Giorno: 17 Febbraio 2018

Diritti reclusi/ Voci dal campo

La visita, nel pomeriggio del 17 febbraio,  del parlamentare  di Sinistra italiana Daniele Farina, candidato di Liberi e Uguali  alla Camera a Como, Lecco e Sondrio è servita a sollevare almeno per una volta il velo di intollerabile segretezza che è stato imposto al Campo governativo, gestito dalla Cri a Como, già inaccettabile all’inizio,  oggi ancora più ingiustificato mentre rimane indefinita la natura del Campo stesso, classificato “ibrido” e quindi senza una chiara identità, nato per un’emergenza che tutti sanno e sapevano non sarebbe stata tale. La delegazione formata da Farina e da Kalongo Vicky Tshimanga, candidato di Liberi e Uguali  alla Camera a Como, Lecco e Sondrio,  ha raccontato all’uscita del Campo una situazione che è apparsa comunque migliore di tanti Cas affollati e abbandonati incontrollati al migrabusiness.

(altro…)

Video/ Ispezione al Bassone

Daniele Farina, parlamentare uscente di Sinistra italiana e candidato di Leu alla Camera a Como, Lecco e Sondrio ha visitato il 17 febbraio, insieme altre e altri candidati di Leu (Elena Hileg Iannuzzi, Gianluca Leo, Aurora Longo, Marco Malinverno), il Carcere del Bassone. All’uscita abbiamo registrato le  considerazioni della delegazione,  che ha ricevuto un omaggio floreale realizzato dalle detenute.

 

Mense scolastiche: assemblea pubblica contro la privatizzazione

IMG-20180216-WA0004

Si terrà mercoledì 21 febbraio alle 20,30 presso l’Aula Magna della scuola Parini, in via Gramsci 6, l’assemblea organizzata dalle Funzione Pubblica di  CGIL CISL e UIL. I Sindacati, unitariamente, chiedono che la refezione scolastica rimanga a gestione diretta comunale. Sono invitati  lavoratrici, lavoratori e utenti del servizio. (altro…)

Mense scolastiche: There is no alternative?

gallery-1500997415-margaret-thatcher-biografia-4

Parte la mobilitazione contro la privatizzazione del servizio di refezione scolastica, che seguiremo con attenzione a cominciare dall’assemblea in preparazione per mercoledì 21 febbraio. Prima ancora degli aspetti pratici (qualità del servizio, livelli occupazionali, costi) è opportuno uno sguardo di carattere generale: le alternative esistono, basta cercarle e praticarle. (altro…)

“Vieni al cinema!”/ la convenzione Arci-Agis 2018 per il cinema

Arci
Arci e Agis, insieme per sostenere il cinema italiano ed europea di grande qualità, presentano 
Vieni al cinema: la convenzione 2018, riservata ai soci Arci, che ti porta al cinema nei giorni feriali con sconti fino al 30 per cento.

(altro…)

Cinegiornale ecoinformazioni/ Manifestazione antifascista, Festival canzone comica, Csf

Il Cinegiornale di ecoinformazioni in  proiezione allo Spazio Gloria del Circolo Arci Xanadù a Como (di Andrea Rosso con video di Gruppo TeatroPopolare), realizzato per Connessioni controcorrente (con il contributo di Fondazione Cariplo, da Arci Xanadù, Gruppo TeatroPopolare e ecoinformazioni) presenta l’appuntamento antifascista del 24 febbraio, il Festival della canzone comica, l’iniziativa di Como senza frontiere In memoria delle vittime delle frontiere  del 25 febbraio al confine tra Italia e Svizzera.

 

18 febbraio/ Fatoumata Diawara con l’Africa al Sociale di Como

Tra le tante sfaccettature di un grande continente come l’Africa, molte ispirano forza, gioia, cultura, parlano di futuro e di cambiamento. Domenica 18 febbraio, alle 18, il concerto di Fatoumata Diawara al Teatro Sociale di Como è l’occasione – pressoché imperdibile – per verificare quanto l’immagine corrente della condizione africana (soprattutto giovanile) che oggi va purtroppo per la maggiore a queste latitudini sia sbiadita e sfuocata.

Eccezionalmente il tour di lancio per il nuovo album di Fatoumata Diawara comincia a Como, con una “data zero”, resa possibile dalla disponibilità dell’artista, ormai famosa a livello mondiale, anche perché – come lei stessa ha ricordato – è «un po’ anche comasca». Già nel 2011, infatti, è stata presente sul palco del Sociale e nell’estate del 2016 anche su quello – più dimesso, ma non meno importante simbolicamente – del teatrino di San’Eusebio, nel bel mezzo della mensa allestita per i migranti in transito. Nell’incontro di presentazione, Fatou (come ama farsi chiamare) tiene molto a collegare queste due prospettive sull’Africa: da una parte i problemi che l’attanagliano e che impongono troppo spesso migrazioni lunghe e drammatiche, dall’altra però anche la vitalità di un continente giovane su cui «non bisogna piangere» ma che invece bisogna ascoltare con attenzione. «Essere la voce della gioventù africana» è l’aspirazione di Fatou, artista di origine maliana/invoriana e oggi cittadina un po’ italiana un po’ parigina e comunque del modno, grazie alla possibilità di «far passare i messaggi attraverso la musica».

 

Fatoumata Diawara

sul palco di Sant’Eusebio il 1° agosto 2016

 

 

 

«L’Africa non è ferma al medioevo» ricorda, è un continente al passo con le sfide dell’attualità, profondamente coinvolto nell’economia e nella cultura contemporanea; questa affermazione di orgoglio non va ovviamente disgiunta da una profonda richiesta di giustizia, consapevole dell’esigenza di cambiare le cose, di sciogliere i problemi spesso derivati da uno squilibrato rapporto con l’occidente europeo.

Anche per questa ragione, il concerto di Como, oltre a innegabili motivi di interesse artistico-musicale (sarà infatti l’occasione per conoscere il nuovo terzo album di Fatou, con una band rinnovata e allargata con un tastierista), presenta importanti connessioni di carattere sociale e culturale. Per decisione dell’artista e con la collaborazione del Teatro Sociale, infatti, parte del ricavato verrà destinato al finanziamento del progetto “Emergenza freddo” e del progetto “Linguaggi comuni” dedicato all’integrazione, tramite laboratori artistici, di minori stranieri non accompagnati.

Nella conferenza stampa di presentazione, Paola Della Casa – a nome della Rete allargata dei Servizi comaschi per la grave marginalità – e Maria e Florence – dell’Associazione Lachesi – hanno tenuto non solo a ringraziare Fatoumata Diawara per la disponibilità, ma anche a sottolineare una particolare convergenza di sensibilità e obiettivi.

Nel corso della sua presentazione, Fatou ha anticipato che il colore del suo prossimo album sarà soprattutto rosso, ma che dal vivo il suo spettacolo è soprattutto blu (come l’acqua, il cielo, la libertà). Sullo sfondo di questi colori dobbiamo provare a comprendere il futuro dell’Africa.

[Fabio Cani, ecoinformazioni]

 

Fatoumata Diawara and Band in concerto

Teatro Sociale di Como

domenica 18 febbraio 2018, ore 18

biglietti € 15+prevendita, presso la biglietteria del Teatro e on-line su http://www.teatrosociale.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: