In occasione della festa del 2 Giugno, associazioni, partiti e sindacati – con il coordinamento dall’ANPI provinciale di Como – presentano un ampio programma di festeggiamenti e approfondimenti, articolato in due momenti per coprire l’intera giornata.

Al mattino ci sarà l’occasione di ritrovarsi insieme, dalle 10.30 alle 11.30, presso il Monumento alla Resistenza Europea, per ascoltare la lettura dei primi 12 articoli della Costituzione, l’intervento del presidente provinciale dell’ANPI con la presentazione generale delle iniziative alla luce dei valori democratici e antifascisti che sono alla base della Repubblica e un contributo di Celeste Grossi sull’articolo 11 con cui l’Italia si è impegnata a “ripudiare” la guerra, il tutto accompagnato dai brani – allegri, colorati e senza frontiere – di Musica Spiccia. Negli spazi adiacenti saranno montati alcuni banchetti per la diffusione dei materiali delle varie realtà che hanno contribuito alla giornata. Sarà una piccola, vera festa, prima occasione di stare insieme (con tutte le dovute cautele) dopo il distanziamento della pandemia nel nome della Repubblica, scelta dal popolo italiano con il referendum del 2 giugno 1946, e dei valori della Costituzione.

Nel pomeriggio, numerose occasioni di approfondimento saranno offerte dai programmi della web-tv dell’Arci di Como, che già è stata il luogo di comunicazione del 25 Aprile e della Giornata della Memoria di quest’anno e del 2 Giugno e del 25 Aprile del 2020.

Dalle 14.30, a cura di Giuseppe Battarino, viene proposta una sintesi dei molti materiali elaborati per il Dizionario costituzionale – La Trama, centrata in quest’occasione sui temi della Repubblica (art. 139, con Giuseppe Emilcare) e del lavoro (art. 36, con Rita Sanlorenzo), ma anche con un ricordo del clima culturale e politico di quegli anni (nella testimonianza di Michele Marciano).
I differenti aspetti della tematica del lavoro sono ulteriormente sviluppati in una serie di contributi, a partire dalle ore 15.30, con Mbaie Diongue, Giuseppe Leoni, Pierluigi Tavecchio, che da differenti punti di vista approfondiranno i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici con uno sguardo rivolto all’attualità, ai problemi della sicurezza e della tutela del posto di lavoro, agli sforzi di applicazione e ai rischi di svuotamento dei principi costituzionali. Dalle 16.30 viene riproposta la registrazione della lezione su Resistenza e Costituzione, tenuta a Como nell’aprile 2019 da Valerio Onida, già presidente della Corte Costituzionale, su invito dell’ANPI. Dalle 17.30 ancora due interventi per allargare la prospettiva: Miguel Gotor presenta il libro di Federico Fornaro 2 giugno 1946. Storia di un referendum, e la deputata comasca Chiara Braga affronta il tema Una Repubblica per le nuove generazioni.

La festa si concluderà, a partire dalle ore 18.30 con uno speciale concerto dei Settegrani in diretta  streaming, grazie alla collaborazione del progetto Como futuribile.
Al programma della giornata hanno dato il proprio contributo ANPI, ACLI, ARCI, Articolo Uno, Associazione Italia-Cuba, Associazione Lissi, Auser, CGIL – CISL – UIL, Como senza frontiere, ecoinformazioni, Istituto di Storia Contemporanea “Pier Amato Perretta”, Partito Democratico, Partito della Rifondazione Comunista, Sinistra Italiana.
Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare e a festeggiare con noi.

L’iniziativa della mattina si svolgerà rispettando le prescrizioni di cautela anti-covid.

[Anpi comitato provinciale Como]

1 thought on “Programma

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: