Ambiente e diritti insieme

Anche a Como, dove le recenti elezioni amministrative hanno visto prevalere anacronistiche idee iperliberiste e insensibilità ai temi sociali e ambientali, un ampio cartello di forze dalla Cgil, all’Arci da Legambiente, da supporto attivo a Animal save con esponenti politici di Alleanza Verdi e sinistra e la Consigliera comunale Barbara Minghetti candidata sindaca del centro sinistra alle ultime elezioni ha partecipato alla manifestazione indetta da Fff e dall’Uds il 23 settembre stranamente animata avanti al Comune che pure appare un interlocutore non solo insensibile ma anche insignificante visti i temi globali trattati. La manifestazione è stata sonora e animata grazie agli interventi dei promotori e delle tante realtà che hanno dato vita alla mobilitazione i cui obbiettivi globali e politici non saranno certo fermati dall’inadeguateza delle amministrazioni locali che tentano il gioco delle promesse di azione e nella realtà negano diritti e futuro all’ambiente e a chi lo abita. Il movimento ambientalista comasco è oramai maturo, sono state superate tentazioni di irrealistica equidistanza tra destra e sinistra e ha ribadito in tutti gli interventi non solo a Como ma in tutte le piazze del 23 settembre in Italia, in Lombardia e nel mondo che non esiste possibilità di affrontare la crisi bioclimatica globale se le azioni necessarie e urgenti per evitare la catastrofe ecologica non si accompagnano al riconoscimento dei diritti fondamentali al lavoro, all’istruzione, alla libertà che per le destre localiste e nazionali sono il contrario del loro progetto politico e della loro storia di autoritarismo e prevaricazione.

[Foto Massimo Borri per ecoinformazioni]

«Più di quindicimila studenti hanno invaso le piazze di tutta la Lombardia nella giornata dello
sciopero globale per il clima. Alla mancanza di prospettive per il futuro rilanciano una nuova
stagione di partecipazione, costruita insieme e che si concentri su temi chiave:
ambiente, lotta alla crisi climatica, scuola, lavoro». [Uds Lombardia Rete della conoscenza]

Il Comunicato stampa di Fff e Uds Como

«Ieri come in tutto il mondo anche Como centinaia di persone hanno partecipato allo sciopero globale per il clima in una piazza organizzata da Fridays For Future Como e l’Unione Degli Studenti Como assieme ad altre realtà aderenti.

Più di 200 i manifestanti che ieri mattina sono scesi in piazza davanti al comune, durante l’ultimo giorno di campagna elettorale per mostrare il loro sostegno alle proposte dell’agenda climatica portata avanti a livello nazionale e che gli attivisti comaschi hanno declinato in tre iniziative locali: mobilità sostenibile, spazi e un piano per la siccità.

Oltre agli organizzatori anche una marea di adesioni da parte di Arci, supporto attivo, animal save, parents for future, Cgil e altre realtà locali mobilitate congiuntamente, oltre alle adesioni anche la partecipazione di qualche classe della Parini accompagnate dalle insegnanti.

Alcuni membri delle realtà organizzatrici (Fff e Uds) hanno incontrato dei rappresentanti dell’amministrazione rappresentata dal presidente Anzaldo, e gli assessori Roperto e Cappelletti: “l’amministrazione si è detta favorevole ad avviare un percorso che porterà a un tavolo di confronto per rilanciare sui temi da noi esposti” hanno detti gli attivisti al termine della manifestazione che si dicono “contenti per la risposta ma aspettiamo gli esiti a lungo termine per essere realmente soddisfatti”. Oltre agli interventi è andato in scena uno spettacolo di Lotta, giovane artista arrivata a Como per comunicare attraverso la musica, il suo contrabbasso e la sua magnifica voce la necessità di prendere posizione, e di non smettere di lottare per l’ambiente».  [Fridays For Future Como e Uds Como] 

Video e foto della manifestazione a Como.

[Foto di copertina Massimo Borri per ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: