Minacce fasciste/ Arci solidale con Fabrizio Baggi

Sbaglia chi crede che basti un governo democratico per risolvere i problemi che in Italia sono posti dall’eversione nera, violenta e fascista. Anche se oggi ministra dell’Interno non è più l’amico di Casa Pound e Forza nuova, la legittimazione dello squadrismo è stata criminalmente favorita nella società e gli esiti sono pericolosissimi. E’ il caso dell’inimidazione fascista contro il compagno Fabrizio Baggi, impegnato in Rifondazione comunista, nella rete Como senza frontiere, nell’Osservatorio democratico sulle nuove destre, socio della nostra associazione e compagno di tante lotte per i Diritti umani, che è stato oggetto di una serie di lettere minatorie che sono al vaglio degli inquirenti per perseguire i reati a esse connesse. L’intera Arci esprime la più convinta solidarietà a Fabrizio Baggi, colpito per colpire tutti noi. Grazie Fabrizio per il tuo impegno per i Diritti umani, con te riusciremo a Restare umani. [Gianpaolo Rosso, presidente Arci Como]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: