Giovani e artigianato oltre la crisi / 26 novembre a Cantù

Lunedì 26 novembre a Cantù si analizzerà la situazione attuale di un mondo così complesso come quello dell’artigianato, le sue peculiarità e le possibili vie d’uscita da questa crisi economica, specie per i lavoratori più giovani.  Il convegno è organizzato dalla Cgil di Como, Cgil Lombardia e il Coordinamento giovani. Leggi il volantino

Quando parliamo di artigiani intendiamo lavoratori portatori di cultura e abilità espresse direttamente dal territorio di appartenenza, lontani da quell’ alienazione tipica della produzione industriale. Se l’attenzione si rivolge invece al giovane artigiano, dobbiamo pensare a uomini e donne che intervengono sul mondo con la responsabilità della propria originalità e abilità, mantenendo un complesso equilibrio tra innovazione e conservazione. Lunedì 26 novembre a Cantù si analizzerà la situazione attuale di un mondo così complesso, le sue peculiarità e le possibili vie d’uscita da questa crisi economica, specie per i lavoratori più giovani. «Oggi gli imprenditori e i lavoratori artigiani spesso condividono lo stesso destino – commenta Luca Vaccaro, Cgil Como – devono cimentarsi in un contesto socio economico che non tiene conto dei più piccoli e, allo stesso tempo, esercitarsi nel far emergere le proprie peculiarità. Un periodo di crisi è comunque un momento in cui si possono rompere vecchie modalità per proporne di nuove – conclude Luca Vaccaro -. È in questi momenti che possono emergere nuove soluzioni, grazie all’umiltà e all’originalità che solo l’artigiano è abituato ad avere nei confronti della materia che lavora».

Appuntamento lunedì 26 novembre presso la pasticceria Marra in via Sesia 6 a Cantù. Ne parlano Katiuscia Calabretta (dipartimento mercato del lavoro Cgil Lombardia); Alberto Caramel (responsabile politiche del lavoro confartigianato Como); Stefano Binda (politiche del lavoro e relazioni sindacali Cns Lombardia). Introduce Luca Vaccaro (R.s.b. artigiani Cgil Como). Coordina Franco Santambrogio (coordinamento artigiani Cgil Como). Conclude Giacinto Botti (Segreteria CGIL Lombardia). Segue aperitivo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: