Expo 2015

ComoNext tra le eccellenze nel padiglione Italia a Expo

ComoNextRigam Engineering, giovane azienda che progetta e costruisce nuove soluzioni di packaging per l’industria alimentare, concentrandosi sul packaging di facile utilizzo e D-Orbit, società operativa nel settore spazio con sedi in Italia, Portogallo e Stati Uniti con la missione di arrestare l’aumento sistematico della concentrazione di oggetti nello spazio, promuovendo un futuro sostenibile e redditizio per l’industria spaziale, entrambe aziende insediate all’interno del Parco Scientifico Tecnologico ComoNExT, hanno superato la Fase due del bando Start up per Expo di Regione Lombardia,  che ha decretato le ventiquattro eccellenze lombarde nei settori collegati al tema di Expo Feeding the planet, Energy for life. Le aziende selezionate avranno la possibilità di partecipare ed avere visibilità ad Expo presso lo spazio Start Up di Padiglione Italia.

27 aprile/ Acqua e Sviluppo

logoFondazioneLunedì 27 aprile alle 17 alla sala Scacchi della Camera di Commercio si terrà la conferenza Acqua e Sviluppo organizzata dalla Fondazione A. Volta che si inserisce nell’articolato programma di eventi ed iniziative del SistemaComo2015 in preparazione ad Expo2015. Expo è l’occasione di confronto e di riflessione sui temi dell’ambiente per la ricerca di un percorso di  sviluppo sostenibile per affrontare i grandi problemi del millennio: la fame, la povertà. Per la complessità delle interconnessioni tra i fattori che determinano la povertà e la fame, la risposta viene da un sistema di indirizzi e azioni che abbiano come obiettivo prioritario il benessere psico-fisico dell’essere umano e la salubrità dell’ambiente in cui vive.  Questioni centrali per lo sviluppo sono: la tutela dell’ambiente da cui trarre le risorse e la questione politico-economica della condivisione delle risorse. Fra le risorse vitali: l’acqua, l’energia, il suolo, l’aria; fra le condizioni essenziali per assicurare benessere e sviluppo: la salute, l’eguaglianza, la giustizia, l’economia, la produzione, la comunicazione. Saranno questi i temi – –con focus particolare sul tema dell’acqua – che la Fondazione A. Volta affronterà nell’evento del 27 aprile, di concerto con i poli universitari e la Camera di Commercio di Como, per definire una Weltanschauung delle condizioni del vivere ovvero per coniugare idealità e competenze ed  elaborare in ambito prepolitico valori e ipotesi di soluzione, fondamenti e scelte operative che orientino un nuovo modello di sviluppo centrato sui valori della solidarietà e della sussidiarietà.   Con questa conferenza la Fondazione A. Volta, presieduta da Mauro Frangi, a pochi mesi dalla sua costituzione, riafferma così’ il  suo ruolo culturale e scientifico internazionale anche sulle scottanti tematiche che pone Expo.  Ed è infatti dal 1999 che la Fondazione, anche attraverso la sua storica divisione Water & Energy Security del Landau Network, opera sui temi della sicurezza idrica, della sostenibilità gestendo programmi di cooperazione scientifica e partecipando a programmi bi e multilaterali nelle aree geostrategiche del pianeta, tra cui Palestina, Iran, Giordania, Libano, Iraq, Pakistan, Afghanistan, Korea del Nord, Russia e paesi Cis  ed Europa dell’Est.  Attività’ queste, svolte nell’ambito di collaborazioni con il Ministero degli Affari Esteri Italiano, l’Unesco, la Fao, il Cif Oil, Commissione Europea e altri organismi internazionali. Apriranno i lavori della Conferenza il presidente Frangi e il coordinatore Scientifico prof Casati, contribuiranno alle tematiche proposte la direttrice della div. Water & Energy dr.a Monti, gli accademici Castelletti e Rulli del Politecnico di Milano, la prof.a Galassi dell’Universita’ Statale di Milano, la dr.a Ferrario dell’UniInsubria.

Silvia Benincà e Valeria Peverelli con l’Arci all’Expo del non profit

20aprileexpopalazzomarinoÈ iniziata lunedì 20 aprile l’avventura delle volontarie e dei volontari che saranno impegnate/ per il non profit a Expo 2005 nei sei mesi di apertura dal 1 maggio e successivamente nei diversi territori collaborando in piccoli gruppi alle attività di diversi soggetti del terzo settore. Il progetto di servizio civile che vede impegnate anche le due ragazze dell’Arci Silvia Benincà e Valeria Peverelli parte con un’intensa fase di formazione. Ecco il racconto della prima giornata. (altro…)

Como Business Center: avviso pubblico per l’utilizzo dello spazio in Expo Milano 2015

expo-2015-COPComo e il suo territorio si sono strutturati in una rete di coordinamento e di sviluppo, denominata SistemaComo2015, con l’obiettivo di promuovere il territorio, accrescerne la visibilità, creare un ponte con Milano, con i Paesi partecipanti ad Expo 2015 e con i visitatori previsti. In quest’ambito, la Camera di Commercio di Como si è fatta interprete dell’interesse dell’intero sistema territoriale comasco a partecipare al padiglione Italia nel semestre di svolgimento dell’esposizione universale. A tali fini, Sviluppo Como spa, soggetto attuatore di SistemaComo2015, ha sottoscritto un contratto di partecipazione con il padiglione Italia – società Expo Milano 2015 spa, per effetto del quale è stata concessa la disponibilità, per tutta la durata dell’evento, di un ufficio collocato lungo il cardo nord, per funzioni di rappresentanza istituzionale, nazionale ed internazionale, che è stato denominato Como business center. La presenza continuativa nel padiglione Italia, permetterà di consolidare una logica di sistema su cui si fonda da qualche anno la forte attività di internazionalizzazione intrapresa con l’obiettivo di ridare competitività all’intero tessuto economico, culturale e sociale del territorio. L’obiettivo sarà quello di dare visibilità al territorio, e non solo alle ricchezze paesaggistiche, quanto alle eccellenze d’impresa e alle numerose realtà scientifiche e culturali che lo caratterizzano. Il bando di manifestazione d’interesse per l’utilizzo dello spazio, si rivolge ad imprese, associazioni di categoria, operatori culturali, enti locali, istituzioni del territorio della provincia di Como. L’offerta nel dettaglio e le modalità di trasmissione della manifestazione di interesse è visibile nell’avviso pubblico consultabile sul sito di SistemaComo2015 cliccando qui. [jl, ecoinformazioni]

Como potenzia la comunicazione per Expo

expo-2015-COPCon un «incarico di collaborazione per la comunicazione sui new media» della durata di due anni.

 

«In vista di Expo 2015 è necessario potenziare l’informazione diretta ai cittadini e ai visitatori della città attraverso un potenziamento del portale della Cultura e del turismo – annuncia Palazzo Cernezzi –. L’appuntamento con l’esposizione universale e l’arrivo di milioni turisti da tutto il mondo (le previsioni parlano di 20milioni di turisti in arrivo a Milano) rende necessario garantire un’adeguata visibilità alla città di Como sui new media».

Si tratterà di una collaborazione con l’Ufficio marketing territoriale dell’amministrazione comunale comasca, previa selezione con un avviso pubblico, per due anni per un compenso lordo annuale di 20mila euro.

«È necessario sostenere Como quale destinazione turistica ed aumentare la visibilità del territorio – dichiara Valeria Guarisco, dirigente del settore Comunicazione, che giustifica il bando –. Per poter comunicare attraverso i new media e sfruttare al massimo le opportunità offerte dalle nuove tecnologie è necessario disporre di competenze specifiche anche in campo fotografico e video. E il Comune di Como, purtroppo, non dispone di personale con tali qualifiche». [md, ecoinformazioni]

The Life Electric

diga foranea comoPalazzo Cernezzi ha definito l’iter per la realizzazione del monumento di Libeskind alla diga foranea.

 

Mercoledì 27 agosto la Giunta comunale comasca: «Ha dato oggi il via libera all’iter che porterà alla realizzazione di The Life Electric, monumento che sorgerà in fondo alla diga foranea, simbolo comasco di Expo 2015».

«L’opera progettata e donata alla città dall’architetto Daniel Libeskind e da Amici di Como, esalterà la memoria e il lavoro dello scienziato lariano Alessandro Volta, inventore della pila – spiega un comunicato –. A seguito degli approfondimenti tecnici, Amici di Como ha sottoposto al Comune l’ipotesi di un diverso approccio per la concretizzazione del progetto per una migliore sostenibilità economica sotto il profilo finanziario».

«Svolti i necessari approfondimenti giuridici la Giunta ha convenuto sulla soluzione proposta che ci configura nella donazione del progetto e nella sponsorizzazione tecnica delle opere necessarie – afferma Lorenzo Spallino, assessore alla Pianificazione urbanistica –, pur nella consapevolezza da parte di tutti di una maggior complessità sotto il profilo del procedimento».

«Quello di oggi è uno dei passaggi fondamentali di un lungo percorso – dichiara Daniele Brunati, coordinatore di Amici di Como –. Siamo molto contenti della decisione perché il via libera dall’amministrazione del sindaco Mario Lucini è il segno di un’ottima collaborazione tra l’associazione, il Comune e l’assessorato all’Urbanistica rappresentato da Lorenzo Spallino». «L’opera di Libeskind è pulita, lineare, profondamente contestualizzata all’ambiente – aggiunge Brunati –. È possibile anticipare che si tratta di un monumento che fonde gli elementi energetici e scientifici a quelli naturali. Non si tratta di una fontana né tantomeno di un’opera che racchiude al proprio interno un muro d’acqua. The Life Electric, infatti, crea un ideale terzo polo voltiano collocato tra il Faro di Brunate e il Tempio dei giardini pubblici». [md, ecoinformazioni]

29 luglio/ Expostories

SavetheDate_ExpoStoriesComoTappa comasca martedì 29 luglio a Villa del Grumello in via per Cernobbio a Como, organizzata da Expo in partnership con SistemaComo2015 e Accademia Galli.

 

«Expostories è un progetto di comunicazione che porta Expo2015 nelle maggiori città italiane, nel periodo compreso tra luglio 2014 ed aprile 2015. Un progetto che si articola attorno a tre momenti specifici: A lezione di Expo, Social Media workshop, Expo per le imprese – spiega la presentazione, che riepiloga il programma della giornata –. Dopo i saluti introduttivi da parte di Salvatore Amura (presidente dell’Accademia) e Attilio Briccola (responsabile di SistemaComo2015), spazio alle “Expo stories”: alle ore 15.30 Giacomo Biraghi e Alvise De Sanctis daranno una “Lezione di Expo” rivolta a cittadini e associazioni. A seguire alle 16.30 appuntamento con il Social Media Workshop con Stefano Mirti e Beatrice F. Bianchetti, con la possibilità di vedere come funziona il lavoro di Expo2015 sui social network.
Per finire alle 18.30 ancora Giacomo Biraghi con Alvise De Sanctis questa volta con Expo per le imprese, per spiegare Expo e le opportunità che offre.
Si tratta di una mezza giornata di attività diverse, un racconto su piani molteplici di che cosa è Expo 2015, come si possono interagire e intersecare le sue dinamiche social».

Per informazioni e registrarsi agli incontri Internet www.socialmediaexpo2015.com/expostories. [md, ecoinformazioni]

Collegamenti fra Como e Milano per Expo 2015

expo 2015Il Tavolo per la competitività e lo sviluppo della provincia di Como chiede più treni, la sistemazione della stazione di S. Giovanni e la creazione di quella di interscambio di Camerlata.

 

Lunedì 9 giugno il Tavolo per la competitività e lo sviluppo comasco «ha confermato l’esigenza di un’azione volta a migliorare la qualità e la quantità delle connessioni con i grandi nodi delle linee ad alta velocità a nord e a sud del territorio, potenziando la frequenza e la rapidità dei collegamenti, l’efficienza e la qualità dei servizi ferroviari e delle principali stazioni cittadine». «L’urgenza di un tale intervento è strettamente connessa all’imminente avvio di Expo 2015 – prosegue un comunicato – e alla conseguente necessità di garantire adeguate condizioni di accessibilità, in grado di sostenere e accompagnare il previsto flusso turistico verso l’area comasca, accrescendo in modo decisivo la visibilità ed il richiamo internazionale del territorio».

Per questo la struttura comasca chiede di «intervenire al fine di recuperare il pesante gap nei collegamenti passeggeri con Milano», data la «soppressione di almeno 7 corse/giorno di treni EuroCity per Milano Centrale, già schedulate nell’orario estivo», sostiene la «necessità di mantenere i tempi di percorrenza da Como a Milano negli attuali 33/36 minuti di Ec/Tilo» e la «urgenza dell’attuazione degli interventi di riqualificazione funzionale e adeguamento della stazione di Como San Giovanni, programmati ma non ancora avviati» e «dell’avvio dei lavori di realizzazione della nuova stazione di interscambio di Albate-Camerlata», non ancora incominciati per cui chiede l’intervento dei consiglieri regionali.

Richieste che il Tavolo manda a Comune, Provincia e Camera di Commercio di Como per: «Coordinare stabilmente le proprie iniziative al fine di garantire un’azione unitaria dell’intero sistema territoriale e una più autorevole interlocuzione con tutti gli interlocutori istituzionali (Regione Lombardia, Trenord, RFI…)» [md, ecoinformazioni].

BeCOMe/ Verso Expo 2015

downloadIl secondo incontro nella giornata dedicata all’anteprima di BeCOMe di venerdì 23 maggio si è tenuto durante il pomeriggio nell’aula magna del Politecnico di Como in via Castelnuovo, accogliendo come ospiti l’Assessore alle politiche economiche, attività produttive e lavoro Gisella Introzzi, la Vicesindaco del Comune di Como Silvia Magni, e Paolo Verri, direttore Contenuti espositivi ed eventi di Padiglione Italia-Expo 2015. L’attenzione si è focalizzata su Padiglione Italia, i suoi eventi in programma, gli obiettivi durante e post Expo. [Guarda tutti i video dell’iniziativa e tutti i video della altre iniziative BeCOMe sul canale di ecoinformazioni; leggi su questo blog tutti gli altri articoli su BeCOMe]

L’esposizione universale si terrà nella zona nord-ovest del capoluogo lombardo, su una superficie di un milione di metri quadri, adiacente all’area espositiva di Fiera Milano, tra il primo maggio e il 31 ottobre 2015. Il tema sarà Nutrire il pianeta, energia per la vita, includendo tutto ciò che riguarda l’alimentazione e l’educazione alimentare. Vi parteciperanno 144 paesi, divisi in 60 padiglioni principali affiancati da dei padiglioni detti “cluster”, e l’Italia sarà il protagonista.

 

Padiglione Italia

«Sarà la porta d’ingresso del nostro paese, un biglietto da visita e un laboratorio di relazioni internazionali» spiega Paolo Verri alla platea (circa quaranta persone). Dall’incrocio dei due assi che attraversano in lunghezza e larghezza tutta la zona espositiva, si apre la grande Piazza Italia, su cui si affaccia Palazzo Italia, l’unico oggetto architettonico che rimarrà anche dopo l’Expo. Il concept individuato dal Padiglione è il Vivaio, una metafora che indica uno spazio che aiuta i progetti e le energie giovani a “germogliare”. Sarà il luogo in cui l’urbanità e l’architettura si fondono per dare vita al paesaggio italiano; tutti i materiali con cui è costruito sono a impatto zero, assorbendo la luce solare e trasformandola in energia per l’illuminazione del Padiglione. Grazie alla sua altezza, sarà visibile da tutti i punti dell’area.

 

Lo scopo

«Qualsiasi evento è uno strumento, non un obiettivo finale – spiega Paolo Verri mentre vengono proiettate delle diapositive – servirà a dimostrare che l’Italia non è solo museo e patrimonio, ma anche laboratorio aperto all’innovazione; fare leva sulla qualità dello stile di vita italiano e non sulla quantità; valorizzarne i marchi; presentare decine di start-up al giorno e lanciare il settore turistico». Quindi l’Expo sarà solo un punto di partenza, di cui le nazioni si dovranno servire nel vicino futuro  per creare e saldare le connessioni tra i territori: «Il compito di Expo non è quello di preoccuparsi degli effetti che farà sul territorio e di sostenere le connessioni che si creeranno»; dovranno quindi essere le nazioni a preoccuparsi di creare un sistema che sostenga le relazione nel lungo periodo.

 

Attività previste

In programma nei 6 mesi di manifestazioni ci sono 2000 eventi, attività con ospiti internazionali e nazionali, dirette tv, radio e in internet; show serali, attività per e con le scuole; 6 convegni scientifici, proiezione di film, conferenze sul ruolo italiano nella cultura e sull’imprenditorialità, eventi live di show coking , insieme  d anteprime degli eventi culturali nella città di Milano. Sono previste attività rivolte alle istituzione e imprese, ogni mese con una tematica diversa: sicurezza alimentare, riqualificazione urbana e rurale, sostenibilità e biodiversità, cooperazione, conservazione e creatività, innovazioni tecnologiche.

Per ulteriori dettagli su Expo e Padiglione Italia ecco i siti ufficiali: www.padiglioneitaliaexpo2015.com e www.expo2015.org.it

L’Assessore Gisella Introzzi ha ricordato gli appuntamenti di BeCOMe. [Clara Chiavoloni, ecoinformazioni]

 

Da sinistra: Gisella Introzzi, Paolo Verri, Silvia Magni
Da sinistra: Gisella Introzzi, Paolo Verri, Silvia Magni

 

 

 

Paolo Verri spiega le attività di Padiglione Italia a Expo 2015
Paolo Verri spiega le attività di Padiglione Italia a Expo 2015

 

 

 

 

23 maggio/ Anteprima beCOMe

beomeIl primo appuntamento di beCOMe, l’iniziativa nella città di Como che avrà luogo dal 30 maggio al primo giugno, è venerdì 23 maggio. La giornata prevede  nell’auditorium della Biblioteca comunale di Como, in Piazzetta Venosto Lucati 1, dalle 9.30  fino alle 13.15 il convegno Sguardi sull’impegno delle donne nell’agricoltura dell’Alta Lombardia, organizzato dall’associazione Donne in campo Lombardia, donne legate all’agricoltura di montagna aderenti alla Cia (Confederazione italiana agricoltori). Interverranno molti rappresentanti del settore, qui l’elenco completo e i rispettivi argomenti che verranno trattati.

Nel pomeriggio, dalle 14 alle 16, l’aula magna del Politecnico di Milano – Polo territoriale di Como in via Castelnuovo 7, ospita la presentazione in anteprima di Vivaio Italia, organizzata da Padiglione Italia-Expo 2015 e curata da Paolo Verri, direttore Contenuti espositivi ed eventi di Padiglione Italia, finalizzata a «rendere i giovani protagonisti di Expo 2015».

Per ulteriori informazioni riguardo a questo e ai tanti altri appuntamenti di beCOMe potete consultare il sito ufficiale http://www.becomeincomo.it. [Presto online su ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: