Mese: Ottobre 2015

ecoinformazioni 511/ settimanale/ Pace. Pace. Pace.

511Pace. Pace. Pace. Questo è l’editoriale che vale sempre. Non deve (non può) essere solo una parola, un simpatico arcobaleno di cui adornarsi quando capita. Arundathi Roy continua ad avere ragione: pace non è guerra. Pace non è razzismo, fascismo e nazismo (se ne dovrebbe ricordare il sindaco di Cantù, che con la pace ha avuto a lungo a che fare). Pace non è nemmeno silenzio verso la distruzione del territorio. Pace non è indifferenza nei confronti di migranti e richiedenti asilo. Pace non è omertà verso la criminalità organizzata. Pace non è dimenticanza per lo sterminio dei campi di concentramento. Pace è cultura, pace è scambio, pace è impegno, sociale e politico. Cerchiamo di raccontarlo ogni giorno, ogni settimana, da tanti punti di vista, da quelli di cui siamo capaci.

Leggi il numero 511 del settimanale ecoinformazioni.

L’Expo dei migranti

gruppomigrantiexpowebDomenica 25 ottobre Expo 2015 si è aperta ai migranti  con l’iniziativa Expo senza frontiere, dedicata ai richiedenti asilo della cooperativa Lotta contro l’emarginazione di Sesto San Giovanni. Venti ragazzi provenienti da vari stati africani, hanno visitat l’esposizione, sentendosi accolti in questa realtà da persone solidali e impegnate per i loro diritti.

L’idea è nata da un gruppo di ragazze che lavorano a Expo che, in collaborazione con l’Arci, vogliono sfruttare il loro ruolo per privilegiare coloro che, pur non ricoprendo un’alta carica sociale, hanno diritto all’accesso dalla porta Vip per il messaggio che portano con sé, realizzando così un’esperienza etica e gratificante per tutti.

Expo senza frontiere ha coinvolto un gruppo di venti giovani migranti africani e una decina di lavoratrici di Expo. Radunato il gruppo all’uscita della metro, sono entrati alle ore 18 con i biglietti serali offerti da lavoratori e da altre persone che hanno trovato l’iniziativa interessante e positiva. Guidati dalla bandiera della pace sempre in testa al gruppo, si è cominciato dal Padiglione zero, per passare all’Irlanda e alla Fabbrica del Duomo. Si sa Expo è faticosa e i ragazzi erano attenti, ma già lamentavano i primi segni di stanchezza. Dopo la cena al sacco in Cascina Triulza è iniziato il giro nei padiglioni dei paesi africani… ed ecco riaccendersi l’entusiasmo. I ragazzi erano davvero incuriositi di cercare il proprio Paese e scoprire come è stato rappresentato. I loro connazionali poi li hanno accolti tutti con gioia e grande festa, regalando una sensazione di “ritorno a casa”. Ultime rapide visite in Uk e Qatar, per finire a riposarsi davanti all’Albero della vita illuminato e godersi lo spettacolo. Al momento dei saluti, infiniti ringraziamenti per tutti per aver reso possibile questa serata e un profondo senso di soddisfazione per entrambe le parti. [Valeria Peverelli, ecoinformazioni] Guarda la galleria delle foto di Valeria Peverelli.

29 ottobre/ Desiderio negato e appagamento. L’Età medievale e il Rinascimento

ciboIncontro a cura di Elisabetta Sangalli, docente di storia dell’arte, giovedì 29 ottobre alle 21 nella Sala consiliare di Cucciago, in via Sant’Arialdo 4, per In cibo veritas.

28 ottobre/ Cinema, scienza e diritto all’Insubria

chiostro_insubria_sant_abbondioDal 28 ottobre porte aperte all’Insubria di Como anche di sera; un mercoledì al mese, fino all’11 maggio, i docenti dell’Università introdurranno i film della rassegna Quando la scienza incontra il diritto,curata da Barbara Pozzo, docente di Diritto privato comparato, e Alberto Cano, direttore del Lake Como Film Festival. Le proiezioni si svolgeranno nell’Aula Magna del Chiostro di S. Abbondio alle 20.30.

(altro…)

CcP/ Della richiesta di espulsione di Cantù si occuperà Il Cda

logo ccpIl Coordinamento comasco per la Pace è un sodalizio che raggruppa decine di amministrazioni comunali e di associazioni lariane. Con una nota  il CcP comunica  che «Martedì 20 ottobre, a firma di un cittadino di Como, è pervenuta all’attenzione del Consiglio di amministrazione del Coordinamento la richiesta di espulsione del Comune di Cantù in virtù dell’art. 4 del nostro statuto si sono aggiunte fino ad ora analoghe proposte dell’Anpi provinciale di Como e del Prc.  Il Consiglio ha ritenuto di inserire all’ordine del giorno della sua prossima riunione, prevista per il 28 ottobre 2015, anche la discussione in merito a tale questione. Solo allora potrà pertanto pervenire una risposta formale alla richiesta avanzata».
In attesa delle deliberazioni, si può ipotizzare che il sodalizio, presieduto da Mario Forlano (Comune di Como),  recentemente insignito del Premio della nonviolenza e  storicamente mai incline a provvedimenti di espulsione che escludono invece di accettare e tentare di risolvere il conflitto, entrerà nel merito della delicata questione posta dalle richiesta di Luca Marchiò  senza arrivare a censure.  E’ possibile e auspicabile che la vicenda induca il CcP a rendere ancora più esplicito agli aderenti quanto i pericoli dei rigurgiti nazifascisti siano in contrasto con le cultura dei Diritti umani, della Pace e della nonviolenza che sono il cardine su cui si fonda il Coordinamento stesso e devono continuare a esserlo per tutti degli aderenti.  [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]

28 ottobre/ Nasce con Rondinelli Studiovivo stereo

rsvMercoledì 28 ottobre parte Studiovivo stereo, «la radio per chi non ascolta la musica… la sente!». La nuova web radio comasca sarà animata da Giuseppe Rondinelli da sempre attivissimo per la diffusione della musica e direttore artistico di importanti emittenti radiofoniche del territorio. Domenica 1 novembre Open-day in viale Varese 79 e prima trasmissione in diretta dalle 10 alle 13, in onda eccezionalmente anche dalle frequenze di Ciaocomo radio (fm 89,40). Leggi nel seguito il comunicato. (altro…)

Momenti di Gloria/ Il cinema che racconta lo sport

momenti-di-gloriaIl Circolo Arci Xanadù in collaborazione con ecoinformazioni, Uisp Como, Rugby Como, Inter Club Kayunga, Università Popolare, Medici con L’Africa e con il patrocinio del Comune di Como, promuove una rassegna di cinema e sport dove il tema dell’integrazione e dell’inclusione sociale, dell’eguaglianza di genere, della lotta contro le discriminazioni e razzismo, nonché della determinazione individuale a spingersi ai limiti e raggiungere il massimo, è promosso attraverso una selezione di affascinanti storie di personaggi fuori dagli schemi, che hanno osato per le proprie idee, le proprie passioni e i propri ideali. Momenti di Gloria si svolgerà allo Spazio Gloria di via Varesina 72 a Como in quattro appuntamenti: 23 ottobre, 5, 12 e 19 novembre.

Venerdì 23 ottobre alle 20.30 verrà inaugurata la mostra fotografica Rock Vertigo del fotografo-alpinista Massimo Malpezzi, seguita dalla presentazione del libro Il Club Alpino Operaio di Como con l’autore Giuseppe Vaghi, l’editore Fabio Cani (Nodo Libri) ed Erio Molteni, presidente del Cao comasco. Alle 21.30 verrà proiettato il film-documentario Ninì di Gigi Giustiniani (Premiato al Trento Film Festival), preceduto da un incotro proprio con il regista che dialogherà con Alberto Cano, curatore della rassegna comasca La montagna nel cinema.

Giovedì 5 novembre alle 20.30 sarà presentato il libro Gigi Meroni – Una vita a tutto campo con l’autore Pierluigi Comerio, l’editore Carlo Pozzoni e con la partecipazione di Maria Meroni, sorella del campione. Sarà presente per un omaggio musicale alla memoria di Meroni anche il cantautore Luca Ghielmetti, co-autore insieme a Filippo Andreani della canzone Gigi Meroni finalista alle targhe Tenco 2015. Alle 21.30 proiezione del documentario Gigi Meroni – il ragazzo che giocava un altro gioco.

Giovedì 12 novembre alle 21 proiezione dl film Il terzo tempo di Enrico Maria Artale. Il film segue il riscatto di Samuel, un ragazzo che non ha avuto nulla dalla vita ma che, passando attraverso il carcere minorile e grazie all’amore per una ragazza, riesce a portare alla vittoria la sua squadra di rugby. Il rugby come metafora della vita e della voglia di tornare a sperare, in una pellicola dove lo sport fa da sfondo ad un racconto di formazione e di sentimenti. Prima della proiezione incontro con esponenti del Rugby Como.

Giovedì 19 novembre alle 20.30 incontro-reading con Italo Nessi (Medico, presidente di Medici con L’Africa Como e di Inter Club Kayunga) che proporrà la narrazione delle olimpiadi del 1968 in Messico e quella della creazione degli Inter Campus ugandesi alternando brevi video al parlato a più voci. A seguire, proiezione del film Glory Road di James Gartner, che narra la storia della squadra di basket universitario americano Miners, allenata dal coach Don Haskins, che per la prima volta nella storia si presentò al campionato del 1965-66 con sette giocatori di colore. Nonostante i pregiudizi razziali e le continue canzonature, i Miners riuscirono a raggiungere il campionato nazionale.

L’ingresso agli eventi è riservato ai soci Arci. Intero 7 euro – ridotto (under 18 – over 65 e studenti) 5 euro. Info http://www.spaziogloria.it

 

Video/ Vincenzo Sapere, un esempio politico e umano

12109261_10207251029461588_4593807848931752346_nCon l’intervento di Marco Lorenzini si è aperto il ricordo laico di Vincenzo Sapere nella sua Prestino, venerdì 23 ottobre nella sala del Centro civico di via D’Annunzio. La sala piena di amici/che, compagni/ e, familiari, la partecipazione di Luigi Nessi, di Renzo Pigni di Bruno Magatti, Celeste Grossi , Massimo Patrignani, Stefano Legnani e di tanti altri hanno dato la misura della statura umana e politica insieme di una personalità politica che molto ha dato e insegnato alla città. 

Guarda sul canale  di ecoinformazioni tutti gli altri video dell’iniziativa.

25 ottobre/ L’Expo dei migranti

exposenzafrontiereDomenica 25 ottobre Expo 2015 si apre ai migranti  con l’iniziativa Expo senza frontiere, dedicata ai richiedenti asilo della cooperativa Lotta contro l’emarginazione di Sesto San Giovanni. Lo scopo è permettere a ragazzi e ragazze, provenienti da vari stati africani, di visitare l’esposizione, sentendosi accolti in questa realtà da persone solidali nei loro confronti e sensibili alla loro condizione, impegnate per i loro diritti.  (altro…)

24 ottobre/ La Coop omaggia Gaber, Jannacci e Fo

CoopspettacoloSabato 24 ottobre alle 21, al negozio Coop di via Giussani a Como-Rebbio, proseguono i festeggiamenti per il quarantesimo anno di attività del punto vendita. Il comitato soci invita a …Per ora rimando il suicidio, uno spettacolo di omaggio a Giorgio Gaber, Enzo Jannacci e Dario Fo, che si svolgerà all’interno del supermecato.  Il titolo richiama una frase di una canzone di Gaber. E’ l’augurio che in questa Italia ormai alla malora si voglia rimandare qualsiasi proposito di suicidio per ascoltare le nostre storie, o meglio, quelle di autori come Fo, Jannacci e Gaber. In scena un’attrice, Marina De Juli che ha lavorato per anni con Dario Fo, Francesco Rampichini un musicista polistrumentista e Andrea Cusmano chitarrista di grande esperienza. Canteranno, suonaneranno e racconteranno l’Italia di oggi e di ieri attraverso la musica, le parole, l’umorismo di questi tre grandi artisti vissuti a Milano. Attori, autori, cantori, narratori della nostra storia. Info comitatosocicoopcomo.blogspot.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: