Pietro Caresana

Due operai morti/ Responsabilità dei padroni

Nella mattinata di mercoledì 21 settembre sono stati trovati morti, in un cantiere di Moltrasio, due operai. La notizia ha squassato il mondo sindacale, in particolare la Cgil, che era radunata per l’attivo provinciale al CineTeatro di Cernobbio quando è stata comunicata la notizia. La plenaria è stata interrotta per osservare un minuto di silenzio. 

(altro…)

L’altra Cernobbio/ Contro-vertice per la sostenibilità socioambientale

Se a Villa d’Este nel fine settimana del 3 e 4 settembre si è tenuto il Forum Ambrosetti, congresso liberista sulla pianificazione dei futuri equilibri politico-finanziari italiani (e non solo), con vista sulle elezioni del 25 settembre, all’oratorio di Cernobbio si è invece svolta sabato 3 L’altra Cernobbio. A poche centinaia di metri dal vertice finanzacapitalista si è svolta infatti una giornata di conferenze per discutere e pianificare prospettive di economia alternativa e sostenibile per società, lavoro, ambiente e geopolitica organizzata da Sbilanciamoci, Arci e Cgil.

(altro…)

L’altra Cernobbio/ Economia, persone, pianeta

Il quarto momento de L’altra Cernobbio ha avuto come fulcro analitico la triade economia-persone-pianeta. Per parlare di questo tema tanto attuale quanto gravoso sono intervenute Mariagrazia Midulla, responsabile clima ed energia di Wwf (da remoto), Giorgio Airaudo, segretario generale Cgil Piemonte, Martina Comparelli di Fridays for future, Stefano Malorgio, segretario generale della Filt-Cgil, Giuseppe Onufrio, direttore generale di Greenpeace (da remoto) e Andrea Poggio, responsabile mobilità di Legambiente.

(altro…)

L’altra Cernobbio/ Per un’economia “al di qua” della società

Dall’oratorio di Cernobbio, in via cinque giornate 8, il secondo polo tematico de L’altra Cernobbio, svoltasi il 3 settembre, è stato introdotto da Massimo Cortesi, presidente dell’Arci. Date le tempistiche strette per lo svolgimento dei lavori, l’argomento è stato focalizzato immediatamente: le disuguaglianze sociali che derivano da un approccio economico liberista e lontano dalle esigenze delle persone.

(altro…)

Como pride, Como per tuttu

C’è qualcosa di molto reale nella politica studentesca comasca degli ultimi anni, qualcosa che fa capire che non c’è solo la forma, la sigla, l’ideologia, ma anche una volontà concreta di cambiamento. Forse la pandemia è stata determinante, ha fatto scatenare la scintilla di disagio che smuove anche la borghesia meno consapevole di esserlo; forse invece è il puro e semplice progresso culturale del ventunesimo secolo; fatto sta che il Como pride 2022 è stato un successo.

(altro…)

Milano pride tra festa e lotta

Doveva essere l’apice dell’Onda pride in Lombardia e così è stato: il pride di Milano, che ha attraversato la città nel pomeriggio di sabato 2 luglio, è stata una coloratissima marea arcobaleno festosa ma anche capace, al netto del rainbow-washing delle troppe aziende partecipanti, di portare in piazza le proprie rivendicazioni politiche.

(altro…)

9 luglio/ Pride comasco per la città di tuttu

Nella mattinata di giovedì 30 giugno si è tenuta la conferenza stampa di lancio del Como pride 2022, il 9 luglio, e della pride week che lo precederà. A presentare l’iniziativa più importante della comunità Lgbtqia+ gli e le organizzatrici: Como pride ed Arcigay Como.

(altro…)

Per la cura del Mediterraneo

La seconda giornata di Che il Mediterraneo sia, svoltasi nel pomeriggio di domenica 26 giugno all’Arci Mirabello di Cantù, aveva come titolo Mare comune, e non a caso. Introdotto dall’intrevista di Sara Sostini a Edoardo Bennato, il pomeriggio si è svolto discutendo l’eponimo libro di Andrea Rosso, edito da Nodo libri e ecoinformazioni, e approcciando questo luogo fisico, storico ed immaginario attraverso un complesso intreccio di saperi. A parlarne con l’autore e con Fabio Cani sono intervenuti Elena Riva, docente di Storia moderna all’Università cattolica, Enzo Tiso, presidente di Legambiente Como, e Sara Sostini, di Arci Como.

(altro…)

Diritti in piazza al Lecco pride

Circa mille persone hanno partecipato al pride di Lecco, il primo nella città resa celeberrima da Manzoni. Una festa, come sempre sono i cortei arcobaleno, forse troppo poco politicizzata per un’Onda pride che mai come nel 2022 delle disuguaglianze e delle crisi dovrebbe essere rivolta come, citando il motto, fu la prima volta.

(altro…)

18 giugno/Varese e Lecco pride

Terza settimana di Onda pride, e doppio appuntamento per le manifestazioni Lgbtqia+ in Lombardia. Sabato 18 giugno infatti si terranno le parate del Varese pride, dalle ore 15.30 con partenza alle 15.30 da via Sacco, e del Lecco pride, dalle ore 15, ritrovo al Politecnico in via Ghislanzoni.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: