Piccola Accademia Teatrogruppo popolare

8, 14 giugno/ Il teatro contro il bullismo

Sabato 8 giugno e venerdì 14 giugno, Teatrogruppo popolare dedicherà il suo lavoro al mondo della scuola, affrontando il tema purtroppo attuale del bullismo. Per quanto infatti conosciuto da tempo e contrastato lungamente, anche se in modo evidentemente non sufficiente, episodi recenti di continua sopraffazione del «diverso» per quanto riguarda la sessualità, il genere, il luogo di provenienza, la condizione socio-economica, l’abilità psico- fisica e altro ancora da parte di coetanei tra i bambini e i giovani, ci devono indurre a pensare che il fenomeno del bullismo sia tutt’altro che isolato e sconfitto.
Qui di seguito i programmi dei due incontri che si terranno presso la Piccola Accademia di via Castellini 7 a Como.

(altro…)

18 febbraio/ Aria, spettacolo e laboratorio per bambini alla Piccola Accademia

Domenica 18 febbraio alle 16 torna Connessioni Controcorrente con La domenichina dei piccoli alla Piccola Accademia di TeatroGruppo Popolare in via Castellini 7 a Como; l’appuntamento è con lo spettacolo-laboratorio per i più piccoli Aria che farà riflettere e giocare i bambini con le parole e la carta, facendo creare loro degli origami.

Ariel, la protagonista, è essa stessa aria, e la compone e la governa come un vestito, un colore… E gli elementi dell’aria le giocano intorno: l’eco, le note musicali, una libellula, una farfalla, e poi aquiloni, scie d’aerei e soprattutto un usignolo dal canto melodioso che allieta i giorni dell’imperatore, fino a che è costretto dal dispiacere a scappar via. Ma Ariel sarà capace dolcemente di riportarlo indietro.

 

Giocare con le parole vuol dire giocare con l’aria. D’aria sono le storie. L’aria è il fluido lieve che ci contiene e che conteniamo. È l’insieme dei suoni che emettiamo con la voce o con gli strumenti, perché è la causa e il veicolo del suono. C’è l’aria di una canzone. Aria è anche l’aspetto che ha il nostro volto, la nostra espressione. Aria è uno strumento di gioco infinito: prende la forma del contenitore, si fa plasmare dalle nostre mani meglio di qualunque creta, si infila ovunque e dovunque sfugge. È un momento. L’aria vuole essere pulita, vuole farsi respirare, vuole ispezionarci, curiosarci. È ecologia, prima di tutto.

Allo spettacolo seguirà una merenda e un laboratorio di origami per i bambini.

Con Olga Bini.
Regia di Giuseppe Adduci.

Ingresso: bambini 4 euro, adulti 6.

20 gennaio/ Nel mio paese alla Piccola Accademia con cena

Nel mio paese - AdduciSabato 20 gennaio alle 19.30 Connessioni controcorrente torna alla Piccola Accademia di via Castellini per la rassegna Il teatro e Margherita, un’occasione per gustare insieme allo spettacolo una pizza in compagnia di attori, costumisti, scenografi e operatori teatrali; l’appuntamento di sabato è con Nel mio paese, spettacolo sull’emigrazione, testo e regia di Giuseppe Adduci con Gianpietro Liga.

Una storia di emigrazione e di amicizia che riesce ad abbracciare attraverso gli occhi di una persona comune il punto di vista di molti e a restituire lo stupore verso quanto avviene attorno al tema delle migrazioni.

Il protagonista, camionista mal disposto a sovrapporre alla sua condizione quella ancor più svantaggiata di chi arriva nel suo paese con lo stomaco vuoto, avverte durante un suo viaggio un peso diverso sulla centinatura del camion, sottile, quasi di un’ombra che si infila al suo interno, sotto, sopra, intorno a lui.
Si rende conto che quell’ombra è un uomo, reso tale da un sistema che ancora oggi, nel duemiladiciotto, permette forme di schiavitù in un mondo che ci piace definire civilizzato. E ombra diventa quando, tornato nel suo Paese, per errore viene scambiato per una persona diversa, migrante; viene mandato a raccogliere pomodori, tutto il giorno, giorni e giorni, ore e ore, senza un soldo, insieme a tanti altri dimenticati.

Testo e regia di Giuseppe Adduci. Con Gianpietro Liga.

Lo spettacolo andrà in scena alle 21; l’appuntamento prevede di poter cenare alle 19.30 alla Piccola Accademia, prenotazione obbligatoria.

L’iniziativa è parte del progetto Connessioni controcorrente, percorso di rigenerazione culturale urbana firmato Arci Xanadù, ecoinformazioni, TeatroGruppo Popolare e realizzato con il contributo di Fondazione Cariplo.

Ingresso 15 euro cena e spettacolo, 10 euro il solo spettacolo.

Per informazioni e prenotazioni: 348 3629564 o info@teatrogruppopopolare.it

21 gennaio/ Il diario di Anna Frank raccontato ai bambini

Anna_FrankAll’interno del contenitore Lieto il fine Teatro Gruppo Popolare, alla Piccola Accademia in via Castellini 7 a Como alle 16 di domenica 21 gennaio, porterà sul palco lo spettacolo laboratorio Il diario di Anna Frank raccontato ai bambini. 

TeatroGruppo Popolare con Lieto il fine si prefigge l’obbiettivo di raccontare fatti di gravità civile in modo poetico e trasfigurato e di far intervenire i bambini nei racconti più noti della letteratura per ragazzi facendone cambiare il finale drammatico. Così facendo anche la tragedia della vicenda di Anna Frank e la persecuzione delle “razze impure” da parte del nazismo possono essere raccontate ai bambini, diventando fonte di sorriso e pensamento, sulla scia tracciata da Roberto Benigni con La vita è bella. I bambini avranno poi modo di manipolare della pasta in un laboratorio per rendere il tutto più attivo e divertente.

Ingresso bambini 4 euro, ingresso adulti 6 euro. [dl, ecoinformazioni]

8 gennaio/ Il paese delle facce gonfie alla Piccola Accademia alle 15.30

Lunedì 8 gennaio Connessioni controcorrente torna alla Piccola Accademia di via Castellini per un nuovo appuntamento pomeridiano con la rassegna I pomeriggi del lunedì che affianca teatro e merenda; in scena dalle 15.30 Il paese delle facce gonfie di e con Paolo Bignami, drammaturgo comasco capace di stimolare la riflessione civica con ironia pungente. Alla fine dello spettacolo, tè e biscotti.

Il racconto è di un disastro ambientale annunciato che avrebbe potuto come molti altri essere evitato; «Era il 10 luglio, una terra senza colpe, bambini nei cortili giocavano nel sole», canta Venditti riportando alla memoria l’estate del 1976 di Seveso. Ne Il paese delle facce gonfie ad avere la parola è un uomo che vorrebbe tornare bambino, a quando le nuvole gli passavano sopra la testa ed erano desideri che aspettavano di prendere forma; e il bambino ritorna, nel linguaggio e nello sguardo, ingenuo e insieme dissacrante mentre racconta gli avvenimenti.

L’iniziativa è parte del progetto Connessioni controcorrente, percorso di rigenerazione culturale urbana firmato Arci Xanadù, ecoinformazioni, TeatroGruppo Popolare e realizzato con il contributo di Fondazione Cariplo.

Ingresso 5 euro.

Per informazioni e prenotazioni: 348 3629564 o info@teatrogruppopopolare.it

Connessioni controcorrente/ La rassegna 2017/18 del Teatrogruppo popolare

DSCN7805

Martedì 17 ottobre alla Piccola accademia di Teatrogruppo popolare a Como in via G. Castellini 7 a Como, Olga Bini e Giuseppe Adduci hanno presentato il programma completo degli spettacoli proposti dalla compagnia per l’anno 2017/2018 nell’ambito del progetto di rigenerazione culturale urbana Connessioni controcorrente, ideato e realizzato sul territorio di Como da Teatrogruppo popolare,  Circolo Arci Xanadù e ecoinformazioni, con il contributo di Fondazione Cariplo. La rassegna si aprirà alle 21 di sabato 21 ottobre con lo spettacolo La diva della Scala di Laura Curino e Alessandro Bigatti [Leggi l’appuntamento], nella sala spettacoli di Teatrogruppo popolare (sede della Piccola Accademia). I posti vanno rapidamente esaurendosi, si invita chi interessato/a a prenotare un posto per tempo (contatti in fondo all’articolo).
(altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: