Vittorio Arrigoni

15 aprile/ Arciwebtv/ Verso il 25 aprile/ Resistere con Vik

Dalle 17/ Dongo è i luogo dove una terribile storia è finita, è il luogo della Resistenza, necessaria e vitale adesso, come allora. Ascoltare oggi, anniversario dell’uccisione di Vittorio Arrigoni, la madre Egidia Beretta, all’iniziativa dell’Anpi del 7 settembre 2019, ci sembra il modo più giusto per ricordarlo per Restare umani. Vik è un compagno da non dimenticare mai, per la Palestina, per la giustizia planetaria, per un altro mondo possibile, per noi. Per approfondire vai ai principali articoli e video di ecoinformazioni su Vik. Leggi per il nono anniversario della morte la recensione di Celeste Grossi di libri di e su Vittorio Arrigoni.

Gli altri programmi del 15 aprile.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

Lacrime che hanno visto/ Ricordando Vik

Vittorio Arrigoni, “Gaza. Restiamo umani”, Manifestolibri, pp. 127, prima edizione 2009 (prefazione di Michele Giorgio, postfazione Tommaso Di Francesco), euro 7; seconda edizione, pp. 144,2011 (con scritti di Egidia Beretta, Maria Elena D’Elia, Michele Giorgio, postfazione di Ilan Pappe), euro 12.

(altro…)

7 settembre/ Anpi Dongo/ In nome di Primo

Secondo anno per la festa dell’Anpi di Dongo, dedicata quest’anno a Primo Maffioli e, come sempre, a tutti coloro che hanno perso la vita in nome della libertà. Ospite d’eccezione Egidia Beretta, madre di Vittorio Arrigoni.

(altro…)

Con Arrigoni una via per restare umani a Como

Vik Arrigoni striscioneAnche la seduta del 21 giugno del Consiglio comunale di Como è dedicata, come la precedente del 20 giugno, alla discussione della mozione di sfiducia al sindaco Mario Lucini presentata dalle minoranza di centrodestra con l’adesione di Eva Carboni di Amo la mia città e di Gioacchino Favara del Pd. In apertura di serata una preliminare ha posto all’attenzione del Consiglio la necessità di “Restare umani con Vittorio Arrigoni” e ha sostenuto la proposta di intitolazione a Vik di una strada o di una piazza lanciata da Raffaele Faggiano di Arci Noerus e sostenuta dal Comitato comasco pro Arrigoni sottoscritta da oltre seicento persone tra le quali anche consiglieri / e di diversi gruppi politici. Leggi nel seguito la preliminare. (altro…)

Già seicento le firme per piazza Vik – via Vittorio Arrigoni

arrigoniIn poche settimane sono state superate le  600 firme per la petizione Dedichiamo una via/piazza di Como a Vittorio “Vik” Arrigoni. Di seguito il testo della petizione che si può sottoscrivere su Change.org.


Perché non venga mai dimenticato e rimanga d’esempio per tutti.
“Restiamo umani”. Besana in Brianza, 4 febbraio 1975 – Gaza, 15 aprile 2011 attivista, giornalista e scrittore italiano.
Sostenitore della soluzione binazionale come strumento di risoluzione del conflitto israeliano-palestinese, nonché pacifista, si era trasferito nella Striscia di Gaza per agire contro quella che definiva pulizia etnica dello Stato di Israele nei confronti della popolazione araba palestinese. https://it.wikipedia.org/wiki/Vittorio_Arrigoni

Tante e diverse le firme della società civile. Spiccano tra i firmatari: don Giusto Della Valle, don Marco Pessina, Michele Marciano di Legambiente, Ida Angela Sala del Comitato Vita Indipendente, Marco Servettini de L’Isola che c’è, Paolo Gerra del Comitato Comasco no Omofobia, Raffaele Faggiano dell’Arci, le consigliere comunali del Comune di Como Celeste Grossi e Roberta Marzorati. Per firmare basta andare su http://www.change.org e cercare Arrigoni. Info: Altracomo.

4 giugno/ Restiamo umani. Urla dalla Palestina al Gloria

WEB ARCI RESTIAMO UMANIUltimo Teatro Produzioni Incivili porta in scena giovedì 4 giugno alle 21 allo Spazio Gloria di via Varesina 72 a Como lo spettacolo Restiamo Umani – Urla e lacerazioni da Vittorio Arrigoni e dal popolo Palestinese. Uno spettacolo senza filtri, senza censure o parole di convenzione; uno spettacolo più che corretto che chiarisce le idee pure a chi sa le cose o crede di saperle. Restiamo Umani per continuare a parlare ancora di Palestina e del problema Israeliano Sionista. La serata sarà aperta dall’introduzione di Celeste Grossi dell’Arci di Como e vedrà la partecipazione di Silvia Antenucci, cooperante che racconterà la sua esperienza nei territori occupati della Palestina attaverso parole ed immagini fotografiche. L’inizitiva è promossa da Arci Como con l’adesione di Assopace Palestina, Coordinamento comasco per la Pace, Donne in Nero, Comitato Soci Coop di Como, Associazione In viaggio, Istituto di storia contemporanea P.A. Perretta, Emergency gruppo di Como, Anpi comitato provinciale e Anpi sezione di Como. Ingresso 5 euro. Info como@arci.it . Scarica e diffondi il volantino dell’evento.

19 aprile/ Ricordando Vik

18aprile vik porgrammaQuattro anni fa, il 15 aprile 2011, Vittorio Arrigoni è stato ucciso a Gaza.Domenica 19 aprile dalle 15,30, nella palestra della Scuola don Milani di Bulciago (Lc),  parenti, amici, conoscenti, virtuali e non, si riuniscono in un pomeriggio di festa per ricordare insieme Vittorio Arrigoni. L’evento sarà in streaming su questo canale youtube è stato messo a disposizione degli organizzatori da un amico: https://www.youtube.com/user/SalvatorePonessa

A Bulciago ricordando Vik in un pomeriggio di sole

Blog-2014-Palestina2A tre anni dalla morte di Vittorio Arrigoni, la sua presenza è ancora forte, così come bruciante è la sua mancanza. Lo ricorda, alla fine di un accorato intervento, letto per non cedere alla commozione, la madre, Egidia Beretta Arrigoni: “Vittorio è vivo, ma Vittorio è morto”. È questa la cifra dell’incontro di domenica 13 aprile a Bulciago: una giornata di sole, di festa e di malinconia, di voglie di fare e di esigenze di meditare.

Fuori dalla palestra di Bulciago dove hanno luogo gli interventi è l’ormai consueto pullulare di banchetti, di bus solidali, di tavoli, di sedie, di libri, di gente, di amiche e amici che qui convengono dai quattro capi del mondo (è davvero il caso di dirlo) per rivedersi almeno una volta all’anno e condividere quanto si deve fare e non si è ancora fatto. Nel ricordo di Vik, ma non solo.

Proprio da qui, da ciò che si deve fare, comincia la giornata con un appello letto dalla giovane sorella di Vittorio, Alessandra, che annunciando la costituzione della Fondazione “Vik Utopia” sottolinea come l’eredità di Vik sia a disposizione di tutti, purché se ne rispettino le idealità. Vik non è un “brand” che si può piegare a qualsiasi esigenza; a nome della famiglia e della fondazione annuncia quindi azioni di tutela per la memoria di Vittorio, e contemporaneamente chiede a tutte le realtà che condividono i suoi ideali e la sua opera di mettersi in relazione diretta con la Fondazione, non certo per esercitare un qualsiasi controllo, ma per valorizzare un enorme patrimonio di idee e di energie.

Il ricordo di Vik procede con la proiezione di un efficacissimo video del 2009, Il prezzo del prezzemolo, dedicato alle difficoltà dei contadini della striscia di Gaza, fatti oggetto delle violenze dell’esercito israeliano. E ancora nel ricordo di Vik, Luisa Morgantini lancia la campagna per la libertà di Marwan Barghouti e degli altri prigionieri politici palestinesi. Il racconto è trascinante e sconvolgente a un tempo: sono migliaia i detenuti politici palestinesi nelle carceri israeliane, centinaia soffrono il regime di arresto amministrativo (detenzione senza alcuna accusa e prorogabile a discrezione), decine e decine sono minorenni. La campagna deve riuscire a mobilitare le coscienze e arrivare ad assumere un forte valore simbolico; non a caso è iniziata, ultimo impegno di Nelson Mandela prima della sua scomparsa, proprio dalla cella che segregò per lunghi anni il leader anti-apartheid. Ogni realtà può dare il suo contributo: uno dei modi è quello di promuovere la concessione della cittadinanza onoraria a Marwan Barghouti; la città di Palermo lo ha già fatto, suscitando la scontata protesta del governo israeliano.

Dopo un video sulla resistenza palestinese nella West Bank e l’intervento di Egidia Beretta Arrigoni, uno spettacolo di Nudoecrudoteatro, Sull’Italia calavan le bombe, dedicato alle vicende resistenziali a Roma, sottolinea i collegamenti tra antifascismo e rivendicazioni dei diritti dei popoli. Brave le tre giovani interpreti, capaci anche di comunicare l’ironia nella drammaticità degli eventi.

Si prosegue ancora con i progetti della Fondazione “Vik Utopia”, con le letture di Valerio Mastandrea e un altro video di Vittorio Arrigoni, fino ad arrivare all’aperitivo palestinese e al concerto della Banda degli ottoni a scoppio.

Il ricordo, appunto, deve sapersi trasformare in energia. [Fabio Cani, ecoinformazioni]

 

Egidia Beretta Arrigoni

Blog-2014-BerettaEgidia

 

Luisa Morgantini, al centro, con lo striscione di Assopace Palestina

Blog-2014-MorgantiniLuisa

 

Un momento dello spettacolo Sull’Italia calavan le bombe

Blog-2014-Spettacolo

13 aprile/ A Bulciago ricordando Vik

vittorio arrigoniDomenica 13 aprile a Bulciago a tre anni dall’assassinio di Vittorio Arrigoni, avvenuto a Gaza in Palestina, il 15 aprile 2011, familiari, amici, conoscenti e tutti gli attivisti della Pace e della libertà dei popoli si incontrano per ricordarlo fra sorrisi e lacrime a Bulciago. Presto on line su ecoinformazioni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: