ecoinformazioni

ecoinformazioni 654

Nel nostro 654 troverete alcuni reportage dalle piazze, che finalmente tornano a ripopolarsi per diverse cause care alla redazione. Dalla Palestina al DDL Zan, dalla Henkel di Lomazzo fino all’UDS: la pandemia non ha fermato la voglia delle persone di manifestare e di chiedere giustizia e diritti.

Per continuare a dare voce a chi non ne ha potete rinnovare la tessera di ecoinformazioni con la campagna di tesseramento Fallo!.
Buona lettura.

Antifascismo nella rete internazionale

Le notizie di ecoinformazioni sul processo e sulla presenta democratica del 7 maggio a Como con i video di Dario Onofrio sono anche su Pressenza l’agenzia stampa internazionale di cui la nostra testata è partner.

(altro…)

ecoinformazioni 653

Il nuovo numero del periodico di ecoinformazioni arriva nelle vostre caselle email mentre ci prepariamo alla mobilitazione durante la prima udienza del processo contro i 13 naziskin che nel 2017 minacciarono la riunione di Como senza frontiere. Non a caso parliamo di 25 aprile, del presidio dell’Anpi a Dongo di domenica 2 maggio e del fatto che la lezione della Liberazione non deve essere dimenticata: il fascismo organizzato non può soverchiare la democrazia.

Per continuare a lottare contro tutti i fascismi insieme a noi potete rinnovare la tessera di ecoinformazioni con la campagna di tesseramento Fallo!.

ecoinformazioni on air/ Processo

Il servizio di Gianpaolo Rosso nell’edizione del 7 maggio alle 7,15 di Metroregione di Radio Popolare. Potenza delle nonviolenza più forte dell’intimidazione fascista. I 13 responsabili dell’incursione contro Como senza frontiere del 2017 sono stati tutti identificati e sono imputati nel processo che si apre il 7 maggio al Tribunale di Como. Circondarono con fare paramilitare gli attivisti solidali in una sede del Comune. Como senza frontiere ha da allora intensificata l’azione antifascista e per i diritti dei migranti e non solo.

(altro…)

ecoinformazioni on air/ Dongo

Il servizio di Fabio Cani nell’edizione delle 7,15 del 3 maggio di Metroregione di Radio Popolare. A Dongo, nella mattina del 2 maggio, la piazza Paracchini, dedicata a uno dei caduti partigiani della 52ma Brigata Garibaldi, è tornata ad essere presidio di democrazia e di memoria: una piazza allegra e colorata, piena ma distanziata, che ha confermato l’insanabile distanza con la nostalgia del passato fascista messa in scena, sul lungo lago, a poca distanza, da un gruppo nero.

(altro…)

ecoinformazioni mensile/ aprile 2021/ Festa d’aprile

Nel mensile di aprile, ecoinformazioni vi porta dalla Liberazione alle iniziative sulla Palestina, passando per le iniziative di Nonunadimeno e una grande rilevanza dedicata al progetto Life after, sull’anniversario della carovana per la pace svoltasi a Sarajevo nel 1991.

(altro…)

ecoinformazioni on air/ Sessismo in chat

Il servizio di Gianpaolo Rosso nell’edizione del 22 aprile alle 7,15 di Metroregione di Radio Popolare. Consiglio comunale a Lambrugo in provincia di Como, serata on line  ordinaria fino a che l’ex sindaco non inizia a scrivere insulti scurrili sessisti e misogeni alla capogruppo di maggioranza. La sindaca interviene ricordando al consigliere che la chat viene letta da tutti, ma non basta, anzi, insulti anche alla sindaca.

Una storia ben oltre i limiti dell’indecenza che ha determinato la richiesta di dimissioni del consigliere Giuseppe Costanzo sia da parte di Cgil Cisl e Uil che dall’assemblea permanente delle donne della Cgil che esprimono vicinanza e solidarietà a Elisa Marini e Barbara Pirovano. La capogruppo, destinataria degli insulti più disgustosi, ha dato incarico ai legali di procedere nelle sedi opportune e denuncia: «Il consigliere Costanzo non ha mancato di rispetto solo a me e a Elisa, ma a tutte le donne». [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]

ecoinformazioni 652

Alla vigilia della Festa della Liberazione ci si interroga, guardando il passato, su che futuro ci prospetta il domani. Per un futuro, sicuramente, c’è bisogno di un presente come quello che questo numero del periodico racconta: azioni inclusive verso migranti e persone svantaggiate, lotta per una scuola diversa e migliore, movimenti pacifisti contro i demiurghi della guerra che traggono il proprio profitto dal conflitto.

(altro…)

ecoinformazioni on air/ Riaperture irresponsabili

Il servizio di Gianpaolo Rosso nell’edizione il 19 aprile alle 7,15 di Metroregione di Radio Popolare. Elisabetta Patelli, presidente onoraria dei Verdi della Lombardia, e Massimo Capozziello, portavoce dei Verdi della provincia di Como ritengono sbagliate e pericolose le riaperture stabilite dal governo Draghi.

«In questo momento non abbiamo le condizioni di mitigazione né sulle probabilità né sul danno, per cui parlare di rischio calcolato è da irresponsabili». «Come gestiranno le scuole ingressi, spazi e  sicurezza sanitaria? Come faranno i trasporti? La scienza e la medicina dicono che riaprire è un errore». «Per i Verdi forzando il sistema, senza una buona base di popolazione immune e pressando  scuole e trasporti si commettono errori del passato e  si corre il rischio di dover richiudere nuovamente a breve». «È impensabile ad esempio che la ripartenza  significhi di nuovo assalti totalmente fuori controllo nel fine settimana alla città di Como, nell’assoluta incapacità gestionale dell’attuale amministrazione comunale». [Gianpalo Rosso, ecoinformazioni]

ecoinformazioni on air/ Sanatoria bluff

Il servzio di Gianpaolo Rosso nell’edizione del 12 aprile alle 7,15 di Metroregione di Radio Popolare. Sono 1800 le domande di regolarizzazione che a Como non sono state ancora esaminate. Si tratta di persone che avrebbero diritto in base alla cosiddetta mini sanatoria adottata in piena pandemia per dare braccia all’agricoltura e ad altri settori. Allora le organizzazioni per i diritti dei migranti appoggiarono il provvedimento segnalandone però la parzialità e i limiti. Nei fatti si è rivelata anche un bluff e la gran parte dei beneficiari non è stato neppure convocato per rendere possibile l’emersione da condizioni drammatiche di irregolarità frutto delle inadempienze delle istituzioni. Lo ha segnalato al prefetto Como senza frontiere, la rete di una quarantina di associazioni, sindacati, forze politiche che denuncia inoltre che ai migranti e alle persone senza dimora si nega l’accesso alla vaccinazione anticovid pensando forse che considerandoli inesistenti si rendano immuni. [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: