Cittadella della Salute/ Como si impegna

cittadellasaluteI portavoce  del Comitato Cittadella della salute (Anna Renna, Antonella Pinto, Antonio Muscolino,  Gabriella Ceraulo, Gianluca Giovinazzo, Giuseppe Callisto,  Manuela Serrentino, Marco Lorenzini, Marco Ponte, Umberto Perini) giudicano utile l’incontro avuto con Mario Lucini, Lorenzo Spallino,  Bruno Magatti e Daniela Gerosa. Espressi impegni  a «incontrare i dirigenti sanitari e socio-sanitari che verranno nominati dalla Regione», «a incontrare i rappresentanti del parco Spina Verde», «a partecipare ad una assemblea pubblica a gennaio per condividere e coinvolgere nelle scelte e nei progetti i cittadini», «a rilanciare il Piano di Zona come strumento che favorisca l’integrazione e la progettualità sulle priorità socio-sanitarie». leggi nel seguito il comunicato diffuso dal Comitato il 19 novembre.

«L’incontro era stato proposto dal Comitato il 5 ottobre scorso allo scopo di chiedere al Comune di svolgere un ruolo attivo perché il Sindaco di una città rimane il responsabile politico della salute dei cittadini. La nostra proposta era chiara e semplice: il Comune continui ad assumersi la responsabilità di chiamare intorno ad un tavolo le altre istituzioni e proponga di cominciare ad attuare l’Accordo di programma: attraverso convenzioni specifiche su temi ambientali, urbanistici e di mobilità; con un piano socio-sanitario cittadino condiviso tra istituzioni; con la definizione dei tempi e dei modi per realizzare la Cittadella della Salute che i cittadini chiedono da tempo.

Gli aspetti che abbiamo preso in considerazione sono stati i seguenti: tempi e modalità di realizzazione dell’accordo di programma, gli aspetti urbanistici, la mobilità dolce, gli aspetti socio-sanitari in previsione dell’applicazione della nuova legge regionale sulla sanità. Il Comitato ha chiesto un impegno concreto e tempi più ristretti per dare un segno tangibile che la Cittadella della Salute è una priorità della città. Prendiamo atto che in questi anni il Comune ha incontrato esponenti della Regione, dell’Azienda ospedaliera e dell’Azienda sanitaria locale riuscendo ad ottenere risposte interlocutorie. Per quanto riguarda gli aspetti urbanistici e di mobilità sono in atto progettazioni. Tutti i presenti si sono impegnati a farsi da tramite tra il territorio e la Regione con la richiesta di realizzare progetti nell’area del vecchio Sant’Anna, con funzioni complementari all’accordo già esistente. Alla fine dell’incontro il Sindaco e gli Assessori si sono impegnati a:

1 – incontrare i dirigenti sanitari e socio-sanitari che verranno nominati dalla Regione con decorrenza da gennaio 2016 per chiedere il trasferimento di tutti i servizi sanitari e socio-sanitari all’interno del vecchio Sant’Anna;

1 – promuovere e coordinare incontri tra coloro che hanno firmato l’accordo di programma e i soggetti coinvolti nelle possibili convenzioni;

3 – incontrare i rappresentanti del parco Spina Verde per un confronto sul piano della segnaletica e rendere più fruibili gli accessi al parco;

4 – partecipare ad una assemblea pubblica a gennaio per condividere e coinvolgere nelle scelte e nei progetti i cittadini;

5 – rilanciare il Piano di Zona come strumento che favorisca l’integrazione e la progettualità sulle priorità socio-sanitarie. [Comitato Cittadella della salute]

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: