Syriza verso la maggioranza assoluta

con TsiprasA pochi minuti dalla chiusura dei seggi ad Atene si respira un’atmosfera di speranza tra i militanti di Syriza e le centinaia di supporter internazionali accorsi a sostegno di Tsipras. Oltre 200 gli italiani della Brigata Kalimera, riuniti alla sede del comitato elettorale di Syriza in piazza Klaftmonos.

Poco prima delle 18, ora di chiusura dei seggi, ad Atene si attendono i primi numeri delle elezioni politiche che dovrebbero vedere l’affermazione di Syriza, la coalizione della sinistra radicale. In piazza Klaftmonos, vicino alla sede del Parlamento, si sono dati appuntamento gli oltre 300 attivisti sociali, politici, sindacali della “brigata Kalimera”, il gruppo italiano promosso dalla lista L’Altra Europa con Tsipras giunto in Grecia negli scorsi giorni per sostenere Syriza e conoscerne da vicino le pratiche. Ieri la delegazione si è spostata nella periferia di Atene per visitare un ambulatorio sociale e una mensa popolare gestiti proprio dal partito guidato da Alexis Tsipras.

Dopo il comizio finale del leader della sinistra, giovedì sera, a piazza Omonia, crescono le aspettative e le speranze per questo cambio di passo, perchè, come ha detto proprio Tsipras dal palco, la Grecia possa smettere di avere paura. Rinegoziazione del debito, disobbedienza e ricontrattazione dei trattati, innalzamento del salario minimo al livello che aveva prima dei tagli (751 euro lordi al mese) e dell’imposta sul reddito al 75% per tutti i redditi al di sopra di mezzo milione di euro l’anno: questi sono alcuni dei punti del programma di Syriza. Un programma politico condiviso dal Partito della Sinistra Europea, del quale Syriza fa parte e che ha sostenuto con una massiccia presenza qui ad Atene, anche nella serata di giovedì alla quale hanno partecipato Paolo Ferrero per Rifondazione Comunista e Pierre Laurent per il Partico Comunista Francese, tra gli altri. Presenti all’evento finale della campagna elettorale di Syriza anche molti rappresentanti del Gue, il gruppo della Sinistra Unitaria Europea al Parlamento Europeo, a partire dagli italiani Eleonora Forenza e Curzio Maltese, fino a Pablo Iglesias, leader di Podemos, che insieme ad Tsipras sul palco ha gridato “Syriza, Podemos, venceremos”.

Intanto il primissimo exit poll delle 18 attribuisce a Syriza tra 146 e 158 seggi al Parlamento…Si prospetta una lunga serata per la sinistra ad Atene e per tutti quelli che guardano al risultato greco come una possibilità per cambiare le politiche della troika e dell’Europa “targata” Merkel. [Barbara Battaglia, ecoinformazioni]

Qui la diretta streaming da Atene: http://www.cambialagreciacambialeuropa.eu/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: