Giorno: 2 Ottobre 2018

Ricordi e sogni di un Abbondino d’oro

Abbiamo chiesto a Luigi Nessi, appena insignito (finalmente) dell’Abbondino d’oro, un primo commento. «La notizia me l’ha comunicata stamane Anna Veronelli. La mia prima reazione? Ma andate al diavolo! Perché io? in città ci sono molte altre persone che lo meritano più di me. Penso a don Giusto, a don Roberto, a Flavio Bogani, …

Mi dicono che è giusto così. Questo premio devo condividerlo con le tantissime persone che ho incrociato nella mia vita, iniziando dai miei genitori. Quando ero a Novara, anni di dopoguerra, tutte le domeniche veniva a casa mia un povero. Un pezzo di pollo per lui c’era sempre. Ho fatto le scuole con accampati nei corridoi gente del Polesine e gente dell’Istria. E la scuola si faceva tranquillamente, ricordo quelle belle ragazze, alte, capelli lunghi…

Poi ad Albate; orfano io e i miei fratelli siamo stati aiutati da tante persone.

Ricordo il Collegio, il lavoro, luogo di crescita umana e sociale. E oltre il lavoro cominciavano gli impegni in Oratorio e nel quartiere; condivisi con tanti amici con i tanti preti (vicari, parroci) che il Signore mi ha fatto incontrare, grande il loro impegno nella mia parrocchia.

Era gli anni ’60-‘70 cristianesimo e rivoluzione; le Acli di Labor, l’impegno dell’essere cattolico di sinistra.

Il referendum sul divorzio per il No, i Consigli di quartiere spontanei, il far nascere l’US Albatese tanti anni fa, tanti giovani e ragazzi, tanti dirigenti, allenatori, collaboratori. Tutti coinvolti attraverso lo sport in Oratorio. Ricordo la gente che arrivava dal Sud e la scuola popolare, l’impegno per tutte le difficoltà del quartiere e della città, il volontariato in Croce Rossa, l’avvicinarsi al carcere. Poi i Consigli di Circoscrizione istituzionalizzati, il periodo di Solidarietà e partecipazione, e in Consiglio Comunale: all’opposizione con Botta e Bruni, poi in maggioranza con Lucini.

Un impegno politico che continua con La prossima Como.

In pensione, tante altre possibilità di impegnarsi. Ricordo i traslochi “Caritas” nella fine anni ’90, l’accoglienza dei ragazzi bosniaci, preceduti dai libanesi e dai kossovari.

Indimenticabili le cose belle condivise con i famigliari, miei e di mia moglie, sopratutto con Lei che mi s(u)opporta.

Tante persone conosciute, tutte con il loro lato positivo, anche se hanno posizioni di pensiero e sociali diverse. L’importante è comunque, sempre, il confronto.

Quale il sogno per questa città che, personalmente amo più nelle sue periferie?

Che non ci sia più nessuno che debba dormire sotto i portici (tra essi ci sono anche tanti italiani)

Che Como sia consapevole e responsabile del suo ruolo di città di frontiera, quindi di transito, per tante e tante persone che cercano una vita migliore, quindi attrezzata adeguatamente per questo.

Che Como sia accogliente sempre, come lo sono tante associazioni laiche e cattoliche che a Como operano.

Che nei quartieri ci siano persone disponibili per non lasciare soli gli anziani e le persone che lì abitano.

E permettetemi, siccome anche la mia vita nella US Albatese è stata importante, il sogno di palestre e campi sportivi migliori.

Sogni? »[Luigi Nessi]

9 – 10 ottobre/ evento speciale/ “Imagine” allo Spazio Gloria

41706128_1865960843490104_6180870547862192128_o.jpg

Solo martedì 9 e mercoledì 10 ottobre allo Spazio Gloria del Circolo Arci Xanadù sarà proiettato Imagine, film realizzato da John Lennon (che il 9 ottobre di quest’anno avrebbe compiuto 78 anni) e Yoko Ono; per la prima volta al cinema, con 15 minuti di contenuti inediti in esclusiva per il grande schermo. (altro…)

Anpi, Arci, Articolo 21, Cgil/ Solidarietà al sindaco e alla comunità di Riace

Riace, un piccolissimo paese quasi spopolato della profonda Calabria, è diventato un simbolo nel mondo. Il modello Riace è semplicemente la straordinaria dimostrazione che si può costruire un efficace sistema di accoglienza diffusa, che l’integrazione rappresenta una importante occasione di sviluppo per il  territorio, che costruire una società inclusiva e accogliente è un vantaggio per tutti.  (altro…)

Video/ Insieme per i Diritti di tutte/ i contro razzismo e fascismo

Come a Milano il 30 settembre per Intolleranza zero, anche a Como la grande forza culturale, sociale e politica delle organizzazioni sindacali e dell’attivismo sociale trova piena unità d’azione per la Pace, i diritti di tutte e di tutti attaccati dalla regressione civile animata dal governo con provvedimenti razzisti, dettati dall’estremismo nero, contro i poveri.

(altro…)

Luigi Nessi vince l’oro per la sua politica di umanità

Finalmente dopo anni di colpevole ritardo il Comune di Como ha riconosciuto a Luigi Nessi l’Abbondino d’oro, la massima onorificenza della città. Queste le motivazioni: «per aver servito, in oltre cinquant’anni di impegno generoso e infaticabile, le persone più fragili della nostra comunità e avere affiancato al volontariato nel campo sociale l’impegno nella promozione dello sport per i più giovani e nelle assemblee municipali (classe IV – Benemeriti delle attività solidaristiche e filantropiche)».

 

2 e 3 ottobre/ anteprima/ “L’amica geniale” allo Spazio Gloria

41818724_1865955343490654_6093115312213852160_o (1).jpg

In anteprima esclusiva allo Spazio Gloria del Circolo Arci Xanadù di Como, alle 21 di martedì 2 e mercoledì 3 ottobre saranno proiettati i primi due episodi de L’amica geniale, la serie di Saverio Costanzo ispirata all’omonima quadrilogia di Elena Ferrante, edita da e/o. Prevendite disponibili sul sito web dello Spazio Gloria. [AF, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: