Franco Fragolino

ecoinformazioni on air/ Tasse diverse per redditi diversi

AclifiscoIl servizio del 13 giugno di Gianpaolo Rosso per Radio popolare.  Ascolta il servizio audioLe Acli di Como intervengono nel dibattito in corso su come fra quadrare il bilancio dei comuni e lo fanno guardando al capoluogo ma anche all’insieme del territorio provinciale. Per Franco Fragolino, presidente di Acli service, e anche del Consiglio comunale di Como fino poche settimane fa, è giusto tenere conto delle difficoltà di bilancio dei comuni ma non è giusto che ciò che viene dato ai cittadini a livello centrale con gli 80 euro venga poi tolto a livello locale. Questo succede se non si applicano tariffe diverse a diversi redditi e se si utilizza la Tasi per tassare tutti indistintamente rendendo la nuova tassa una nuova Imu più ingiusta e più difficile da pagare a causa di veri e propri pasticci normativi. Per Fragolino i comuni devono scegliere di elevare in base alla necessità l’Imu sulle seconde case, mantenere bassa l’imposizione della Tasi che colpisce indiscriminatamente tutti e adottare addizionali irpef  progressive. Le tasse uguali per tutti sacrificano i ceti meno abbienti. Per le Acli occorre invece esentare un livello di reddito consistente o deliberare l’addizionale a scaglioni di reddito. [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]

 

La Conferenza stampa di presentazione il 12 giugno della proposta delle Acli. Vai all’articolo e ai video.

 

Ecoinformazioni on air/ Sommovimenti in maggioranza

logo ecopop

Il servizio del 7 maggio di Gianpaolo Rosso per Radio popolare. Ascolta il servizio audio.  Avere un’ampia maggioranza e stravincere le elezioni non sempre determina tranquillità. Lo sa bene il sindaco di Como Mario Lucini che deve fare i conti con i sommovimenti della sua maggioranza che vede in particolare il Pd in fibrillazione per aumentare il proprio peso nel governo della città.

Non è chiaro ancora quante siano le caselle da riempire, ma certamente sono da nominare l’assessore al Bilancio, Partecipate e alle Pari opportunità e il presidente del Consiglio comunale dopo le dimissioni mesi fa dell’assessora tecnica Giulia Pusterla e più recentemente dell’esponente di spicco delle Acli Franco Fragolino che ha rinunciato sia alla presidenza che al suo posto in consiglio per motivi personali certo, ma anche per evidenti divergenze con la maggioranza che vede nelle voci di dissenso un fastidioso ostacolo al lavoro.

Per l’assessorato a Bilancio è possibile che alla fine Lucini accetterà il capogruppo del Pd Stefano Legnani mentre per la carica di presidente del consiglio si scontrano i sostenitori dell’autosufficienza della maggioranza e coloro che ritengono che per il  ruolo di presidente sia opportuna una personalità della maggioranza che sappia essere cerniera o addirittura un esponente delle minoranza. Si oscilla così tra molti nomi:  lo spesso Legnani se non avrà l’assessorato, la giovane esponente del Pd Andrèe Cesareo o Marco Tettamanti della Lista del sindaco ma, se prevalesse la concertazione con le minoranze, papabili diventerebbe nella maggioranza Vincenzo Sapere di Paco-Sel e nell’opposizione Ada Mantovani la cui nomina segnerebbe un evidente cambio di linea.

E’ certo quindi che fino a giovedì 15 maggio, quando si deciderà, per Lucini e per il suo centrosinistra continuerà un periodo difficile.

[Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]

Fragolino si dimette

Fragolino ccgiugno 2012Il presidente del Consiglio comunale comasco lascia incarico e aula.

 

Franco Fragolino lascia ogni incarico a Palazzo Cernezzi, le voci che si susseguivano hanno trovato ora una piena corrispondenza con i fatti. Durante le preliminari al Consiglio comunale di Como di mercoledì 30 aprile, il banco della Giunta quasi vuoto, il presidente dell’aula ha annunciato la sua intenzione di dimettersi «dopo lunga riflessione» dato che «non riesco a svolgere con dovuta serenità l’incarico» anche a causa di impegni personali e lavorativi. Dimissioni quindi non solo dal ruolo di presidente, ma con: «Estrema difficoltà e rammarico, anche dal Consiglio comunale». Un rammarico esteso anche alle “cadute” nell’attività politica degli ultimi due anni ovvero la capacità di tessere un dialogo fattivo, infatti l’ex presidente ha citato Pericle: «La discussione non è un ostacolo sulla strada dell’azione politica». Fragolino ha spronato la maggioranza «occorre un riorientamento di rotta», palesando così un malessere «in un momento che non è di ordinaria amministrazione», ricordando che «le istituzioni cambiano con le persone che ne fanno parte», un’altra stoccata a chi ora dirige quella macchina.

Un apprezzamento del suo operato è stato fatto poi sia dalla maggioranza, il sindaco Mario Lucini, Luigi Nessi, Paco-Sel, e dall’opposizione Enrico Cenetiempo, Ncd. Fragolino ha comunque presieduto la seduta in corso, posticipando quindi alla prossima dimissioni ufficiali e surroga (l’intervento di Fragolino pubblicato sul Notiziario comunale). [Michele Donegana, ecoinformazioni]

26 marzo/ La crisi sociale a Como: analisi e prospettive

crisi_sociale.jpg_1010865195L’incontro con il vescovo Diego Coletti e il sociologo Mauro Magatti, sociologia generale – Università cattolica di Milano, previsto per il 13 marzo è stato rinviato al 26 marzo alle 20.45 e si svolgerà in Sala Stemmi a Palazzo Cernezzi. L’iniziativa è promossa dalla presidenza del Consiglio comunale di Como.

«Si tratta di un’importante occasione di confronto e dibattito su un fenomeno che, purtroppo, ha colpito e colpisce anche la nostra città – dichiara il presidente del Consiglio comunale comasco Franco Fragolino –. Ad offrirci lo spunto è stato lo stesso vescovo che nei mesi scorsi ha richiamato la città a prendere coscienza delle difficoltà legate alla nuova e grave emarginazione sociale. Quanto al professor Magatti, la sua presenza, ci è parsa quella più qualificata per fornire gli appropriati strumenti di lettura». [md, ecoinformazioni]

Abbondino d’oro 2013

villaolmoCerimonia di attribuzione sabato 8 febbraio alle 11 a Villa Olmo a Famiglia comasca, Caritas diocesana e Luisella Anzani.

«La cerimonia, aperta a tutta la cittadinanza, sarà presieduta dal sindaco Mario Lucini, dal presidente del Consiglio Franco Fragolino e dal presidente della commissione che assegna l’Abbondino Giorgio Selis – spiega una nota del Comune di Como –. Alla Famiglia comasca la benemerenza è stata attribuita “per l’impegno profuso nella tutela e nella valorizzazione della tradizione comasca”, alla Caritas diocesana “per l’opera di assistenza sociale e umanitaria svolta in città dal 1973”, a Luisella Anzani “per l’attività svolta in città a favore dei malati di distrofia muscolare”». [md, ecoinformazioni]

In Sala Stemmi contro la pena di morte

Franco Fragolino, presidente del Consiglio comunale, ha aperto alle 17 di sabato 30 novembre a Palazzo Cernezzi la manifestazione contro la pena di morte organizzata dal Comune di Como e dal Coordinamento comasco per la Pace, con l’adesione di Acli, Arci e Csv e la collaborazione di Amnesty international. Già disponibili sul canale di ecoinformazioni i video di Valentina Rosso degli interventi all’iniziativa alla quale hanno partecipato il sindaco Mario Lucini e una quarantina di persone. (altro…)

Como in marcia per la Pace

banduere paceIl sindaco Mario Lucini, il presidente del Consiglio comunale di Como Franco Fragolino e Marta Abinti, presidente del CcP, sono tra i primi firmatari dell’appello Insieme per la pace. Dalla Marcia di un giorno alla Marcia di tutti i giorni, diffuso il 25 ottobre dal Comitato promotore della Perugina-Assisi. Leggi nel seguito del post il testo dell’Appello. Per aderire info@perlapace.it. (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: