Luciana Castellina

Lucio Magri/ Un’ispirazione tattica per la sinistra del presente

Nel tardo pomeriggio di lunedì 15 marzo si è svolto online su Zoom l’incontro di presentazione del libro Lucio Magri – Non post-comunista, ma neo comunista, di Simone Oggionni [Edizioni Efesto, 2021, 360 pagine, 15 euro].
A ricordare questa figura del Pci e de il manifesto, dialogando con l’autore e con Massimo Cortesi, presidente di Arci Lombardia e moderatore, sono state figure di spicco della sinistra nazionale e locale: Luciana Castellina, Bruno Ravasio e Gabrio Vitali.

(altro…)

15 marzo/ Lucio Magri, neo-comunista

Si terrà online su Zoom, alle 18,30 di lunedì 15 marzo, la presentazione del libro Lucio Magri: non post-comunista, ma neo-comunista, di Simone Oggionni. Interverranno l’autore, Luciana Castellina, di Sinistra italiana, Bruno Ravasio, della Cgil e Gabrio Vitali, docente di letteratura italiana a Bergamo e Bratislava.

(altro…)

29 marzo/ Arciwebtv/ Rifare l’Unione europea

Dalle 13/ dall’archivio ecoinformazioni, tre anni fa il Regno Unito dava il via alla Brexit. Riproponiamo quindi il convegno Rifare l’Unione europea, tenutosi a Milano lo scorso anno, per ricordarci di uscire dalla retorica europeista senza per questo avere alcuna simpatia per la barbarie sovranista.

Gli altri programmi del 29 marzo.

Tutta la programmazione di Como Arci webtv

L’Europa e noi/ Intervista di Luigi Lusenti a Luciana Castellina, presidente onoraria dell’Arci

“Prima di tutto presidente onoraria dell’Arci”: così chiede di essere presentata Luciana Castellina. Ed in effetti ricordare tutto il resto del curriculum di Luciana sarebbe una impresa ardua: giovane dirigente comunista, fondatrice del manifesto, eurodeputata per ben 4 legislature, presidente di varie commissioni all’europarlamento, parlamentare italiana nel 1992, giornalista e scrittrice. Ma questo non esaurisce una vita densa di impegni, di militanza, di studio fino ad essere candidata alla Presidenza della Repubblica nel 2015 da Sinistra, Ecologia e Libertà. [Continua a leggre sul sito di Arci Lombardia…]

Un’altra Europa è necessaria

Le elezioni europee possono essere utili anche a un ripensamento sulla strategia complessiva delle sinistre per realizzare libertà e uguaglianza. E per orientarsi serve uscire dalla retorica europeista senza per questo avere alcuna simpatia per la barbarie sovranista. L’incontro con Luciana Castellina e con le altre relatrici e relatori del 15 aprile alla Camera di lavoro di Milano è stato questo. La presidente dell’Arci, monumento delle sinistre italiane e europee e più volte europarlamentare, ha denunciato le colpe fino dalla fondazione dell’Unione europea e contemporaneamente ha evidenziato come il terreno più fecondo della politica sia e debba essere lottare, senza uscirne, per la sua radicale trasformazione nell’Europa dei diritti.

(altro…)

Video/ Luciana Castellina alla Feltrinelli con l’Arci

castellinacelesteOrmai è una consuetudine della libreria comasca, ma vedere la Feltrinelli piena con moltissime persone in piedi per Luciana Castellina fa ben sperare sulla possibilità che la sinistra, le sinistre, trovino luoghi e opportunità per il necessario dibattito sul senso della politica e sulle speranze di futuro indispensabili a superare la barbarie politica attuale. Con la presentazione di Giovanni Magatti (la Feltrinelli) e l’introduzione di Celeste Grossi (Arci) si è svolto l’incontro con Luciana Castellina venerdì 20 febbraio a Como per presentare il libro Guardati dalla mia fame scritto con Milena Agus. Il testo racconta un efferato delitto nella Puglia del dopoguerra, terra di passaggio dove si incontrano reduci, transfughi, tedeschi e alleati, un linciaggio compiuto in occasione di un comizio di Giuseppe Di Vittorio, politico e sindacalista. L’iniziativa è organizzata dall’Arci di Como e da la Feltrinelli in collaborazione con Arci book Lombardia. 

Presto on line tutti gli altri video dell’iniziativa sul canale di ecoinformazioni.

20 febbraio/ Luciana Castellina alla Feltrinelli

6 CAST VOLNon era certo possibile che Luciana Castellina venisse eletta presidente della Repubblica. Sono stati però davvero significativi i voti ricevuti, riconoscimento dell’attività di una straordinaria giornalista, politica, intellettuale, scrittrice. Luciana Castellina, presidente onoraria dell’Arci, sarà a Como venerdì 20 febbraio alle 17,30 a la Feltrinelli di via C. Cantù 17  per presentare, insieme a Luigi Lusenti (Arci Lombardia), il libro Guardati dalla mia fame scritto con Milena Agus. Il testo racconta un efferato delitto nella Puglia del dopoguerra, terra di passaggio dove si incontrano reduci, transfughi, tedeschi e alleati, un linciaggio compiuto in occasione di un comizio di Giuseppe Di Vittorio, politico e sindacalista. L’iniziativa è organizzata dall’Arci di Como e da la Feltrinelli in collaborazione con Arci book Lombardia.

Arci/ Per la prima volta una donna alla guida dell’associazione: Francesca Chiavacci nuova presidente

congressoarci14062014L’Arci ritrova la sua unità nella seconda parte del congresso nazionale che si è svolto sabato 14 giugno al circolo San Lazzaro di Bologna. Dopo la votazione unanime di un nuovo ordine del giorno, generato dal comitato di reggenza, i 521 degati e delegate presenti (su 589 previsti), hanno eletto a stragrande maggioranza il Consiglio nazionale formato da 185 consilgliere e consiglieri. La Lombardia è rappresentata al suo interno da 26 compagne e compagni, tra loro anche la comasca Celeste Grossi.

Francesca Chiavacci
Francesca Chiavacci

Il nuovo Consiglio nazionale, si è poi riunito per votare la presidente, ruolo per il quale, rimaneva in corsa solo Francesca Chivacci. Filippo Miraglia, intervenuto prima della votazione del Consiglio, ha comunicato ai presenti l’intenzione di ritirare la sua condidatura a sostegno della canditura unica della Chiavacci. «La decisione – ha spiegato Miraglia –  è stata presa  dopo un lungo lavoro svolto dalla reggenza nei tre mesi intercorsi dalla sospensione del congresso a marzo.» Francesca Chiavacci interventua subito dopo, ha ringraziato tutti e tutte le reggenti per l’impegno dimostrato ed in particolare ha rivolto un ringraziamento a Filippo Miraglia per la fiducia dimostratogli, annunciando che, se eletta, avrebbe proposto la sua figura per il ruolo di vicepresidente.

Abbiamo di fronte la sfida del cambiamento che vive il nostro Paese e intendiamo viverla da protagonisti, cominciando dal nostro interno – See more at: http://www.arci.it/news/comunicati/arci-francesca-chiavacci-e-la-nuova-presidente1/#sthash.76mdAD5c.dpuf

Il Consiglio ha quindi eletto nel pomerggio la fiorentina Francesca Chiavacci presidente nazionale dell’Arci e Filippo Miraglia vicepresidente vicario.

castellina
Luciana Castellina

Di particolare importanza politica l’elezione per acclamazione di Luciana Castellina -definita da Paolo Beni «Una mamma dell’Arci» – a presidente onoraria della più grande associazione della sinistra italiana. La Castellina ha ringraziato commossa, ricordando sopratutto la figura di Tom Benettollo, storico presidente dell’Arci del quale tra pochi giorni ricorrerà il decimo anno dalla prematura scomparsa. [Jlenia Luraschi, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: