiore di sabato 9 dicembre si è svolta non al Monumento alla Resistenza come inizialmente previsto, ma nei pressi del Tempio voltiano, richiamando migliaia di persone, tra cui molti partiti, associazioni e sindacati. Presenti, tra gli altri, sei ministri (Delrio, Fedeli, Madia, Martina, Orlando, Pinotti), Laura Boldrini, presidente della Camera, Susanna Camusso, segretaria Cgil nazionale, Matteo Renzi, segretario del Pd, partito organizzatore della manifestazione che è stata condotta da Alessandro Alfieri, segretario regionale dem, dopo un’introduzione musicale del gruppo 7grani che ha anche suonato brani storici nel corso della mattinata, congedando la folla (“di diecimila persone” è stato detto dal palco, più probabilmente sulle tremila) con  Bella Ciao.

(altro…)

Il sindaco c’è, ma non alla manifestazione antifascista

È bello avvertire, nei momenti difficili, la vicinanza delle istituzioni cittadine. Ma va riconosciuto che un sindaco, anche nei  momenti difficili, ha molte cose da fare. Le unghie, ad esempio, provocano in  inverno fastidiosissime ulcerazioni, per non dire della polvere sui cavallucci di cristallo del soggiorno. Non dobbiamo criticare, anche perché quando un sindaco ha già dedicato agli eventi lugubri di  questi giorni ben una (una) dichiarazione il suo dovere l’ha fatto, sia pure di malavoglia, sia pure per ultimo, dovendo proprio in quei momenti sistemare le marmellate nello scaffale del box. Poi, si sa, sono giornate campali per la politica, specie in una città di frontiera come la  nostra: addobbi natalizi, regalini ai commercianti, patacche luminose, balocchi, lavoretti tappabuche, passeggiate in tv. E tanti, troppi giornalisti tra i piedi. Del resto, l’aveva detto, sarò il sindaco di tutti i cittadini.  E gli va riconosciuto. Non facciamo, per favore, di tutta l’erba un fascio. [A.R. ecoinformazioni]

Anna Francescato/ L’intervento a “E questo è il fiore”

«Como senza frontiere è una rete di associazioni, organizzazioni politiche, sindacali e religiose, gruppi e singoli che si è costituita quasi due anni fa con l’obiettivo prioritario di contribuire a cambiare radicalmente la percezione del fenomeno migratorio, percezione che nella situazione attuale appare profondamente distorta. (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: