Unione degli studenti

Corteo a Milano verso gli Stati generali della scuola pubblica

Doveva essere una manifestazione partecipata, e in effetti almeno un migliaio di studenti e studentesse sono scesi in strada nella mattina di venerdì 11 febbraio, in risposta alla chiamata di Unione degli studenti e collettivi. Il corteo ha portato avanti le rivendicazioni di chi la scuola la vive ogni giorno in vista anche degli Stati generali della scuola, che si terranno tra 18 e 20 febbraio a Roma.

(altro…)

Tra Como e Milano in piazza per Lorenzo

Anche a Como, così come a Milano, Roma, Napoli e Torino, gli e le studenti sono scesi in piazza per ricordare Lorenzo Parelli, il ragazzo friulano morto di Pcto in uno stabilimento della Burimec, ucciso da una trave. Venerdì pomeriggio, una trentina di ragazzi e ragazze hanno partecipato ad un presidio organizzato da Uds Como in piazza Volta.

(altro…)

Sotto la Regione per il diritto allo studio

Una settantina di studenti e studentesse si è radunata sotto il palazzo della Regione a Milano in occasione dell’avvio della discussione sull’utilizzo dei fondi derivanti dal Pnrr per la Lombardia. Denaro che, nonostante le ingenti somme destinate a Milano, solo in minima parte andranno a migliorare una situazione educativa perlomeno precaria.

(altro…)

12 dicembre/ Contro il fascismo di Stato

Domenica 12 dicembre cade l’anniversario della strage di piazza Fontana. Come ogni anno, la Milano antifascista, antirazzista, meticcia e solidale (Rete della conoscenza, Link universitari e Unione degli studenti) si troverà davanti al Banco dell’agricoltura per un corteo in memoria delle vittime e per perpetuare la lotta antifascista, sempre attuale.
Il concentramento è previsto per le 17.

17 morti e 88 feriti, a cui va aggiunta la più che sospetta morte di Giuseppe Pinelli, secondo la questura suicida, anarchico accusato per primo della strage. La complicità tra stato italiano e forze eversive di destra ha nella strage di Milano uno dei suoi nodi cruciali, l’inizio degli Anni di Piombo.

L’iniziativa antifascista è organizzata per ricordare l’atto iniziale di una delle epoche più buie dell’Italia postbellica; ma lo sguardo non sarà solo volto al passato. In un presente tumultuoso, dove sempre di più la destra radicale si appropria delle piazze, anche approfittando del malcontento sociale dovuto alla crisi economica ed alle restrizioni pandemiche, è importante ripetere l’antifascismo nel quotidiano presente.
La manifestazione di domenica 12 si propone quindi come ripetizione di una continuità di lotta che, finché verrà dato spazio a determinate istanze xenofobe, reazionarie ed oppressive, non può né deve smettere.

Per una scuola inclusiva e formativa

Anche Como ha aderito alla manifestazione nazionale di Unione degli studenti per il diritto allo studio ed un sistema scolastico più inclusivo e sicuro. Venerdì 19 novembre la città è stata infatti attraversata da un corteo animato da almeno 400 studenti, che da piazza della Pace (nota anche come Vittoria) si è mosso fino a Giardini a lago. Diritto allo studio, didattica inclusiva e spazi e trasporti sicuri sono stati le parole chiave dell’iniziativa.

(altro…)

Anche a Como è ora di essere civili

UnioniCivili-01

Nel giorno della mobilitazione nazionale per i diritti civili di ogni famiglia, di ogni relazione d’amore anche Como ha dato un piccolo contributo alla mobilitazione delle 100 piazze italiane e delle principali città europee che si è rivelata un successo.

Il 23 gennaio, nel pomeriggio,  sulla recinzione del giardinetto della biblioteca comunale era appeso lo striscione fotografato dell’Unione degli STudenti. Un piccolo gesto che però sottolinea che anche Como è non completamente distratta. [FC, ecoinformazioni]

 

Marcello Leotto a Sbilanciamoci!

La situazione di collasso della scuola è stata denunciata da Marcello Leotto, dell’Unione degli studenti, associazione attiva nelle scuole secondarie di secondo grado. Con la finanziaria del 2008 sono iniziati i tagli da parte dello Stato, ma sono stati diminuiti anche i finanziamenti regionali per l’accesso al sapere, il diritto allo studio e l’edilizia scolastica. (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: