Giorno: 1 Marzo 2022

Guerra Ucraina/ Analisi

La drammaticità e l’orrore per la guerra (per tutte le guerre) deve essere affrontato anche con approfondimenti che permettano di capire e agire per la Pace. Alcuni articoli, selezionati da Massimo Patrignani, che forniscono utili spunti di analisi.

(altro…)

5 marzo/ Disarmo e neutralità attiva/ Pullman da Como a Roma/ Info e prenotazioni

Arci, Cgil. Como senza frontiere, Coordinamento comasco per la Pace e altre organizzazioni pacifiste comasche propongono il viaggio in pullman per partecipare alla manifestazione a Roma sabato 5 marzo. INFO e PRENOTAZIONI 3473674825, ecoinfomazionicomo@gmail.com, info@comopace.org. Con la Rete Pace e disarmo tutto il pacifismo. Bisogna fermare la guerra in Ucraina. Bisogna fermare tutte le guerre del mondo.

(altro…)

Arci Spop / Primi risultati

A sei mesi dall’apertura dello sportello popolare, dedicato a soddisfare alcuni bisogni della cittadinanza più fragile e ad agevolare l’interazione di questa con la pubblica amministrazione, le istituzioni, il mondo del lavoro, ci teniamo a presentare un primo bilancio dell’attività sociale che abbiamo svolto come circolo Arci Spop.

(altro…)

Ucraina/ Giuliana Sgrena: «Sicuri che le armi servano?»

Siamo tutti convinti, o quasi, almeno in occidente che si debba aiutare gli ucraini a fermare l’invasione di Putin. Ma come? Sulle sanzioni contro gli oligarchi russi sono tutti d’accordo, su quelle che potrebbero bloccare l’arrivo del gas russo in Europa non po’ meno. In attesa degli eventi il ministro degli esteri italiano Di Maio si è precipitato ad Algeri e non è difficile intuire il perché. L’Algeria potrebbe supplire, almeno in parte, alle mancate forniture di gas dalla Russia. Il dibattito si è aperto sui giornali algerini. Secondo un dirigente della Sonatrach, il gigante algerino pubblico degli idrocarburi, l’Algeria potrebbe sfruttare le potenzialità del Transmed che potrebbe arrivare ad inviare in Italia 32 miliardi di metri cubi di gas all’anno contro i 22 attuali.

(altro…)

San Giovanni a lutto per Diakite

Dopo il ricordo svolto il 27 febbraio a Balerna, l’inziativa “Folgorati dall’Europa” di Como senza frontiere in memoria di Josouf Diakite ha organizzato il 28 febbraio la presenza sulla scalinata della Stazione San Giovanni di Como il ricordo delle vittime delle leggi europee che uccidono e confermato la determinazione della rete nella lotta contro tale sanguinosa ingiustizia.

(altro…)

Neutralità attiva/ Appello ai parlamentari/ Non votate la guerra

L’Arci di Como invita tutte e tutti a inviare ai parlamentari l’appello diffuso da Peacelink contro il coinvolgimento militare dell’Italia nella guerra.

DEPUTATO , SENATORE,

ti abbiamo votato per rispettare e attuare la Costituzione

NON TRADIRE LA COSTITUZIONE !!

NON TRADIRE LA COSTITUZIONE !!

——————–

L ‘ ITALIA RIPUDIA LA GUERRA !!

NON VOTARE LA GUERRA  !!

QUINDI NEMMENO STRUMENTI DI GUERRA !!

NON UN SOLDATO NE’ UN ARMA  ITALIANA DOVE C’E’ LA  GUERRA

SOCCORSI, CIBO, VESTIARIO,  MEDICINE, 

CORRIDOI UMANITARI, …

IN TANTI MODI POSSIAMO AIUTARE LA POPOLAZIONE CIVILE VITTIMA

MA NON CON LE ARMI E GLI ARMATI, CHE SOLO PEGGIORANO LA SITUAZIONE,

incrementando l’ “escalation ” e allontanando la possibilita’ di tregua,

a spese ancora più gravi della popolazione civile”

PERCHE’ ALTRI SONO GLI 

            “STRUMENTI DI RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE INTERNAZIONALI, ..”

BOICOTTAGGI, SANZIONI, ISOLAMENTO COMMERCIALE (non su farmaci e salute), …

QUESTI SONO GLI STRUMENTI UTILI,

NON LE ARMI E GLI ARMATI !

L’ABBIAMO GIA’ SPERIMENTATO OGNI VOLTA, IN QUESTI ULTIMI TRENT’ANNI !!

NEMMENO LA SECONDA PARTE DELL’ARTICOLO 11 GIUSTIFICA ALCUN INTERVENTO ARMATO

NEMMENO MASCHERATO COME “LIMITAZIONE DI SOVRANITA'”

perche’ dove c’e’ la guerra per definizione non vi e’ nessun “ordinamento che assicuri la pace e la giustizia” !

LA RESISTENZA E LA DIFESA ATTIVA DELLA POPOLAZIONE SONO UN DIRITTO, anzi un dovere, ma

LA DIFESA ARMATA NON E’ L’UNICA: crea più problemi di quanti risolve, ed è la più pericolosa e costosa;
intervento umanitario, interposizione nonviolenta, disobbedienza civile, protezione di disertori e dissidenti,  … solo questi tipi di interventi, verso tutte le parti, riducono i danni, raffreddano gli scontri, spengono la guerra.

L’ART. 11 DELLA COSTITUZIONE, SCRITTA DOPO ANNI DI GUERRA, VIETA OGNI FORMA

DI PARTECIPAZIONE, SIA DI PERSONA CHE CON STRUMENTI, ALLA GUERRA IN UCRAINA

ARMI E ARMATI ALIMENTANO LA GUERRA

            SOLO INTERVENTI UMANITARI NON ARMATI LA CONTRASTANO E POSSONO SPEGNERLA

NON VOTARE ARMI E ARMATI ,   NON TRADIRE LA COSTITUZIONE !!

Proposte per la cessazione delle ostilità e la stabilizzazione della tregua.

Da Peacelink.it

Insorgere per collegare le lotte: la Gkn di Firenze

La vicenda dello stabilimento Gkn, ora QF, di Campi Bisenzio, nel fiorentino, è qualcosa di più di una vicenda di resistenza operaia e sindacale contro la sete di profitto tipica del capitalismo globale. Infatti, da quello che è successo tra luglio e dicembre è scaturito un movimento che aspira all’intersezionalità e alla transnazionalità difficile da incasellare come semplice successo di una battaglia locale.

(altro…)

Il ricordo dei “folgorati dall’Europa” alla stazione Como San Giovanni

Nel pomeriggio del 28 febbraio alla stazione di Como San Giovanni si è tenuta una manifestazione della rete Como Senza Frontiere in ricordo delle persone uccise dalle poitiche della Fortezza Europa, come Youssuf Diakite e Mohamed Kouji. Con loro si ricordano anche migranti, profughi, rifugiati e tutte le vittime di un sistema di accoglienza discriminatorio.

(altro…)

Prorogato al 10 marzo/ Lavora con eco/ retribuzione e master

Ecoinformazioni, grazie al contributo della Fondazione provinciale della comunità comasca, offre lavoro a Como per una persona da inserire con mansioni di fundraising / comunicazione. Si offre al candidato/a  selezionato/a:

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: