Sciopero vigilanza, a Como 95 per cento di adesioni

downloadMarco Fontana, segretario Filcams della Cgil di Como, esprime soddisfazione per l’alta partecipazione allo sciopero unitario della vigilanza, tra le più alte  a livello nazionale con il 95 per cento di adesioni. Di seguito il comunicato stampa della Cgil di Como.
Straordinaria riuscita dello sciopero del settore della vigilanza indetto ieri da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs. «Siamo molto soddisfatti – spiega Marco Fontana, segretario Filcams Cgil Como – a Roma, abbiamo portato una cinquantina di lavoratori di Sicuritalia, Mondialpol e La Vedetta Lombarda. A Como, le percentuali di sciopero sono state fra le più alte d’Italia, con punte del 95 per cento. La protesta è pienamente riuscita: non ci fermeremo qua, ringraziamo i lavoratori».

Contratto nazionale di settore scaduto da più di due anni e proposte datoriali che tendono a peggiorare le condizioni di lavoro:  questi i motivi che hanno portato i sindacati ad avviare la mobilitazione. Tra le richieste inaccettabili delle imprese: l’estensione a 45 ore dell’orario normale di lavoro per le guardie impiegate nei servizi di vigilanza fissa; la possibilità di ricorrere al lavoro a chiamata/intermittente sia per la vigilanza privata che per gli altri servizi di sicurezza e di inserire nel contratto le flessibilità previste dal Jobs act; l’abbattimento della durata oraria settimanale minima del part-time; la riduzione del periodo di comporto utile ai fini della conservazione del posto di lavoro; la compressione delle modalità di fruizione dei permessi della legge 104/92 e il superamento della copertura economica dei primi tre giorni di assenza per malattia. [Cgil Como]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: