comune di Como

12 gennaio/ Brundibar al Sociale

Venerdì 12 gennaio 2018, a Teatro Sociale di Como, in preparazione della Giornata della memoria, verrà messa in scena l’operina Brundibar, con musiche di Hans Krása e libretto di Adolf Hoffmeister.

Il lavoro è particolarmente significativo perché rappresentato più volte all’interno del campo di concentramento di Terezín/Theresienstadt (un lager che il regime nazista aveva allestito come “campo modello” e che proprio per questo fu l’unico a venire ripetutamente mostrato agli osservatori internazionali) e costituisce quindi una delle testimonianze più vive e toccanti della Shoah.

Altrettanto importante è il fatto che l’allestimento comasco nasce come progetto coordinato di numerose scuole e altri enti: Istituto Comprensivo Como Borgovico, Liceo Musicale “Teresa Ciceri”, Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Como, Liceo Artistico “Fausto Melotti” di Cantù, Teatro Sociale di Como, Comune di Como.
L’orchestra, diretta da Pierangelo Gelmini, è costituita da allievi e allieve delle diverse scuole coinvolte. Il gruppo attori è formato da allievi della scuola di teatro del Sociale.

In mattinata lo spettacolo sarà dedicato alle scuole, mentre in serata, alle ore 20.30, la recita è aperta a tutto il pubblico (ingresso 5 euro).

Nella giornata, sarà anche allestita nel foyer del Sociale la mostra Attraverso gli occhi dei bambini – Disegni e poesie nel ghetto di Terezín a cura dell’Istituto di Storia Contemporanea “Pier Amato Perretta” di Como.

 

Svolta Civica/ barriere architettoniche: bocciato dalla maggioranza il piano di abbattimento

svolta civica traglio
“La maggioranza rinnega sé stessa e boccia la proposta di un Piano di abbattimento delle barriere architettoniche. Siamo al muro di gomma più incomprensibile.
Questa maggioranza ha dimostrato ancora una volta non soltanto di avere poche idee, ma di voler disattendere anche le poche che ha.
Ieri sera i voti della maggioranza hanno bocciato una mozione del consigliere Aleotti che chiedeva una mappatura completa delle barriere architettoniche tuttora esistenti in città, per poi predisporre un Piano organico di abbattimento graduale delle stesse (Peba).
Ebbene, davanti alla sensata mozione ci saremmo aspettati un voto all’unanimità.
Invece, i consiglieri di maggioranza hanno avuto il coraggio di respingere la proposta, adducendo motivazioni incomprensibili e irresponsabili.
A tutto ciò si aggiunge il fatto sconcertante che, pur di fare muro di gomma di fronte a
una proposta arrivata dall’opposizione, la maggioranza ha rinnegato ciò che essa stessa
propone nel proprio programma elettorale, in cui – al punto 10, pagina 19 – si indica tra le varie promesse la “stesura e approvazione del Piano di eliminazione delle barriere
architettoniche (Peba). Esattamente lo stesso piano proposto dall’opposizione e ieri sera
bocciato dall’aula.
Anche recentemente, il sindaco Landriscina ha voluto ribadire l’importanza del confronto e della condivisione nella sua azione amministrativa. Ci domandiamo dove sia la condivisione in un simile atteggiamento”. [Barbara Minghetti, Maurizio Traglio, Vittorio Nessi – Svolta Civica]

Civitas/ Ordinanza sul decoro illegittima e non “urgente”, avviata procedura di ricorso

2017-12-30 11.49.24 2.jpg«La scelta di fare ricorso all’ordinanza sul decoro urbano firmata dal sindaco Landriscina non è di carattere “politico”, ma è piuttosto un’applicazione del principio di cittadinanza che sta alla base del progetto Civitas» ha chiarito Bruno Magatti nella conferenza stampa di sabato 30 dicembre a Palazzo Cernezzi. In questa occasione, i rappresentanti dell’associazione Civitas – progetto città hanno confermato di aver presentato ricorso al Tar  – in data venerdì 29 dicembre – circa l’ordinanza n°74 [Ordinanza contingibile e urgente a tutela della vivibilità urbana e del decoro del centro urbano] in vigore da venerdì 15 dicembre fino a martedì 30 gennaio.

(altro…)

Il centro di Como, il cuore di Como

25626905_10214653019058655_3309995725934769157_o.jpgLa fama di Como sembra legarsi, quasi fatalmente, all’aspetto dell’accoglienza. La stessa città che ospita decine di eleganti alberghi con vista su lago e montagne, magnificata da milioni di foto che girano per la rete ispirando ancor più persone a visitarla, si pone in modo assai diverso quando si parla di ospitare e prendersi cura degli “ultimi”, quale che ne sia la provenienza. «Prima gli italiani», argomentano alcuni (anzi, molti); allo stato attuale, sarebbe forse più onesto – anzi tautologico – riformulare con prima i primi. (altro…)

20 e 21 gennaio/ IX Giornata del Riuso

24173087_1658315020855409_299128412657551158_o.jpgSabato 20 e domenica 21 gennaio allo Spazio Ratti di Como (ex chiesa di San Francesco, viale Spallino 1), torna la giornata del Riuso: due giorni di baratto, spettacoli e laboratori gratuiti; un’occasione unica per divertirsi, risparmiare e far bene all’ambiente!

(altro…)

Emergenza freddo/ Nuovi posti letto al Centro Cardinal Ferrari

DSCN8191

Quaranta nuovi posti letto  – distribuiti in tre tendoni riscaldati – uno spazio di aggregazione e alcuni (pochi) servizi igienici e docce sono stati  ufficialmente messi a disposizione a partire dalla notte di martedì 5 dicembre. Lo hanno dichiarato Roberto Bernasconi, direttore della Caritas diocesana, Bruno Corda, prefetto, Mario Landriscina, sindaco, e Roberto de Angelis, questore di Como, nel corso della conferenza stampa lunedì 4 dicembre al centro socio-pastorale Cardinal Ferrari (viale Cesare Battisti 8), alla quale è intervenuta anche Laura Fontana Legnani, direttora della Fondazione Centro Cardinal Ferrari. Era invece assente Alessandra Locatelli, vicesindaca e assessora alle politiche sociali. Probabile dal 5 dicembre lo sgombero dell’area dell’autosilo Valmulini nella quale una sessantina di migranti aveva trovato rifugio grazie alle tende di Como accoglie.

(altro…)

3-9 dicembre/ Milano e Como/ Noir in festival

Noir in Festival - Immagine 2017 - Alessandro Baronciani.jpg

Avrà inizio domenica 3 dicembre la XXVII edizione del Noir in festival, kermesse internazionale di cinema, letteratura e arte dedicata al mistero che, dopo una iniziale tappa milanese (sedi ospitanti saranno l’università Iulm, Anteo Palazzo del Cinema, la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli), si trasferirà dal 7 al 10 dicembre al Teatro sociale di Como.
(altro…)

Mal d’aria: quali rimedi?

2017-11-25 11.21.35 1.jpg

In apertura al convegno Mal d’aria. L’inquinamento atmosferico avvelena le nostre vite –  la mattina di sabato 25 novembre nell’auditorium Bosisio della sede di Ca’ d’Industria in via Brambilla 49 a Como – Chiara Bedetti, presidente di Legambiente Como, ha espresso la soddisfazione delle associazioni promotrici nel portare tale tema all’attenzione di un incontro pubblico, peraltro assai partecipato con un centinaio di persone in sala. Oltre a Legambiente, hanno concorso all’organizzazione del convegno le associazioni Famiglia comascaCgil ComoFiab Como BiciamoLa città possibileWwf InsubriaIubilantes Rete dei camminiAssociazione Medici con l’Africa; con il patrocinio del Comune di Como e della Camera di commercio di Como.
(altro…)

25 novembre/ “Mal d’aria”

Sabato 25 novembre dalle 9,30 alle 12,30, nel salone Bosisio della Ca’ d’Industria a Como in via Brambilla 61, Legambiente Como invita al convegno Mal d’aria. L’inquinamento atmosferico avvelena le nostre vite, organizzato dal circolo Legambiente Angelo Vassallo in collaborazione con Famiglia comasca, Cgil Como, Fiab Como Biciamo, La città possibile, Wwf Insubria, Iubilantes e Rete dei cammini, Associazione Medici con l’Africa; con il patrocinio del Comune di Como e della Camera di commercio di Como.

(altro…)

22 novembre/ Mariano Comense/ “Le reti istituzionali antimafia e l’utilizzo dei beni confiscati”

ambiente

Il terzo incontro della rassegna Cinque colpi alla ‘ndrangheta, dal titolo Le reti istituzionali antimafia e l’utilizzo dei beni confiscati, si terrà dalle 21 di mercoledì 22 novembre alla sala Brenna in via Trieste 9 a Mariano Comense. Relatori dell’incontro, moderato da Christian Galimberti de La Provincia di Como, saranno David Gentili, presidente della Commissione antimafia del Comune di Milano e componente di Avviso pubblico, e Giorgio Garofalo, presidente del Consiglio comunale di Seveso e membro della rete Brianza siCura.
(altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: