I diritti alzano la voce

Il Terzo settore lariano contro i tagli al welfare

L’intero Terzo settore lariano partecipa alla mobilitazione nazionale del 23 giugno per l’iniziativa I diritti alzano la voce. Moltissime le adesioni comasche (Acli, Arci, Anteas, Anolf, Auser, Caritas, Cgil-Cisl-Uil, CdO, Rete disabilità). Nella conferenza stampa di presentazione della campagna per contrastare i tagli nel settore che mettono a rischio servizi essenziali e ledono diritti costituzionali che si è svolta mercoledì 22 giugno i rappresentanti di Acli, Arci, Auser, Cisl, Federsolidarietà, Uil Pensionati hanno concordemente illustrato i dati dei tagli decisi dal governo Berlusconi per il 2011 spesso consistenti nel dimezzamento delle somme messe a disposizione nel 2010. Denunciato come particolarmente odioso e inaccettabile l’azzeramento totale del Fondo nazionale per l’autosufficienza segno della volontà del governo delle destre di ignorare i diritti proprio della parte della popolazione più debole e bisognosa di attenzione. Per questo il Terzo settore lariano ha deciso di dire basta e afferma: «Noi abbiamo fatto e faremo la nostra parte, ma non vogliamo essere persi in giro» in una situazione nella quale è impossibile garantire senza risorse diritti fondamentali che non possono essere completamente presi in carico dal volontariato. Tutte le informazioni sulla mobilitazione e sulle proposte del Forum del terzo settore sul sito dedicato alla Campagna I diritti alzano la voce.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: