Si allarga la Ztl a Como

ztl a comoIn piazza Verdi, via Rodari, piazza Roma, via Bianchi Giovini, via Caio Plinio Secondo, piazza Grimoldi, via Macchi, via Pretorio accesso consentito solo agli autorizzati. Per Como e M5S chiedono di far ritornare gratuiti parte dei posti diventati a pagamento in convalle per destinare ai residenti quelli in piazza Roma

«La nostra città deve muoversi verso il futuro e soprattutto rispetto al tema della mobilità dobbiamo guardare alle più interessanti esperienze italiane ed europee – dichiara l’assessora alla Mobilità Daniela Gerosa –. Dobbiamo migliorare la qualità della vita in città, puntando al rispetto dei diritti di tutti (pedoni, ciclisti, motociclisti e automobilisti) e favorendo lo sviluppo culturale, turistico e commerciale. Il centro storico di Como è il cuore della vita della città ma anche un grande centro culturale e commerciale all’aperto, e questo è un aspetto che deve essere valorizzato. L’ampliamento della zona a traffico limitato va in questa direzione, per avere vie più tranquille, meno inquinamento, meno ingorghi, più aree pedonali e più parcheggi a disposizione per i residenti e per i visitatori».

ztlcomefunzionaI lavori per la chiusura dell’area nord est della Città murata al traffico dei non residenti partiranno lunedì 12 agosto con: «La modifica della segnaletica e lo spostamento dei parcometri in piazza Roma (i parcheggi blu diventano gialli, ossia parcheggi riservati ai residenti; nulla cambia per i posti di carico/scarico e i posti riservati ai disabili; i cartelli con l’indicazione dei divieti di sosta per i lavori sono già stati posizionati quest’oggi [venerdì 9 agosto]); seguiranno poi le modifiche in piazza Grimoldi e in via Pretorio (dove verranno eliminati i parcheggi; in via Pretorio, nel tratto dal civico 1 al civico 8 verranno ricavati dei posteggi per moto e motorini) e l’installazione di tutta la cartellonistica relativa alla Ztl».

«L’ampliamento – spiega invece la nota del Comune di Como – a via Rubini, piazza Volta, via Grassi e via Garibaldi avverrà in una fase successiva». «Come avevamo detto fin dall’inizio procediamo gradualmente – precisa il sindaco Mario Lucini –. Tutto il provvedimento, che, ricordo, comprende allargamento della zona a traffico limitato e revisione del piano della sosta, è importante e complesso e per questo procediamo per fasi per poter verificare gli effetti di ogni azione. Ricordo che il provvedimento avrà anche una fase sperimentale e di monitoraggio (sei mesi più sei). L’impatto sarà diffuso e riteniamo doveroso proseguire con l’azione di verifica e confronto».

Ma c’è già chi si lamenta, e mentre sindaco e assessora presentavano venerdì 9 agosto in conferenza stampa il nuovo provvedimento, Luca Ceruti, Movimento 5 stelle, e Mario Molteni, Per Como, hanno presentato una mozione protestando per: «L’incremento dei posti di sosta a pagamento in convalle trasformando circa 480 stalli bianchi in blu» (la mozione). Una decisione presa dalla Giunta per non diminuire il numero dei posti a pagamento, e le conseguenti entrate, e permettere la trasformazione in gialli dei posteggi nella nuova Ztl allargata. Una scelta che, denunciano i due consiglieri comunali: «Ha creato numerose censure e critiche da parti di Associazioni, Enti e Cittadini manifestate direttamente all’Amministrazione ed anche tramite numerosi articoli della stampa locale». La richiesta è l’aggiornamento del Piano urbano del traffico e della sosta, «peraltro previsto nel programma del Sindaco», il potenziamento del trasporto pubblico locale, e aspettare la riapertura di un posteggio nell’area ex Ticosa, per: «Dare un maggiore respiro alla cronica mancanza di parcheggi in convalle». Nel frattempo si vorrebbe impegnare la Giunta: «A rivedere la decisione assunta ripristinando in gratuiti almeno parte dei posti sosta oggetto di recente trasformazione».

«Praticamente diventa una caccia al tesoro trovare un posto bianco – dichiarano da Per Como che aggiungono che trovare posteggio – diventa un castigo per i comaschi e chi si reca in città». «Adesso tocca al Consiglio comunale esprimersi al riguardo – concludono gli esponenti della lista civica comasca –, siamo certi che anche i consiglieri di maggioranza che a voce hanno dichiarato il loro disappunto lo manifesteranno anche in aula votando a favore della mozione».

Sul’insieme del provvedimento intanto Palazzo Cernezzi ha fatto partire una campagna informativa: «È iniziata la distribuzione porta a porta in tutta l’area di piazza Roma di due volantini esplicativi, disponibili anche sul sito e in Comune all’ufficio permessi/Ztl e all’Urp» (pieghevole, volantino). «In più occasioni abbiamo incontrato la cittadinanza e le associazioni – dice l’assessora alla Mobilità – e alcuni dei suggerimenti (in particolare fermate operative per i bus turistici in prossimità di piazza Cavour/Duomo; favorire il carico/scarico di merci ingombranti dei clienti dei negozi del centro; eliminare la sosta inoperosa dei furgoni in viale Innocenzo XI; 1 posto carico/scarico merci tra via Leoni e via Anzani; individuare aree di sosta gratuite nei giorni festivi; mantenere una quota di parcheggi blu in piazza Volta in attesa della riqualificazione; valutare trasformazione parcheggio per residenti in piazza Verdi in parcheggio a rotazione) saranno gradualmente sottoposti a sperimentazione».

«L’ingresso nella Ztl sarà regolamentato dalla vigente ordinanza (N. 24/2012) e sarà consentito quindi solo agli autorizzati (residenti, titolari di posto auto privato, titolari di bar, ristoranti, negozi, attività commerciali…) previo rilascio da parte della Polizia Locale dell’apposito pass» spiegano da via Vittorio Emanuele II. «Partiamo in pieno agosto perché è il mese in cui il ritmo è più rallentato e si creano meno disagi – precisa Gerosa –. Per i permessi ci sarà tempo fino al 30 settembre».

Per informazioni Ufficio relazioni con il pubblico del Comune di Como tel. 031.252222, e-mail urp@comune.como.it, Ufficio Permessi/Ztl tel. 031.252411, e-mail polizialocale.permessiztl@comune.como.it. [md – ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: