Giorno: 23 Gennaio 2018

“Mai più fascismi”/ l’appello dell’Arci per la Giornata della Memoria

id02.png

Il comunicato  della Presidenza nazionale dell’Arci in occasione della Giornata della Memoria 2018. «Anche quest’anno, l’Arci organizzerà iniziative in tutta Italia per celebrare il Giorno della Memoria, ricorrenza internazionale istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per ricordare  le vittime dell’Olocausto e delle leggi razziali.

“Mai più fascismi”  è lo slogan scelto per questo 27 gennaio 2018,  a 70 anni dall’entrata in vigore – il 1 gennaio 1948 –  della nostra Costituzione, approvata dall’Assemblea Costituente il 22 dicembre 1947 e promulgata dal capo provvisorio dello Stato De Nicola il 27 dicembre seguente.

Oggi, di fronte al diffondersi di episodi intimidatori da parte di movimenti e forze che si richiamano al nazifascismo e all’affermarsi di partiti di estrema destra nelle competizioni elettorali di tanti paesi euroepei (ultima l’Austria),  la memoria, il racconto degli orrori che hanno caratterizzato il secolo scorso,  la difesa dei valori costituzionali può rappresentare un argine e aiutare alla comprensione di un presente segnato ancora da guerre, violenze e ingiustizie. Solo con questo bagaglio di  conoscenza è possibile trovare gli strumenti per  progettare un futuro diverso.

In queste settimane saremo impegnati, insieme all’Anpi e a tante altre organizzazioni sociali, nella raccolta di firme su una petizione che chiede alle istituzioni democratiche di vigilare perché non abbiano spazio e agibilità politica formazioni che si richiamano apertamente al fascismo e al nazismo. Lo faremo usando i diversi linguaggi della cultura e con un’attenzione particolare al mondo giovanile perché se ricordare è un dovere di tutti, trasmettere la memoria a ragazze e ragazzi ha, se possibile, un valore ancora maggiore, indispensabile per formare alla cittadinanza attiva e consapevole». [Presidenza Nazionale Arci]

 

 

7 febbraio/ “Nella pancia della balena”

26231747_1889920904365277_8742248864782391931_n

La sera di mercoledì 7 febbraio a partire dalle 21, l’aula magna della Scuola secondaria di I grado “Antonio Fogazzaro” di Como (via Cuzzi 6)  ospiterà Nella pancia della balena. Canto per le vittime delle foibe, a cura di Gabriele Penner della Compagnia Teatro d’acqua dolce. Seguirà l’incontro con  Roberto Spazzali, storico e ricercatore dell’Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nel Friuli Venezia Giulia.

Un’iniziativa a ingresso libero, organizzata da Anpi provinciale di Como, Associazione Alfonso Lissi, Associazione Italia – Cuba, Spi Cgil Como, Comitato Soci Coop Como, Istituto comprensivo di Rebbio, Istituto di storia contemporanea “Pier Amato Perretta”.
[AF, ecoinformazioni]

26 gennaio/ Infanzia e musicalità al Teatro sociale

unnamed

«Vivere la musica come mezzo di comunicazione e condivisione, strumento per stare assieme,
per rilassarsi ed esplorare, scoprire e scoprirsi.
Un canale in più anche per ritrovarsi come équipe
».
Anna Cattoretti e Anna Fenoglio, Formatrici “Musica per Bambini”

Opera Education, la piattaforma italiana riconosciuta dal Miur che da oltre vent’anni promuove la passione per la musica dagli 0 ai 18 anni, è felice di offrire agli educatori della fascia 0-6 anni un workshop che approfondisce il magico rapporto tra infanzia e musicalità.

Vi aspettiamo venerdì 26 gennaio dalle 17 alle 19 al Teatro Sociale di Como.
L’ingresso è gratuito!
Per partecipare è sufficiente prenotarsi scrivendo una mail a info@operaeducation.org.

Un’iniziativa AsLiCo in collaborazione con Nati per la musica.

[Ufficio stampa Teatro Sociale di Como]

 

26 – 28 gennaio/ Settimana dell’educazione: le iniziative della parrocchia di Rebbio

locandina_per_eventi_a_Rebbio (1).jpg

In occasione della settimana dell’educazione, la parrocchia San Martino di Rebbio, in via Lissi 11,  organizza alcune iniziative rivolte alla comunità nel weekend compreso tra venerdì 26 e domenica 28 gennaio.

(altro…)

“Dai diamanti non nasce niente”/ 11 anni di Xanadù sulle note di De André

Ha riempito la sala Dai diamanti non nasce niente, il tradizionale tributo a Fabrizio De André che, ogni gennaio (quest’anno il 20, sabato), segna una doppia (anzi tripla) ricorrenza: la nascita (18 febbraio 1940) e la scomparsa (11 gennaio 1999) del poeta e cantautore genovese, e il “compleanno” di Xanadù, l’undicesimo (nel 2007, la prima di queste serate inaugurò quello che, ad oggi, è il più grande circolo Arci della provincia).

(altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: