Giorno: 10 Gennaio 2018

Benvenuta Tina

È nata Tina, figlia della nostra direttrice Jlenia Luraschi e di Nicola Tirapelle. Tutta eco è felice insieme all’Arci e a Tina Modotti che è orgogliosa di una bimba che porterà il suo nome e  per l’occasione le ha dedicato tante rose. [Foto Tina Modotti]

13 gennaio/ “Cominciamo dal Brutto anatroccolo” a Villa Bernasconi

Prende il via con “Cominciamo dal Brutto Anatroccolo” il 2018 di Villa Bernasconi a Cernobbio. Il laboratorio creativo per bambini, dai tre anni di età organizzato nell’ambito del quarto anno di attività di “Como-Cernobbio Andata/Ritorno”, promosso dal Comune di Cernobbio con il Teatro Sociale di Como, sabato 13 gennaio animerà la mansarda della storica dimora liberty.

I piccoli partecipanti saranno guidati alla scoperta dello spettacolo teatrale “Piume, in viaggio con il brutto anattrocolo”, prodotto dal Teatro San Teodoro di Cantù, in scena domenica 14 gennaio alle ore 16:00 al Teatro Sociale di Como.

Ascoltare, disegnare, costruire, intrecciare trame fantastiche saranno al centro di questo laboratorio al termine del quale, ad ogni partecipante, verrà regalato il gioco del “Brutto Anatroccolo”. Un inizio di nuovo anno all’insegna delle attività per i più piccoli per Villa Bernasconi, la quale è dall’autunno 2014 palcoscenico di tutti gli appuntamenti di “Como-Cernobbio Andata/Ritorno”, una partnership fortemente voluta, e concretizzata, dal sindaco di Cernobbio, Paolo Furgoni, e dall’allora Presidente del Teatro Sociale di Como, Barbara Minghetti.  Il prossimo appuntamento di “Como-Cernobbio Andata/Ritorno” sarà in programma nel mese di marzo per la presentazione dello spettacolo “Terra Matta”.

Per info: http://www.villabernasconi.eu

[VC, ecoinformazioni]

19 e 20 gennaio/ Sold out/ “Follia” al Teatro San Teodoro di Cantù

Venerdì 19 (sold out) e sabato 20 gennaio (sold out) alle ore 21 andrà in scena al Teatro San Teodoro di Cantù lo spettacolo Follia, una riflessione sul confine tra “normalità” e devianza a quarant’anni dalla promulgazione della legge 180/78, la cosiddetta legge Basaglia. 

Il progetto, promosso dalla Compagnia teatrale Circolo Arci Trebisonda, ha ricevuto da subito il sostegno e la collaborazione del Teatro San Teodoro, l’adesione ufficiale del Dipartimento di Salute Mentale di Trieste, il patrocinio dell’Asst Lariana e dell’Associazione Asvap.

Nelle sue diversi fasi di lavorazione ha coinvolto attivamente circa 100 persone: i giovani attori dell’Associazione Trebisonda, operatori e utenti partecipanti al laboratorio teatrale nato dalla collaborazione con il dipartimento di salute mentale dell’Asst Lariana, insegnanti e studenti provenienti da diverse Scuole Superiori di Como, il coro Schiacciavoci, i privati cittadini che hanno aderito ai workshop proposti a teatro nel periodo tra febbraio e maggio 2017 e i numerosi professionisti dello spettacolo che hanno accettato la sfida con generosità ed entusiasmo – Antonello Rizzella, Davide Marranchelli, Elisa Carnelli, Francesca Cervellino, Marco Belcastro, Simona Pagnoni, Stefano Annoni, Vittorio Liberti.

Uno spettacolo dal forte impatto emotivo sia per i suoi interpreti, sia per gli spettatori, che accompagna sul sentiero della comprensione della sofferenza psichica ricostruendo anche la storia della psichiatria e dell’antipsichiatria in Italia. Uno spettacolo che ha anche l’ambizione di offrire qualche spunto di riflessione, dove la psichiatria diventa il naturale pretesto, la punta dell’iceberg, la cartina tornasole con cui saggiare lo stato di salute della nostra società.

Ideazione progetto, testo e regia: Giacomo Puzzo

Coreografie e aiuto regia: Francesca Cervellino

Interpreti: attori della Compagnia Teatrale Trebisonda, partecipanti ai workshop, operatori e utenti dei servizi di psichiatria del territorio, con la collaborazione e la partecipazione di Stefano Annoni, Elisa Carnelli, Marco Belcastro e Davide Marranchelli

Musiche dal vivo: Vittorio Vanini – Pianoforte, Marco Melis – Sax, Flavio Vanini – tromba e chitarra elettrica, Franco Pandolfo – basso elettrico

Costumi a cura dei laboratori creativi del San Martino di Como

Foto Claire Wymer

Biglietti:

Intero 10 euro, ridotto 9 euro, Soci Bcc 8 euro, Portatori di handicap e under 14 5 euro

Ridotto:  under 25 e over 65, – Soci/e di Coop, Arci, Associazione Parolario, Allineamenti, Associazione Trebisonda, Visionari Progetto Artificio

[VC, ecoinformazioni]

13 gennaio/ “Il principe Amleto” al Teatro Sociale

Una versione rivisitata ma altrettanto emozionante del capolavoro di William Shakespeare: si tratta di “Un Principe” di Massimiliano Burini, portato in scena dalla giovane compagnia Occhisulmondo al Teatro Sociale di Como sabato 13 gennaio alle ore 20.30.

Il titolo conferma il gioco di astrazione attraverso il quale la compagnia ricerca, dentro lo statuto del classico, l’impronta universale e contemporanea. Il pubblico diventa così il destinatario di un messaggio che prova di non aver bisogno di elaborare impalcature complesse o di riprodurre coordinate storiche per funzionare.

Questa rappresentazione non manca di riferimenti all’originale vicenda shakespeariana, lasciandone intatti tutti i passaggi fondamentali e approfondendoli, restituendoceli nella loro più intima essenza che, ancor oggi, pone dubbi e domande.

Biglietti per lo spettacolo in vendita presso la biglietteria del Teatro e online su www.teatrosocialecomo.it. Prezzi 20€ + prevendita.

[VC, ecoinformazioni]

14 gennaio/ “Pinocchio” al Teatro Lucernetta

Domenica 14 gennaio andrà in scena al Teatro Lucernetta di Como (piazza Medaglie d’oro 4) “Pinocchio”, il capolavoro di Collodi che ha conquistato un posto nell’Olimpo della letteratura italiana e internazionale. L’Associazione culturale Teatro in Centro presenterà una versione teatrale del celebre racconto adatta a grandi e piccoli.

Domenica 14 gennaio sono previsti due spettacoli, rispettivamente alle 15.30  e alle 17.30. I biglietti possono essere acquistati sul sito della compagnia  www.teatroincentro.com alla sezione biglietti o direttamente presso la biglietteria del teatro che sara’ aperta sabato 13 gennaio dalle 15.00 alle 18.00 e domenica 17 dicembre dalle ore 14.00.

Il costo dei biglietti e’ di 3 € e 4 € per i bambini (balconata, platea) e di 7 € e 8 € per gli adulti (balconata, platea)

Per tutte le informazioni contattare telefonicamente la biglietteria al 345.67.15.852 (dal lunedi’ al venerdi’ dalle 18.30 alle 20.30,sabato dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 20.00 e domenica dalle 10.00 alle 12.00) oppure scrivere a biglietteria@teatroincentro.com

PINOCCHIO di C.COLLODI, adattamento di  E.Montalto

CON: Laura Cairoli, Ester Montalto, Simone Paci, Sarah Paoletti, Massimiliano Angioni

Scene: Juan Amago

Costumi:  Laura Cairoli   Produzione: Teatro in Centro

Regia: Ester Montalto

[VC, ecoinformazioni]

23 gennaio/ Corsi di scrittura creativa con Parolario e Comocuore

Riprendono il 23 gennaio i corsi di scrittura creativa organizzati da Parolario in collaborazione con Comocuore, un percorso per scoprire i segreti della scrittura, trovare le formule giuste per mettere nero su bianco le idee e dar voce allo scrittore che è dentro di noi.

Saranno tre i corsi attivati per questa undicesima stagione: “Leggere per scrivere: il racconto”, “Leggere per scrivere: il romanzo” e “Scrivere gialli”.

I corsi, articolati in otto incontri, da gennaio a maggio, si terranno presso la sede di Comocuore in via Rovelli a Como: i corsi sul racconto e sul giallo si terranno il sabato pomeriggio (dalle 14.30 il primo e dalle 17.30 il secondo) mentre quello sul romanzo si terrà il martedì dalle 18.30.

Il calendario dettagliato e il programma dei corsi sono consultabili al sito www.parolario.it.

I corsi sono a numero chiuso (massimo 14 partecipanti), la quota di partecipazione è di 320 euro. Per chi ha partecipato a uno dei corsi precedenti e per chi è in possesso della Card “Amici di Parolario”, la quota è di 280 euro.

Le iscrizioni si chiudono il 19 gennaio per il corso dedicato al romanzo e il 23 gennaio per i corsi sul racconto e sul giallo. È possibile iscriversi contattando la segreteria organizzativa di Parolario Ellecistudio (Piazza del Popolo 14, Como) all’indirizzo email info@parolario.it o al numero di telefono +39.031.301037

[VC, ecoinformazioni]

19 gennaio/ Presentazione viaggio studio in Giappone

Venti studenti universitari potranno vivere nel 2018 l’intensa esperienza di un viaggio di studio in Giappone, che sarà presentato venerdì 19 gennaio alle ore 12.00 presso il Chiostro di S. Abbondio (aula S.1.3), Via S. Abbondio 12 a Como, durante un incontro aperto a tutti gli interessati.

Il viaggio è proposto a tutti gli studenti dell’Università dell’Insubria ma è aperto anche agli studenti di altri Atenei e sarà condotto da due docenti dell’Insubria, tra cui l’insegnante madrelingua di lingua giapponese. Si tratta di un viaggio adatto agli studenti di tutti i corsi di laurea (umanistici e scientifici), e che si colloca in una tradizione ormai consolidata dell’Università dell’Insubria che offre opportunità non conseguibili in viaggi singolarmente condotti.

Questo “evento itinerante” ha infatti avuto il prestigioso patrocinio della Fondazione Italia – Giappone, ente costituito nel 1998 su iniziativa del Ministero degli Affari Esteri con lo scopo di sviluppare le relazioni tra i due Paesi in campo culturale, scientifico ed economico.

Il viaggio si svolgerà dal 18 al 31 maggio: oltre a imprescindibili visite culturali e naturalistiche a Tokyo, Kyoto e Osaka, sono previste tappe meno usuali come le splendide Kanazawa e Shirakawago, a ridosso delle Alpi giapponesi, e due siti del patrimonio dell’Unesco: Nikko “la città della luce del sole”, e Nara, nel cui parco del tempio Todai-ji i cerbiatti si fanno accarezzare dai visitatori.

Accanto a momenti di svago, il viaggio si caratterizzerà per importanti incontri istituzionali, diretti ad approfondire “a tutto tondo” la realtà del Giappone e a stabilire relazioni potenzialmente utili per il futuro professionale dei partecipanti.

A Tokyo gli studenti saranno infatti ricevuti presso l’Ambasciata d’Italia per un seminario sullo stato delle relazioni diplomatiche, presso l’Istituto Italiano di Cultura per comprendere la penetrazione della cultura italiana in Giappone e presso la Camera di Commercio Italiana in Giappone per approfondire lo stato delle relazioni economiche tra i due Paesi. È prevista inoltre una giornata alla Tokyo University of Foreign Studies, dove il gruppo avrà la possibilità di familiarizzare con gli studenti giapponesi che studiano italiano, conoscendo da vicino un’importante realtà universitaria locale e stabilendo relazioni che potranno durare nel tempo.

La tappa a Kyoto prevede un festoso incontro in municipio con il sindaco Daisaku, destinato a rinsaldare i legami con la capitale culturale del Giappone.

Infine, a Osaka, il gruppo farà visita a una medio-grande azienda giapponese, la Yagi Tsusho, che opera nel campo della commercializzazione di prodotti tessili e che collabora con importati aziende del settore in Italia.

Il termine per la presentazione della candidatura è il 28 gennaio 2018; la domanda di partecipazione o richieste di informazioni vanno inviate a giorgio.zamperetti@uninsubria.it e keiko.maruyama@faswebnet.it

Il bando con il programma e i dettagli è pubblicato al link https://www.uninsubria.it/opportunita/bando-viaggio-di-studio-giappone-2018-e-programma-del-viaggio

[VC, ecoinformazioni]

25 gennaio/ Lugano/ Widmann e Hagen Quartet

LuganoMusica propone giovedì 25 gennaio, alle ore 20.30, nella Sala Teatro del LAC di Lugano, un nuovo appuntamento con la musica contemporanea e con una delle sue personalità attualmente più interessanti: il compositore e clarinettista tedesco Jörg Widmann.

A lui LuganoMusica ha commissionato – insieme ad altre prestigiose istituzioni musicali, come il Centro Nacional de Diffusion Musical di Madrid, la Wigmore Hall di Londra, la Philharmonie di Essen, la Carnegie Hall di New York, la Strijkkwartet Biennale di Amsterdam, la Cité de la Musique di Paris e la Mozartwoche di Salisburgo – un quintetto per clarinetto ed archi che verrà eseguito per la prima volta in Svizzera proprio al LAC.

Per questa prima esecuzione svizzera, l’altro grande protagonista della serata insieme a Widmann sarà il celebre quartetto Hagen, composto dai fratelli Hagen, Lukas e Clemens, che suonano due Stradivari, Veronika, che suona una viola Maggini, e da Rainer Schmidt.

“Il mio quintetto è un singolo adagio di circa 40 minuti – commenta Widmann -. Il primo tempo Lento potrebbe funzionare per l’intero pezzo. Ad eccezione di alcune esplosioni, l’intero lavoro si posiziona nell’affascinante e pericolosa area intermedia di statica e flusso, la musica scompare quasi completamente e poi torna a suonare in sfere più alte o più basse, a galleggiare. O almeno è quello che spero. Suonare, galleggiare, amare: in quasi nessun altro pezzo mi sono dedicato a questi topoi in modo così libero come in questo mio quintetto per clarinetto”.

Oltre al quintetto composto da Widmann, il concerto prevede l’esecuzione del capolavoro di Mozart, il Quintetto per clarinetto e archi in la maggiore, KV581.

Alle ore 19.00 si terrà un incontro pre-concerto nella Sala Refettorio del LAC (ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria).

Biglietti: Fr. 77.- / Per informazioni: http://www.luganomusica.chinfo@luganomusica.ch – Tel. +41 ( 0) 58 866 42 85

Prevendita biglietti presso la biglietteria del LAC, online su http://www.luganomusica.ch, presso tutti i punti vendita Ticket Corner (uffici postali, Manor, stazioni FFS) e online su http://www.ticketcorner.com

Orari biglietteria LAC: martedì-domenica: 10.00–18.00. Info biglietteria Tel. +41 (0)58 866 42 22 (ma-do 12.00-18.00)

[VC, ecoinformazioni]

12 gennaio/ “Jazz on the water” al Bistrot Villa Geno

Venerdì 12 gennaio al Bistrot di Villa Geno dalle 21.30 per la rassegna Jazz in the water si esibiranno Antonio Zambrini al pianoforte, Paolini Dalla Porta al contrabbasso e Manhu Roche alla batteria.

L’incontro tra questi tre musicisti di  talento ed esperienza si sviluppa sul filo dell’improvvisazione e della proposta di composizioni originali che hanno riscosso consensi e apprezzamento nei molti anni della loro attività, assieme alla rilettura di alcuni celebri standards della grande tradizione americana. Il suono di questo trio si basa quindi sulla versatilità stilistica e sulla riconosciuta felicità espressiva dei suoi componenti, oltre che sulla loro vena compositiva sviluppata negli anni, e rappresentata in alcune proposte del loro repertorio.

Il formidabile batterista francese Manhu Roche è stato a lungo al fianco di Michel Petrucciani, all’inizio così come negli ultimi anni anni di carriera del grande pianista. Poi, tra le sue ulteriori prestigiose collaborazioni, si possono citare Chet Baker, Jacky Terrasson, Cassandra Wilson, Kenny Wheeler, Pharoah Sanders, Dave Liebman, Miroslav Vitous, Joe Lovano e molti altri.

Paolino Dalla Porta è, come noto, tra i massimi contrabbassisti in Italia e in Europa. Ha collaborato con un numero impressionante di artisti di tutto il mondo, tra i quali Dave Liebman, Lester Bowie, Michel Petrucciani, Kenny Wheeler, Paul Bley, Aldo Romano, Enrico Rava, Lee Konitz, Don Cherry, Pat Metheny, Paolo Fresu.

Antonio Zambrini prosegue un percorso che dalle sue numerose ed apprezzate composizioni si è spinto in diverse direzioni: suoi lavori recenti riguardano la musica di Nino Rota, (con il cd “Plays Nino Rota” del 2012), Gabriel Faurè (con il cd “Enfance” del 2011, con Simona Severini alla voce), il Prog inglese (“Songs from the Procol Harum Book”, Abeat 2010). Tra le collaborazioni recenti, Eliot Zigmund ( “Long distance” nel 2012), Rita Marcotulli ( “La conversazione” Abeat 2013), e più addietro Lee Konitz (serie di tre cd per Philology, 2008).

L’esibizione sarà anticipata da un aperitivo dalle ore 19. Per info e prenotazioni 031.30.14.14 in orario di ufficio (Lun-Ven 9:30/17:00) o visitate il sito http://www.villagenobistro.com/. Ingresso libero.

[VC, ecoinformazioni]

13 gennaio/ Mostra di Giovanni Rigano e presentazione graphic novel “Illegal”

La rassegna di mostre d’arte al Chiostrino Artificio (Piazzolo terragni 4, Como) inaugura il nuovo anno con l’artista Giovanni Rigano, illustratore di molte graphic novel e attualmente collaboratore come Layout Artist per la Divisione Libri di Disney USA e per Agenzie di Comunicazione italiane ed estere. Il 13 gennaio 2018 alle ore 17:00 in occasione dell’apertura della sua mostra verrà presentato il libro “Illegal”, con ospiti d’eccezione gli autori Eoin Colfer ed Andrew Donkin.

“Illegal – dice Rigano – è una storia per tutti e che tutti possono leggere per cambiare punto di vista. Racconta l’odissea di un ragazzino di dodici anni che lascia il Ghana e arriva in Sicilia”.
Già tradotto in 5 lingue e in prossima uscita in Germania e Stati Uniti, Illegal è stato libro della settimana per The Times, tra i migliori libri del 2017 per il Guardian, selezionato come unica graphic novel per il premio Irish Book Award.

“Abbiamo programmato questa mostra nel mese di luglio 2017 – spiega Anna Buttarelli, Presidente dell’ associazione Luminanda – volendo riflettere attraverso l’arte su un tema che ci tocca da vicino come cittadini e come esseri umani. Per questo abbiamo voluto creare uno spazio di dialogo coinvolgendo diverse associazioni, gli autori e l’illustratore di questo libro, che ringraziamo per aver accolto l’invito. Noi di Luminanda crediamo che l’arte possa avvicinare e aprire ad un confronto tra diversi punti di vista. Invitiamo davvero tutti sabato alle 17 per un incontro libero, sincero, informato e costruttivo.”

Lo stesso giorno dalle ore 14.30 i bambini avranno il privilegio di poter scoprire le tecniche d’illustrazione di Giovanni Rigano all’interno del laboratorio “Illustrami, uno spazio di due ore dedicate all’arte in cui i bambini lavoreranno proprio insieme all’artista. E’ necessario prenotarsi al laboratorio scrivendo a segreteria.luminanda@gmail.com – tel. 345 4502969

Per maggiori informazioni www.artificiocomo.it

[VC, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: