Liberi e Uguali

Migranti/ Vincere l’odio con i diritti e la verità

IMG_2653.JPGSala piena, al circolo Arci La Lo.Co. di Osnago (LC), per Migranti politici o migranti economici? Diritto di cittadinanza o respingimenti? l’incontro della sera di giovedì 12 luglio con Raffaele Masto, scrittore esperto di migrazioni e giornalista a Radio Popolare, e Filippo Miraglia, consigliere responsabile della migrazione per l’Arci nazionale (promotore della campagna Ero straniero – l’umanità che fa bene). Di moderare la serata si è incaricato Emanuele Manzoni, segretario a Lecco di Liberi e uguali, che ha contribuito all’organizzazione insieme al circolo ospitante, all’Arci regionale della Lombardia e ai coordinamenti delle province di Como e Lecco. Il dibattito aperto al pubblico è stato preceduto da una fase di confronto partecipata da una ventina di rappresentanti di circoli Arci e associazioni lombarde attive nell’accoglienza (soprattutto quella “diffusa”, operata da famiglie, soggetti religiosi e laici e dagli Sprar) e nella promozione di una società inclusiva, nel corso della quale si è fatto il punto della situazione e sono stati sollevati importanti spunti di riflessione e proposte di azione, tra cui la campagna Welcoming Europe, lanciata a livello comunitario nel mese di aprile per presentare alla Commissione europea una proposta di riforma della gestione dei flussi migratori. (altro…)

5 luglio/ “La natura dei parchi naturali”

36479864_2093121564242668_5807505944149491712_o.jpg


Giovedì 5 luglio alle 20,30 a Como, al Circolo Willy Brandt, in via Aristide Bari 8, si terrà un incontro di Leu sulla riorganizzazione dei parchi sul territorio regionale e provinciale e per analizzare le esperienze di alcuni parchi della provincia di Como.

(altro…)

17 maggio/ Nulla da festeggiare, tanto da costruire

Giovedì 17 maggio, alle 19 al Circolo Willy Brandt in via Aristide Bari 8 a Como, Liberi e uguali continua la riflessione sulle prospettive della sinistra avviata a marzo dopo l’esito elettorale. L’assemblea è aperta anche a cittadini e cittadine che non hanno condiviso la scelta elettorale frutto dell’intesa tra Mdp-Articolo 1, sinistra italiana e Possibile che con un risultato dai più definito disastroso  ha tuttavia assicurato alle sinistre una rappresentanza parlamentare. Riparte un percorso che  dopo le elezioni si è posto in una sorta di limbo, in attesa di decisioni che forse arriveranno nell’assemblea nazionale del 26 maggio a Roma. leggi, nel seguito, il comunicato di Leu.

«Un aperitivo (senza pop corn) e un’assemblea aperta, giovedì 17 maggio alle 19 al Circolo Willy Brandt in via Aristide Bari 8 a Como. Leu (Mdp-Articolo 1, Possibile, Sinistra Italiana) e Socialisti in movimento invitano all’incontro per iniziare a delineare insieme un nuovo paradigma culturale, programmatico, politico e simbolico, un’assemblea aperta per rilanciare il confronto anche con altri soggetti interessati al cambiamento, a una maggiore giustizia sociale e all’espansione dei diritti e delle opportunità di tutti e tutte». [Liberi e Uguali Como]

 

Leu/ Ricostruire la sinistra/ Appello al voto di Mdp-articolo 1, Sinistra italiana, Possibile, Socialisti in movimento

Lo Spazio Parini a Como ha ospitato l’incontro conclusivo della campagna elettorale di Liberi e Uguali sul territorio della provincia e la presentazione dell’Appello al voto. Davanti a un pubblico di circa settanta persone, Marco Lorenzini, coordinatore (insieme a Paolo Sinigaglia, Emilio Russo e Sergio Simone) di Liberi e Uguali  Como, ha tirato le somme di questi ultimi tre mesi, introducendo gli interventi di altri candidati e candidate. Gli interventi di Laura Boldrini e Anna Falcone, registrati a Lecco nel pomeriggio, sono stati proiettati. 

Hanno invece partecipato  i candidati e candidate di LeU alla Camera dei Deputati (Aurora Longo, Marco Malinverno), al Senato (Domenico Tammaro, Giuseppe Nigro, Tino Magni) e alla Regione Lombardia (Alberto Buccino, Daria Doria, Gianluca Leo, Guido Rovi, Licia Viganò; mentre ha dovuto assentarsi la candidata regionale Ida Angela Sala).

Della campagna elettorale in conclusione, Lorenzini e i candidati traggono un bilancio positivo, benché segnato da sfide importanti: innanzitutto quella di «ricostruire un pezzo di sinistra» che sia attenta ai diritti, all’ambiente e al futuro, in contrapposizione a un assetto di tipo liberista che, a parere degli esponenti di LeU, i governi di centrosinistra degli ultimi cinque anni hanno mantenuto, e in alcuni casi perfino rafforzato: è per esempio il caso del lavoro, che le riforme post-crisi hanno reso più precario nella durata, nella retribuzione e nelle tutele, come denuncia con durezza Tino Magni, candidato al Senato per il collegio uninominale di Como – Lecco (sua città d’origine) – Sondrio. Lorenzini riferisce che il 52 per cento dei lavoratori italiani è interessato da una situazione di precarietà, problema che nel caso dei giovani (una categoria sovra-rappresentata nel precariato) si combina a un alto tasso di abbandono scolastico e a un basso numero di laureati. «A Pietro Grasso – riferisce Lorenzini – va il merito di avere restituito centralità alla scuola come diritto: l’impegno di una sinistra che sia degna di questo nome sarà quello di restituire speranza ai giovani, oltre che agli operai e agli altri lavoratori e lavoratrici. Al tempo stesso, intendiamo fornire aiuti più concreti, capaci di guardare al di là della dimensione nazionale e di leggere le trasformazioni in atto nel presente».

Anna Falcone, intervenuta nel pomeriggio a Lecco,  entra più nello specifico riguardo ai punti del programma nazionale di Leu: la ricostruzione di un welfare universale, un significativo investimento sull’educazione (pubblica e di alta qualità) e sulla salute, una ricostruzione di un lavoro sicuro e dignitoso, attenzione ai diritti di tutti e di tutte. Come la presidente uscente della Camera dei Deputati, che molto si è spesa per garantire un maggiore rispetto dell’equità di genere, Falcone ribadisce infatti la centralità del ruolo femminile nel percorso svolto da Liberi e Uguali e, a priori, dai partiti da cui esso trae origine: Articolo 1 – Mdp, Possibile, Sinistra italiana, Socialisti in movimento.

DSCN8972

«Una politica diversa, più attenta alla diversità e ai “deboli”, passa proprio dalla partecipazione di questi ultimi – nella loro diversità – alla cosa pubblica; un attacco a qualcuno che è svantaggiato, come una violenza misogina, costituisce un attacco a tutti i deboli, spesso strumentalmente indotti a combattersi gli uni con gli altri: condizione a cui vogliamo mettere fine,  dando centralità agli “ultimi” per costruire una società di cittadine e cittadini realmente “liberi e uguali”» riassume l’avvocata e candidata alla Camera. Questo obiettivo come sottolinea Magni, «è necessariamente legato a una radicale revisione degli investimenti italiani e a un recupero della centralità economica dello Stato, fortemente ridimensionata dallo stesso modello neoliberista che ha subordinato i diritti a una logica di tipo aziendale. Situazione dalla quale nemmeno i governi che si dicevano “di centrosinistra” non hanno saputo, o voluto, prendere le distanze».
Alla sinistra che si presenta a queste elezioni politiche spetta perciò il non facile compito di recuperare credibilità, non solo rispetto a quelle forze che sono apertamente lesive dell’uguaglianza e dei diritti, o che non fanno mistero di un certo “dilettantismo”, ma in primo luogo rispetto a se stessa, rifiutando  – come chiarito da Boldrini – alleanze incoerenti con i propri valori: impegni, questi, riassunti anche dall’Appello al voto letto a nome di tutte le forze politiche di Leu da Paolo Sinigaglia.

Senza sottovalutare l’alta posta in gioco e la congiuntura fortemente critica che il nuovo governo si troverà ad affrontare, candidate e candidati di LeU esprimono ottimismo e fiducia verso la campagna elettorale appena conclusa, riconoscendo in questo recente esperimento politico la capacità di ricostruire realmente la sinistra e una società che risponda ai suoi principi. Percorso che, beninteso, dovrà uscire dal recinto istituzionale per rieducare la cittadinanza al riconoscimento, al rispetto e alla difesa dei propri stessi diritti. [Alida Franchi, ecoinformazioni]

Già on line sul canale di ecoinformazioni i video di Alida Franchi della serata e quelli dell’iniziativa con Boldrini, Magli e Falcone del 28 febbraio a lecco.


26 febbraio/ Liberi e Uguali per la scuola pubblica

Liberi e Uguali Como, per affermare il no alla buona scuola e illustrare le proposte della sinistra per assicurare il diritto allo studio interrompendo la deriva della privatizzazione e di attacco alla scuola pubblica, invita a Serve tutta un’altra scuola, lunedì 26 febbraio alle 20,45 al Circolo Willy Brandt in via Aristide Bari 8 a Como.  (altro…)

Contrastare la xenofobia/ Tutelare i diversamente visibili e rompere l’isolamento

Processed with VSCO with m5 preset

Contrastare la xenofobia si è tenuto la sera di venerdì  23 febbraio, nella Sala civica di Vighizzolo di Cantù. Introdotta da Marco Lorenzini (Coordinatore insieme a Emilio Russo e Paolo Sinigaglia di Liberi e Uguali della provincia di Como), la serata ha visto la partecipazione di Kossi Komla-Ebri presidente onorario dell’associazione Redani (Rete della Diaspora Africana Nera in Italia, e Kalongo Vicky Tshimanga, candidato di Liberi e Uguali alla Camera nel collegio plurinominale di Como, Lecco e Sondrio. Tra il pubblico, composto da una ventina di persone, alcuni dei candidati e delle candidate della lista al Parlamento e alle elezioni regionali per il gruppo LeU della provincia di Como, che ha curato l’organizzazione dell’incontro.
(altro…)

Video/ Socialisti con Liberi e Uguali

Una bella fetta dei socialisti comaschi ha deciso di stare con Liberi e Uguali abbandonando Nencini e il suo patto col Pd che valutano sbagliato e contrario agli ideali e alla storia del socialismo. Nell’incontro del 24 febbraio, nella sala dell’associazione Willy Brandt di Como si sono riuniti in tanti per ascoltare le ragioni dell’adesione a Leu e l’impegno per la costruzione di un partito della sinistra che riprenda la lotta per i diritti patrimonio del socialismo ovunque. Gli interventi di Sergio Simone, già sindaco di Como, e dei candidati nelle liste di Leu Roberto Biscardini, Giuseppe Nigro, Francesco Somaini e Felice Besostri sono già on line sul canale video di ecoinformazioni.

 

 

Guarda i video di tutti gli altri interventi dell’iniziativa sul canale video di ecoinformazioni.

 

23 febbraio/ Incontro “Contrastare la xenofobia”

Venerdì 23 febbraio alle 20.45, nella Sala civica di Vighizzolo di Cantù, via San Giuseppe 24/b, l’associazione Redani (Rete della Diaspora Africana Nera in Italia) invita all’incontro “Contrastare la xenofobia”. Interverranno: Kossi Komla-Ebri, presidente onorario di Redani, e Kalongo Vicky Tshimanga, candidato di Liberi e Uguali alla Camera nel collegio plurinominale di Como, Lecco, Sondrio. (altro…)

Lavoro/ Magni e Rosati: basta sfruttamento, investire sulle persone

Nel tardo pomeriggio di giovedì 15 febbraio, la sala civica di Vighizzolo ha ospitato un incontro di Liberi e uguali, coordinato da Paolo Sinigaglia, a cui sono intervenuti Onorio Rosati, candidato Leu alla presidenza della Regione Lombardia alle elezioni del 4 marzo, Tino Magni,  capolista di Leu al Senato plurinominale di Como, Lecco, Sondrio, e, nel dibattito, Giacomo Licata, segretario generale Cgil Como. Una cinquantina le persone presenti in sala per l’iniziativa, volta a chiarire le posizioni del candidato sul tema del lavoro, una delle questioni più critiche che il futuro presidente regionale, di chiunque si tratti, sarà chiamato ad affrontare. (altro…)

Anna Falcone a Como: politica per Costituzione

Si sono presentati risoluti e pronti alla lotta politica le candidate e i candidati di Liberi e Uguali all’incontro di giovedì 8 febbraio nella sala conferenze della biblioteca comunale di Como, guidati da Anna Falcone, candidata capolista alla Camera nel collegio plurinominale di Como, Lecco, Sondrio.

(altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: